Dottori e dottorandi

XXXIV Ciclo - Filologia e Critica

Curriculum Filologia Romanza

 

Maria Serena CUTRUZZOLA' (Tutor: Prof. Stefano Asperti)

e-mail: serena.cutruzzol@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Linguistica nel settembre 2017, presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, con una tesi in Filologia romanza dal titolo Il «Maestre dels trobadors». Il moralismo didattico-cortese di Giraut de Borneil (relatore: prof. Stefano Asperti; correlatrice: prof.ssa Anna Radaelli), dedicata all’approfondimento di temi riflessivi e morali nella produzione del trovatore limosino, al fine di precisare il ruolo e la posizione del «maestro dei trovatori» e il grado di ricezione del suo canzoniere nella tradizione didattica degli ensenhamens.

Il suo progetto di ricerca consiste in un saggio di nuova edizione critica dell’opera di Giraut de Borneil.

 

Paula PÉREZ MILÁN  (Tutor: Prof.ssa Maria Sofia Lannutti)

e-mail: paulapmilan@gmail.com

Ha conseguito il Master in Identità Europea Medievale nel luglio 2018 presso l'Universitat de Lleida con una tesi in Filologia Romanza dal titolo Viget amor fervidus. Analisi comparativa dei tópoi nell'elegia latina, la lirica amorosa mediolatina e la cansò trobadorica, relatore María Isabel Grifoll Ávila. 

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio comparativo dei riferimenti alle scienze naturali nei trovatori, i trouvères ed i poeti italiani del Duecento e Trecento.

Pubblicazioni:

P. Pérez Milán, <<Análisis comparativo de dos episodios maravillosos del Libro del Caballero Zifar>>, Tirant. Butlletí informatiu i bibliogràfic de literatura de cavalleries, 21 (2018), in corso di stampa.

 

Valeria Giovanna NITTI (Tutor: Prof. Francesco Vincenzo Stella)

e-mail: valeriagiovanna.n@gmail.com

Ha conseguito  a pieni voti la laurea magistrale in Lettere classiche nel marzo 2018 presso l’Università degli Studi di Siena con una tesi in Filologia latina medievale e umanistica dal titolo I Flores dictandi di Alberto d’Asti. Materiali per un’edizione critica, relatore:  prof. Francesco Vincenzo Stella; controrelatrice: prof.ssa Elisabetta Bartoli.

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio dell’introduzione dell’ars dictaminis in Francia attraverso l’allestimento dell’edizione critica dell’anonima Summa cognito e l’analisi delle prime artes prodotte in territorio francese.

 

Giulia BARISON (Tutor: Prof. Fabrizio Cigni)

E-mail: maschietteefilosofi@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia e Letteratura Italiana nel luglio 2018, presso l’Università “Ca’ Foscari” di Venezia, con una tesi in Filologia Italiana dal titolo La Fimerodia (relatore: prof. Eugenio Burgio; correlatori: prof.ssa Elisa Curti e prof. Cristiano Lorenzi), dedicata all’edizione critica e commentata della Fimerodia di Jacopo del Pecora da Montepulciano.

Il suo progetto di ricerca consiste nello studio della tradizione della Fiorita di Armannino giudice da Bologna, con una particolare attenzione per il ramo C.

 

Francesca CRESCI (Tutor: Prof. Stefano Asperti)

E-mail: frcresci@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia moderna nel febbraio 2018 presso l’Università degli Studi di Pavia con una tesi in Filologia romanza dal titolo Il ms. Aldini 219 della Biblioteca Universitaria di Pavia: edizione e commento degli unica, relatore: prof. Alberto Conte, correlatrice: prof.ssa Luigina Morini. 

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio e all’edizione dei componimenti del trovatore Dalfi d’Alvernhe.

 

 

Curriculum Letterature moderne

 

Beatrice MONTORFANO (Tutor: Prof.ssa Elena Anna Spandri)

E-mail: beatricemon@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Letterature e Filologie Europee (curriculum teorico-comparatistico) nel giugno 2015 presso l'Università di Pisa con una tesi dal titolo Autore, attori e personaggi: Shakespeare nel teatro in carcere, relatrice: Sara Soncini, controrelatrice: Carla Dente. Nel 2016 ha conseguito il diploma di licenza in Discipline filologiche e linguistiche moderne presso la Scuola Normale Superiore.

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio di traduzioni e riscritture di Shakespeare nel teatro contemporaneo italiano.

Pubblicazioni:

  • B. Montorfano, Shakespeare, a Basketball Court and Felicità: Collettivo Teatro Metropopolare in La Dogaia Prison, Prato, «Textus», 3, 2018, in corso di stampa (peer-reviewed).
  • B. Montorfano, Beyond the walls of the page: Shakespeare in Italian prison theatre, in Journeys through Changing Landscape, ed. by Carla Dente and Francesca Fedi, Pisa, PUP, 2017, pp. 411-418.
  • B. Montorfano, Gli ultimi esperimenti teatrali di Beppe Fenoglio, «Italianistica», XLIII, 2, 2014, pp. 63-8.

Convegni:

  • “Shakespeare on the Italian Stage - Transnational Dislocations”. ESRA Congress 2017, Danzica, 27-30 luglio 2017.
  • “Shakespeare, a Basketball Court and Felicità: Collettivo Teatro Metropopolare in La Dogaia Prison, Prato”. The Eight IASEMS Conference, Università di Ferrara, 24-26 maggio 2017.
  • “Shakespeare nel teatro in carcere italiano: due esempi di mobilità scenica”. CHIASMI 2016. Brown-Harvard Graduate Student Conference in Italian Studies, Brown University, Providence, 8-9 aprile 2016.

