Extrema Ratio: Dialoghi di questo tempo

L'iniziativa
Extrema ratio è un ciclo di dialoghi e lezioni organizzato dal Dipartimento di Filologia e critica delle letterature antiche e moderne dell'Università di Siena.
Siamo convinti che in queste settimane le istituzioni pubbliche abbiano il dovere di restare aperte e di proseguire la propria attività con mezzi nuovi e estremi rimedi.
Extrema ratio è anche il titolo di un libro di Franco Fortini, che ha insegnato nel nostro dipartimento fra il 1971 e il 1989.
 

“Il nostro dipartimento”, spiega il direttore del Dipartimento Pierluigi Pellini, “è molto impegnato anche in questo momento difficile per mantenere vivo il senso di comunità tra studentesse e studenti, docenti, personale d’ateneo, e vuole continuare a impegnarsi in questa strada aprendosi sempre di più alla collettività e alla cittadinanza”.Dopo un riscontro positivo dell’iniziativa, che nei suoi primi cinque incontri ha avutouna partecipazione complessiva di oltre millepersone collegate alla diretta, il dipartimento ha deciso di avviare un nuovo ciclodi lezioni e incontri: Franco Moretti (Uccidere con le parole. Inizio di un corso sulla tragedia, 6 maggio, introduce Simona Micali), Maurizio Bettini (La maledizione di Babele e il dono di Hermes. Venture e sventure della traduzione, 13 maggio, introduce Filomena Giannotti), Paola Italia (Editing Duemila, 20 maggio, introduce Maria Rita Digilio), Barbara Carnevali e Andrea Pinotti (Estetica e modernità. Simmel oggi, 27 maggio, introduce Guido Mazzoni), Daniele Giglioli (Per un buon uso della fine del mondo, 3 giugno, introduce Elena Spandri), Simone Beta e Giuseppe Cederna (Storie di libri e viaggi mediterranei, 10 giugno, introduce Eleonora Pischedda).

Il 22 giugno, chiuderà la rassegna una tavola rotonda virtuale sull’opera di Francesco Orlando, per il decimo anniversario della morte.

 

Per partecipare

Ci si può iscrivere in qualsiasi momento. Gli incontri si terranno via GMeet, uno strumento che può essere usato anche da chi non ha account Google.

I seminari sono aperti a tutti gli interessati, ai quali verrà inviato poco prima dell'incontro un link per partecipare agli eventi. Qualora le richieste fossero molto numerose, sarà comunicato un indirizzo per seguire la diretta via streaming.

Ogni incontro sarà registrato e depositato sui canali YouTube dell’Ateneo nella settimana successiva all’evento.