Altre attività:

  • Ha collaborato a due Progetti di Ricerca d'Ateneo dell'Università di Pisa, partecipando alla redazione dei database denominati “Itinerari shakespeariani nella scena italiana contemporanea” (2015-6) e “Sarah Kane in Italia. Rappresentazioni, riscritture, metamorfosi” (2018).

 

Giulia BASSI (Tutor: Prof. Niccolò Scaffai)

E-mail: giuliabassi20@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia moderna nel luglio 2018 presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” con una tesi in Letteratura italiana contemporanea dal titolo Il barone rampante di Italo Calvino. Analisi del dattiloscritto, relatrice prof.ssa Laura Di Nicola, correlatore prof. Matteo Motolese, relatore esterno prof. Martin McLaughlin (University of Oxford). Con il suo progetto di ricerca intende ricostruire il profilo editoriale e letterario di Natalia Ginzburg, valorizzando la fonte delle carte d’archivio.

 

Mirko MONDILLO (Tutor: Prof.ssa Tiziana De Rogatis)

E-mail: mirko.mondillo@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne (curriculum Letterature Straniere) nel luglio 2017 presso l’università di Siena con una tesi in Critica Letteraria e Letterature Comparate dal titolo “La scrittura saggistica nei romanzi autobiografici contemporanei: Siti, Coetzee, Cercas”, relatore: prof. Guido Mazzoni, controrelatore: prof. Riccardo Castellana.
Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio dell’interazione tra scrittura saggistica e scritture autobiografica, biografica e diaristica nell’ipermoderno italiano

Convegni:

  • Il ricorso del perturbante: analogie tra The Fall of House of Usher di Edgar Allan Poe e All That di David Foster Wallace, Conferenza “American Studies Now” (AISNA Graduate Forum), università di Perugia, 23/09/2016;
  • Wallace tra Freud, Hoffmann e Wittgenstein: la coesistenza di discorsi della ‘certeza’ e qualità del ‘perturbante’ in All That, Conferenza internazionale “David Foster Wallace Between Philosophy and Literature”, università di Chieti-Pescara “Gabriele D’Annunzio”, 20/04/2018;
  • ‘Dry soul’ e ‘dry soil’ in Erskine Caldwell. Amoralità e fiducia nella Provvidenza nei deserti di sabbia della “tobacco road”, Conferenza “Deserto e spiritualità nella letteratura americana” (Secondo convegno di Faith in Literature. Religione, cultura, identità negli Stati Uniti d’America), università di Perugia (Assisi), 08/10/2018

Pubblicazioni:

  • M. Mondillo, I prodromi letterari, sociologici e politici di Troppi paradisi. Un romanzo che inizia prima ancora di iniziare, in «Kepos. Semestrale di Letteratura Italiana», n. 1/2018, fasc. II, pp. 106-125;
  • M. Mondillo, Wallace tra Freud, Hoffmann e Wittgenstein: la coesistenza di discorsi della ‘certeza’ e qualità del ‘perturbante’ in All That, di prossima pubblicazione in «Riscontri», n. 2/2019;
  • M. Mondillo, La lunga durata della ‘lotta all’indolenza’. La relazione tra JC in Diary of a Bad Year e le norme censorie degli europei protestanti in Sudafrica, di prossima pubblicazione in «Altremodernità»

Altre attività:
Membro dell’AISNA (Associazione Italiana di Studi Nord-Americani);
da febbraio 2018 membro dell’Advisory Board di JAmIt! (Journal of American Studies in Italy) 

 

Erika DE ANGELIS (Tutor: Prof. Guido Mazzoni)

E-mail: e.deangelis91@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere moderne nel luglio 2018 presso l'Università degli Studi di Siena con una tesi in Critica letteraria e Letterature comparate dal titolo Cronotopo tondelliano. Per un'analisi dell'opera narrativa di Pier Vittorio Tondelli; relatore: prof. Guido Mazzoni, controrelatore: prof. Pierluigi Pellini. 

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio dell'opera narrativa degli scrittori che orbitavano intorno all'università bolognese durante il Settantasette e alle influenze che tale produzione ha avuto sulla letteratura dei decenni successivi. 

Convegni:

Per una riflessione sulla multimedialità nell’opera di Pier Vittorio Tondelli, XVIII Seminario Tondelli, Centro di documentazione “Pier Vittorio Tondelli”, Correggio, 14 Dicembre 2018.

 

Lara MARRAMA SACCENTE (Tutor: Prof. Niccolò Scaffai)

E-mail: laramarrama@hotmail.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia Moderna presso l’Università degli Studi di Padova nell’ottobre 2018 con una tesi in Metodi linguistici di analisi dei testi dal titolo Questione di stile. Tratti dell’italiano neostandard nel romanzo contemporaneo (relatore prof. Michele Cortelazzo; correlatore: prof. Emanuele Zinato).

Il suo progetto di ricerca è incentrato sullo studio della lingua e dello stile nel romanzo italiano ultracontemporaneo da un punto di vista storico-linguistico.

 

Anna GORINI (Tutor: Prof.ssa Daniela Brogi)

E-mail: anna.gorini@unisi.it

Ha conseguito la laurea in Lettere classiche nel 1994 presso l’Università degli Studi di Milano, con una tesi in Grammatica greca, dal titolo “Lessico dei termini dell’irrazionale nelle tragedie di Euripide”, relatore prof. Giulio Guidorizzi, correlatore prof. Giuseppe Zanetto. Il suo progetto di dottorato è dedicato alle scritture femminili di viaggio.

 

Borse vincolate OVI / Pegaso

 

Michele COLOMBO (Tutor: Prof. Pär Gunnar Larson)

E-mail: michele.colombo.1993@live.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Italianistica, Culture letterarie europee e Scienze linguistiche presso l’Università di Bologna nel marzo 2018 discutendo una tesi in Filologia romanza dal titolo Benvenuto da Imola, la lettura dei classici e la storia romana: Giulio Cesare nel ‘Romuleon’, relatrice: Prof.ssa Giuseppina Brunetti, correlatore: Prof. Luca Carlo Rossi (Università di Bergamo). Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio dei volgarizzamenti italoromanzi della Formula vitae honestae di Martino di Bracara.

 

Noemi PIGINI (Tutor: Prof. Claudio Lagomarsini)

E-mail: noemipigini@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia moderna nel luglio 2018 presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” discutendo una tesi in Filologia Romanza dal titolo “Gesta Karoli Magni ad Carcassonam et Narbonam. Studio ed edizione della versione occitana secondo il ms. BnF, fr. 2232” ; relatore: prof. Stefano Asperti, controrelatore: prof.ssa Anna Radaelli.

Il suo progetto di ricerca propone la recensio della tradizione manoscritta per una edizione critica del Dialogo della Divina Provvidenza di Santa Caterina da Siena.

 

Flavia GARLINI (Tutor: Prof. Paolo Squillacioti)

E-mail: flavia.garlini@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne nel Luglio 2017 presso l'Università  degli Studi di Milano, con una tesi in Filologia Romanza dal titolo "Ricerche su un settore della tradizione manoscritta di Bernart de Ventadorn (con una nuova edizione di BdT 70,7; 70,8; 70,27; 70,36; 70,41)", relatore: prof. Stefano Resconi, controrelatore: prof. Alfonso D'Agostino. Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio dei gallicismi bei cantari italiani e al rapporto con le loro fonti.

 

 

Borsa riservata a laureati stranieri

 

Ahmed Shehata Ibrahim OBEADALLAH (Tutor: Prof.ssa Simona Micali)

E-mail: ahmed_shehata@minia.edu.eg

Ha conseguito la laurea magistrale in Italianistica nell’aprile 2017 presso l’Università di Minia, Egitto, con una tesi in Italianistica dal titolo “La letteratura d’impegno in Fausto e Anna e La ragazza di Bube di Carlo Cassola”, relatore: prof. Dr/ Faten El-Ghazouli, controrelatore: Prof. Dr./ Sherif Abu El-Makarem. Il mio progetto di ricerca è dedicato allo studio di Giufà nella tradizione letteraria italiana ed araba: affinità e divergenze (studio comparato-interculturale).

Pubblicazioni:

  • La nascita e lo sviluppo della letteratura d’impegno, in "Lettere e Scienze Umanistiche", Facoltà di lettere, Università di Minia, Egitto, 2015.

In corso: 

  • Scrittura e popolo: Carlo Cassola e Ihsan Abdel Qudoous, in “Trans”.
  • Resistenza e amore in Fi baytuna ragol di Ihsan Abdel Quddous, in “SeSaMo”.

Convegni:

  • Leggere la Grande Guerra", 16,17,18 aprile 2015. Facoltà di Lettere e Filosofia, Università di Tor Vergata.
  • V Giornata di Studio intitolata "Stanislao Nievo e le scritture di viaggio", 15 aprile 2015, Facoltà di lettere e filosofia, Università di Tor Vergata.
  • Sciascia e il mondo arabo, Turchia e Iran, 23-24/11/2018, Università per Stranieri di Perugia.
XXXIII Ciclo - Filologia e Critica

Curriculum Filologia Romanza

 

Gavino SCALA (Tutor: Prof.ssa Anne Angele Schoysman)

e-mail: gavinoscala1991@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere moderne nel marzo 2016 presso l’Università degli Studi di Siena con una tesi in Filologia romanza dal titolo “Il Traittié du livre de Bruth di Jean Vaillant de Poitiers. Edizione critica e commento”,  relatore: prof. Claudio Lagomarsini, controrelatrice: prof.ssa Anne Schoysman.

Il suo progetto di dottorato è dedicato allo studio della tradizione manoscritta de “Le Livre dou gouvernement des rois et princes” di Henri di Gauchy, traduzione francese del 1282 del “De regimine principum” di Egidio Romano.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

  1. Princes et émotions: quelques remarques philologiques, linguistiques et interprétatives sur les movemenz de courage dans la première traduction française du De regimine principum, Università di Ginevra, « Moyen Âge en émoi. Neuvièmes journées d’études internationales » - Association des Jeunes Chercheurs Médiévistes de l’UNIGE, 4-5 marzo 2019.
  2. La frontière entre l’homme et l’animal: différences entre le droit naturel, le droit des animaux et le droit humain dans la première traduction française du De regimine principum, Università di Praga, XXIIIe Colloque international della Société Internationale Renardienne, 11-14 luglio 2019.
     

Federica FUSAROLI (Tutor: Prof. Stefano Pietro Luigi Asperti)

e-mail: federica.fusaroli@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia moderna presso l’Università degli Studi di Roma 'La Sapienza' nel settembre 2017 con una tesi in Filologia romanza dal titolo Saggio di lessico morale guittoniano, relatore prof. Stefano Asperti, correlatore prof. Marco Grimaldi.

Il suo progetto di ricerca propone l'edizione critica dell'inedito Libre de vicis et de vertutz, versione occitana della Somme le roi

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

1. F. Fusaroli, Sulla prima redazione della 'Vita nuova', sessione parallela Tradizione e interpretazione delle 'Rime' dantesche', Congresso dantesco internazionale, Ravenna, 24-27 maggio 2017.

 

Giuseppina OROBELLO (Tutor: Prof. Lino Leonardi)

e-mail: giusi.orobello@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne nel Luglio 2016 presso l’Università degli Studi di Milano, con una tesi dal titolo Il Canzoniere trobadorico N 2. Struttura, fonti, canone; relatore: prof.ssa Maria Luisa Meneghetti; controrelatore: prof. Dario Mantovani. Il suo progetto di ricerca è dedicato all’edizione (parziale) delle Laude di Iacopone da Todi.

Pubblicazioni:

G. Orobello, Nuove ipotesi sulla produzione e circolazione del manoscritto ambrosiano del «Roman de Troie» (D 55 sup.), in «Carte Romanze», 3/2 (2015), pp. 189-205.

 

Matteo ANZANI (Tutor: Prof. Alfonso D'Agostino)

e-mail: teoanzo@hotmail.it

Ha conseguito con pieni voti assoluti e lode la Laurea Magistrale in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Milano nel luglio 2017, discutendo una tesi in filologia romanza dal titolo Attestazioni liriche italiane antiche esterne ai canzonieri. Censimento e studio delle loro particolarità, sotto la direzione del professor Stefano Resconi, con la correlazione del professor Paolo Borsa.

Il suo progetto di dottorato è dedicato allo studio e all’edizione di un curioso prosimetro castigliano di materia troiana noto come Historia troyana polimétrica.

 

Massimo DAL BIANCO (Tutor: Prof. Lino Leonardi)

e-mail: massimo.dalbianco@yahoo.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia Moderna nel settembre 2016 presso l’Università degli Studi di Padova, con una tesi dal titolo I nani nel romanzo francese medievale; relatrice: prof.ssa Francesca Gambino; controrelatore: prof. Alvaro Barbieri.

Pubblicazioni:

M. Dal Bianco, Berta e Milon, traduzione di un frammento della Geste Francor, Repertorio Informatizzato dell’Antica Letteratura Franco-Italiana (RIALFrI) [online], marzo 2014, disponibile all’indirizzo: http://www.rialfri.eu/rialfriPHP/public/testo/testo/codice/rialfri%7CgesteFrancor_5%7C001.

 

 

Curriculum Letterature moderne

 

Simone BACCHELLI (Tutor: Prof. Pierluigi Pellini)

e-mail: simoitsp@hotmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Letterature e filologie europee presso l’Università di Pisa nel febbraio 2016 discutendo una tesi dal titolo ”Proust e il roman policier. Una lettura di A la recherche du temps perdu” sotto la guida di Gianni Iotti, Stefano Brugnolo e Hélène de Jacquelot. Vincitore del premio per gli studi letterari Paolo Zanotti 2016 patrocinato da COMPALIT è quindi membro dell’Associazione di teoria e storia comparata della letteratura.

Il suo progetto di ricerca  si propone lo studio del tema del denaro e delle transazioni finanziarie nel romanzo modernista francese.

Convegni, Conferenze, Seminari, Presentazioni:

S. Bacchelli, Saint-Loup o la giovinezza di Charlus: una figura di “doppio “funzionale nella Recherche proustiana, Seminario per Francesco Orlando, Dipartimento di Filologia Letteratura e Linguistica, Università di Pisa, 22 Maggio 2017.

 

Carola BORYS (Tutor: Prof. Guido Mazzoni)

e-mail: carola.borys@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne nel settembre 2016 presso Università degli Studi di Siena con una tesi in Estetica dal titolo Il kitsch: alcune riflessioni a partire da Benjamin, Adorno e Broch; relatore: Clemens-Carl Härle; controrelatore: Guido Mazzoni. Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio del romanzo medio nel campo letterario italiano contemporaneo.

Pubblicazioni:

1. C. Borys, Lettura del sonetto «Più morti che vivi» di Giovanni Raboni, in «Per leggere», anno XVI, n. 31, autunno 2016, pp. 23-38.

Altre attività:

Dal mese di gennaio 2016 partecipa al seminario di commento a Quare Tristis (Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature Antiche e Moderne, Università di Siena).

 

Valentina PANARELLA (Tutor: Prof. Stefano Dal Bianco)

e-mail: valentina.panarella@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia Moderna nel marzo 2016 presso L’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” con una tesi in Letteratura Italiana dal titolo Plurivocità e sistema. Sulla simbiosi folklorico letteraria ne Lo cunto de li cunti; relatore: Giancarlo Alfano; controrelatrice: Paola Zito. Il suo progetto di ricerca si concentra sul fenomeno delle riconfigurazioni d’oralità nelle poetiche ​​contemporanee.

Pubblicazioni:

1. V. Panarella, Stasi e dinamismo ne “I cavalli bianchi di Aldo Palazzeschi in AA. VV. Stile Euterpe vol. 2 Aldo Palazzeschi: il crepuscolare, l’avanguardista, l’ironico, a cura di L. Spurio, L. P. Carmina, M. Ciano, PoetiKanten Edizioni, Sesto Fiorentino, 2016, pp. 171-175.

2. V. Panarella, Alfredo Oriani: Vortice, in Il Romanzo in Italia, a cura di G. Alfano, F. De Cristofaro, Carocci, in corso di pubblicazione.

3. V. Panarella, Ignazio Silone: Fontamara, in Il Romanzo in Italia, a cura di G. Alfano, F. De Cristofaro, Carocci, in corso di pubblicazione.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

1. V. Panarella, Umberto Fiori e lantropologia, Seminario Interpoesia, Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, Santa Maria Capua Vetere, 11 novembre 2016.

2. V. Panarella, Note su una tipologia della metafora letteraria, Seminario del Corso di Laurea in Lettere e del Corso di Laurea Magistrale in Filologia Le figure retoriche tra antico e moderno, Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, Santa Maria Capua Vetere, 18 maggio 2017.

Altre attività:

Dall’anno accademico 2016/2017 cura il ciclo seminariale di poesia comparata Interpoesia, coordinando un gruppo di studio composto da studenti, laureati, dottorandi e ricercatori che promuove e approfondisce alcuni aspetti della poesia contemporanea.

 

Nicole SIRI (Tutor: Prof. Guido Mazzoni)

e-mail: nicolesiri89@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Letterature e filologie europee nel luglio 2015 presso l’Università di Pisa con una tesi dal titolo “La rappresentazione della maschilità egemone in Alla ricerca del tempo perduto”, relatore prof. Alessandro Grilli, correlatrice prof.ssa Carmen Dell’Aversano. A dicembre dello stesso anno ha conseguito il diploma di licenza in Discipline filologiche e linguistiche moderne presso la Scuola Normale Superiore.

Il suo progetto di ricerca verte sulla nuova letteratura industriale italiana.

Pubblicazioni:

1. N. Siri, Nota ai vv. 40-44 dellUltimo canto di Saffo, “Italianistica” 2012 (2), pp. 79-81

2. N. Siri, Per una descrizione del sistema verbale del lurbasco (segue), “L’Italia dialettale” LXXIII, pp. 145-168

3. N. Siri, Per una descrizione del sistema verbale del lurbasco (continuaz. e fine), “L’Italia dialettale” LXXIV, pp. 149-171

4. N. Siri, Fenoglio e Faulkner: alcuni riscontri intertestuali, “Italianistica” 2014 (2), pp. 139-143

Convegni:

1. N. Siri, Le «tournant homosexuel» de Saint-Loup: vers une déconstruction du discours du narrateur autour de la sexualité, Item [online], 1 febbraio 2016, disponibile all’indirizzo: http://www.item.ens.fr/index.php?id=579903

Altre attività:

Per l’a.a. 2017-2018 fa parte del gruppo di giovani ricercatori proustiani incaricati di organizzare il Séminaire Proust dell’ITEM (CNRS) presso l’École Normale Supérieure di Parigi.

 

Allegra TAGLIANI (Tutor: Prof.ssa Simona Micali)

e-mail: allegra.tagliani@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Italianistica, Culture letterarie europee, Scienze linguistiche nel marzo 2017 presso Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, con una tesi in critica letteraria dal titolo Danza Macabra. Le Benevole di Jonathan Littell; relatore: prof. Federico Bertoni; controrelatore: prof. Luigi Weber.

Il suo progetto di ricerca si concentra sul fenomeno della ripresa della storia nelle narrazioni contemporanee.

 

Matteo TASCA (Tutor: Prof. Guido Mazzoni)

e-mail: svampalazzo@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Italianistica nell’Ottobre 2017 presso l’Università di Pisa con una tesi dal titolo “Per altra via, per altri porti. La maturazione poetica di Giorgio Caproni”, relatore prof. Raffaele Donnarumma. Contemporaneamente ha conseguito il diploma di licenza in Letteratura e filologia moderna presso la Scuola Normale Superiore di Pisa.

Il suo progetto di ricerca verte sulla poesia italiana degli anni ‘80.

Pubblicazioni:

1.  Matteo Tasca, Un’ipotesi di salvezza negli Ossi di seppia: guida alla lettura di Casa sul mare , “In Limine” 2015, 11, pp. 25-36.

2. Matteo Tasca, “Nel centro del buio o la morte del soggetto. Analisi di Biografia sommaria, “Mosaico italiano” 2016, XIII, 149, pp. 15-23.

3. Matteo Tasca, Sarà una lotta interminabile, sanguinosa e al tempo stesso felice. Intervista a Milo de Angelis, “Mosaico italiano” 2016, XIII, 149, pp. 35-37.

Altre attività

1.  Consulenza svolta per la casa editrice Paravia (gruppo Pearson s.r.l.), consistente nella preparazione di un corso di aggiornamento per insegnanti sulla poesia contemporanea.

2. Consulenza svolta per la casa editrice Paravia (gruppo Pearson s.r.l.), consistente nell’individuare brani che permettessero di far dialogare i classici della tradizione italiana con autori del ‘900 estranei alla canonizzazione scolastica.

 

 

Progetto di ricerca a tema vincolato: “Lessicografia web-based dell'italiano antico”

 

Sara Maria FANTINI (Tutor: Prof.ssa Maria Sofia Lannutti)

e-mail: saram.fantini@libero.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Musicologia nel febbraio 2017 presso l'Università degli Studi di Pavia (sede di Cremona), con una tesi dal titolo «Lorenzo da Firenze, Opera completa: edizione critica commentata dei testi intonati e delle musiche»; relatore: prof.ssa Maria Sofia Lannutti; correlatore: prof.ssa Maria Caraci Vela.

Il suo progetto di dottorato è dedicato allo studio del ms. Paris, Bibliothèque Nationale, fonds nouvelle acquisition français 6771 (Reina).

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

1. S. M. Fantini, «Stella mi doni lume»: per un'indagine delle relazioni intertestuali tra Nicolò del Preposto e Lorenzo da Firenze. VIII Corso Internazionale di Musica Medievale, Centro Studi Europeo di Musica Medievale “Adolfo Broegg” - Spello (PG), 17-21 luglio 2017.

2. S. M. Fantini, «Sovra la riva d'un corrente fiume»: Literary and Political References in Lorenzo Masini's Madrigals. 45th Medieval and Reinassance Music Conference 2017, Praga, 3-8 luglio 2017.

3. S. M. Fantini, «Amor m'indusse ov'i' cantar sentia»: musica e poesia nell'opera di Lorenzo da Firenze. Seminario Internazionale “Ars Nova tra Musica e Letteratura: temi e problemi di filologia e critica”, Certaldo Alto (FI), 16-17 dicembre 2016.

4. S. M. Fantini, «Diverse voci fanno dolci suoni»: riferimenti musicali nella Divina Commedia. Società Dante Alighieri - Terni, 7 ottobre 2016.

Altre attività:

Dal 2016 collabora alla redazione del periodico «Medioevo Musicale. Bollettino bibliografico della musica medievale», Fondazione Ezio Franceschini, Firenze.

 

Ester BORSATO (Prof. Pär Larson)

e-mail: esterborsato@hotmail.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia e Letteratura italiana nel luglio 2017 presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia discutendo una tesi dal titolo: Il lessico navale del Libro di Michele da Rodi. Glossario dei termini marittimi e costruttivi; relatore prof. Daniele Baglioni, correlatrice prof.ssa Serena Fornasiero. Il suo progetto di ricerca mira ad ampliare lo studio del vocabolario marittimo veneziano a partire dall’analisi dei più antichi testi di costruzione navale ad oggi conosciuti.

Nel corso dei suoi studi si è occupata anche di morfologia dell’italiano antico e in particolare del fenomeno della composizione. Nel biennio 2015-2017 ha frequentato la scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica presso l’Archivio di Stato di Venezia.

Pubblicazioni:

E.Borsato, lacciare v., lacciato agg., lacceto s.m., in «Bollettino  dell’Opera del Vocabolario Italiano»,  XXI (2016), pp. 66-67, consultabili anche alle vv. corrispondenti del TLIO all’indirizzo http://tlio.ovi.cnr.it/TLIO/.

 

XXXII ciclo - Filologia e Critica

Curriculum Filologia Romanza

 

Valeria CARRIERI (Tutor: Prof. Stefano Pietro Luigi Asperti)

e-mail: vrcarrieri@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Linguistica nel luglio 2016 presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università “La Sapienza” di Roma, con una tesi in Filologia romanza dal titolo Il concetto di novità in Dante e nello Stilnovo; relatore: prof. Stefano Asperti; controrelatore: prof. Marco Grimaldi.

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio del corpus dei testi dialogici e di corrispondenza trobadorici; tutor: prof. Stefano Asperti.

 

Andrea GIRAUDO (Tutor: Prof. Lino Leonardi)

e-mail: andreagiraudo@tiscali.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Scienze linguistiche nel luglio 2012 presso l’Università di Torino, con una tesi dal titolo Prove di edizione dei sermoni valdesi: il sermone «Cristo sfidato dal diavolo» e il sermone «Tentazione di Cristo»; relatore: prof.ssa Luciana Borghi Cedrini; controrelatore: prof. Walter Meliga.

Il suo progetto di ricerca è dedicato all'edizione (parziale) delle Laude di Iacopone da Todi. Tutor: prof. Lino Leonardi; co-tutor: prof. Fabio Zinelli (École Pratique des Hautes Études).

Pubblicazioni:

Volumi

1. A. Giraudo, Sermoni valdesi medievali. I e II domenica di Avvento, Torino, Claudiana, 2016.

Articoli, recensioni, contributi in volume

  1. A. Giraudo, A Lent “Poor in Sundays”? The Case of the Waldensian Sermons, in “I sermoni quaresimali: digiuno del corpo, banchetto dell’anima. Lenten sermons: fast of the body, banquet of the soul”, a cura di P. Delcorno, E. Lombardo, L. Tromboni = «Memorie Domenicane» 48 (2017), 75-89.
  2. A. Giraudo, The Medieval Waldensian Sermons, «Przegląd Tomistyczny» XXII (2016) [ma: 2017], 249-258. Atti di Preaching and Reform in the Middle Ages (The 19th IMSSS Symposium, Cracow, 18th-22nd July 2014)
  3. A. Giraudo, The Critical Edition of the Medieval Waldensian Sermons, in «Medieval Sermon Studies», 59, 2015, pp. 74-77.
  4. A. Giraudo, Volgarizzamenti valdesi di alcuni sermoni di Iacopo da Varazze, in «Studi Medievali», 56, 2, 2015, pp. 741-787.
  5. A. Giraudo, Le vite occitane di Santa Margherita di Antiochia: su due recenti edizioni critiche, in «Zeitschrift für die Romanische Philologie», 131, 1, 2015, pp. 240-258.
  6.  A. Giraudo, M. Rivoira (a cura di), Predicazione e repressione. Processi e letteratura religiosa. Atti del LVI Convegno di Studi sulla Riforma e sui movimenti religiosi in Italia, Torre Pellice, 2-4 settembre 2016, Torino, Claudiana, in corso di stampa.
  7. A. Giraudo, Questioni intorno all’edizione dei sermoni valdesi, in Predicazione e repressione. Processi e letteratura religiosa. Atti del LVI Convegno di Studi sulla Riforma e sui movimenti religiosi in Italia, Torre Pellice, 2-4 settembre 2016, a cura di A. Giraudo e M. Rivoira, Torino, Claudiana, in corso di stampa.
  8. A. Giraudo, I sermoni valdesi, in I valdesi del Pragelatese all’epoca della crociata. Atti del XIII convegno storico del Laux, Usseaux, 6 agosto 2016, a cura di P. Pazè, in corso di stampa.

Altre attività:

Nel mese di settembre 2016 è stato membro del comitato organizzatore del convegno Predicazione e repressione. Processi e letteratura religiosa. LVI Convegno di Studi sulla Riforma e sui movimenti religiosi in Italia.

Ha partecipato al progetto e-codices dell’Università di Friburgo, CH (descrizione di codici) e collaborato con la casa editrice Claudiana (edizione di testi).

 

Filippo PILATI (Tutor: Prof. Alfonso D'Agostino)

e-mail: pilati.filippo@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in filologia romanza nel maggio 2016 presso l’Università degli Studi di Milano, con una tesi dal titolo Il florilegio trobadorico F. Studi per una classificazione e per una localizzazione; relatore: prof.ssa Maria Luisa Meneghetti; controrelatore: prof. Stefano Resconi.

Il suo progetto di dottorato è dedicato ad uno studio complessivo della ricezione italiana dei Faits des Romains e dei suoi volgarizzamenti, con particolare attenzione verso una possibile redazione veneta dell’opera; tutor: prof. Alfonso d'Agostino.

 

Silvia ROZZA (Tutor: Prof.ssa Maria Sofia Lannutti)

e-mail: silvia.rozza@tiscali.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne nel marzo 2015 presso l’Università degli Studi di Milano, con una tesi dal titolo I «Cantari di Lancillotto» e il trattamento delle fonti francesi; relatore: prof.ssa Maria Luisa Meneghetti; controrelatore: prof. Dario Mantovani.

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio della coscienza di genere all'interno del panorama lirico romanzo; tutor: prof.ssa Maria Sofia Lannutti.

Pubblicazioni:

1. S. Rozza, «Raconta il libro e lla storia verace»: i «Cantari di Lancillotto» e le strategie di ripresa della fonte (con una riconsiderazione del supposto frammento bolognese), in «Critica del Testo», in corso di stampa.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

1. S. Rozza, Dalle «prose di romanzi» all’ottava rima: i «Cantari di Lancillotto» – Seminario internazionale Cantare, poema, ciclo. La definizione di genere nella produzione poetica italiana tra XIV e XV secolo, Milano, 21-22 aprile 2015.

 

Véronique WINAND (Tutor: Prof.ssa Anne Angele Schoysman)

e-mail: veronique.winand@student.unisi.it

Ha conseguito il Master in Langues et lettres françaises et romanes nel settembre 2016 presso l’Università di Liegi (Belgio), con una tesi dal titolo Concilier l’inconciliable. La transition du cycle de Guiron le Courtois et sa tradition textuelle; relatore: prof. Nicola Morato; controrelatori: prof.sse Paola Moreno e Françoise Tilkin.

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio delle dinamiche di interciclicità e transficionnalità nelle summae arturiane in prosa; tutor: prof.ssa Anne Schoysman, in cotutela con Nicola Morato.

 

 

Curriculum Filologia e Critica

 

Edoardo CAMASSA (Tutor: Prof.ssa Tiziana De Rogatis)

e-mail: edoardokappa@hotmail.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Filosofia e forme del sapere nel novembre 2012 presso l’Università degli Studi di Pisa, con una tesi di Teoria della letteratura dal titolo La letteratura tra particolare e universale. Attraverso le classi logiche matteblanchiane; relatore: prof. Giovanni Paoletti; controrelatore: prof. Stefano Brugnolo.

Il suo progetto di ricerca si propone uno studio di taglio tematologico e comparatistico sui sovrani scatenati nell’immaginario comico moderno e contemporaneo; tutor: prof.ssa Tiziana de Rogatis, in cotutela con l’Università di Lovanio, sotto la supervisione del prof. Bart Van Den Bossche.

Pubblicazioni

  1. E. Camassa, Josef Švejk e Josef K. sul Ponte Carlo: alcune riflessioni su «Praga magica», in Angelo Maria Ripellino e altri ulissidi. Atti del Convegno di studi, Ragusa, 6-7 aprile 2016, a cura di G. Traina e N. Zago, Enna, Euno 2017, pp. 77-93.
  2. E. Camassa, Nella merce fino al collo: spunti per una lettura critica di «Superwoobinda» (in corso di stampa).
  3. E. Camassa, Non è detta l’ultima parola. Il rapporto tra testo e immagine in «Point Omega», «La carte et le territoire» e «Autopsia dell’ossessione», in «Comparatismi. Rivista della Consulta di Critica letteraria e Letterature comparate», 2 (2017), pp. 7-25.

Convegni, conferenze, seminari:

  1. E. Camassa, Da uno straniamento critico a uno straniamento ludico. Sulle «Historias de cronopios y de famas» di Julio Cortázar – Giornata su Lo straniamento, Seminario di Interpretazione Testuale dell’Università degli Studi di Pisa, Pisa, 4 novembre 2013.
  2. E. Camassa, Josef Švejk e Josef K. sul Ponte Carlo: alcune riflessioni su «Praga magica» – Convegno di studi su Angelo Maria Ripellino e altri ulissidi, Ragusa, 6-7 aprile (ma 7 aprile) 2016.
  3. E. Camassa, Il Papa nei Sonetti di Belli: tra satira e caricatura (poi: tra satira e invenzione comica) – XXI Congresso dell'Associazione Degli Italianisti (ADI) su Le forme del comico, Firenze, 6-9 settembre (ma 8 settembre) 2017.
  4. E. Camassa, Un caso di menzogna geografica nella «Chartreuse de Parme» – Graduate Conference dell’Università di Napoli «L'Orientale» su La menzogna. Le altre facce della realtà, Napoli, 19-20 ottobre (ma 20 ottobre) 2017.

Altre attività:

  1. Tra il 2011 e il 2013 ha tenuto tre lezioni all’Università di Pisa: una (su Molière, nel 2011) entro il corso di Teoria della Letteratura del prof. Stefano Brugnolo e due (rispettivamente su Molière e Cortázar, nel 2013) entro il corso di Ermeneutica e Retorica del prof. Alessandro Grilli.
  2. Nel mese di settembre 2015 è stato membro del comitato organizzatore (e ha presieduto a una sessione) del convegno Saperi umanistici nella contemporaneità. Convegno internazionale per le Scuole di Dottorato europee di Studi Letterari, Filologici, Linguistici e Artistici dell’Università degli Studi di Palermo.
  3. È stato invitato a prendere parte al retreat dell'International Network in the Comparative Humanities (INCH), tenutosi ad Atene dal 24 al 27 maggio e incentrato su Trasformazione in senso socio-politico.
  4. Il 14 novembre 2017 ha tenuto una lezione dal titolo La lezione di Freud nella teoria letteraria di Francesco Orlando entro il corso di Teoria della Letteratura dei proff. Guido Mazzoni e Pierluigi Pellini.

 

Marco CAPRIOTTI (Tutor: Prof.ssa Natascia Tonelli)

e-mail: marcocapriotti13@yahoo.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere e Filosofia nel luglio 2016 presso l'Università di Roma “La Sapienza” con una tesi dal titolo Oralità e scrittura nel sistema letterario italiano tra Sette e Ottocento; relatore: prof. Franco D’Intino; controrelatore: prof.ssa Novella Bellucci.

Il suo progetto di ricerca è rivolto allo studio sistematico del fenomeno dell’improvvisazione poetica settecentesca; tutor: prof.ssa Natascia Tonelli, in cotutela con Paris IV - Sorbonne Université, sotto la supervisione del prof. Andrea Fabiano.

Pubblicazioni:

  1. M. Capriotti, Paul Celan – Carmelo Bene. Due corpi a corpo con i significanti, in Paul Celan in Italia. Un percorso tra ricerca, arti e media 2007-2014, Atti del Convegno di studi (Roma, 27-28 gennaio 2014), a cura di D. D’Eredità, C. Miglio, F. Zimarri, Roma, Sapienza Università Editrice, 2015, pp. 309-319.
  2. M Capriotti, recensione a Melchiorre Cesarotti, Poesie, edizione critica e commento a cura di Valentina Gallo, Edizioni di Storia e Letteratura, Roma, 2016, in «Per Leggere», 34, 2018, pp. 176-177.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

  1. M. Capriotti, Dall’improvvisazione al testo: il problema delle trascrizioni nella poesia estemporanea settecentesca – Seminario di studi “Dal testo all’opera”, Università di Roma “La Sapienza”, Roma, 22-23 febbraio 2017.
  2. M. Capriotti, Il modello della laureatio petrarchesca nell’Arcadia del Settecento – Seminario annuale di studi petrarcheschi “Laureatus in Urbe”, Università degli Studi Roma Tre, Roma, 22-23 maggio 2017.
  3. M. Capriotti, La menzogna nei racconti di Guido Gozzano – Graduate conference “La menzogna. Le altre facce della realtà”, Università degli Studi di Napoli “L’Orientale”, Napoli, 19-20 ottobre 2017.

Altre attività

Tra ottobre e dicembre 2017 ha tenuto un “Seminario di metrica” (12 ore) presso il Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature Antiche e Moderne dell’Università degli Studi di Siena.

È cultore della materia per l’insegnamento di Letteratura italiana contemporanea presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Roma “La Sapienza”.

 

Giuseppe CARRARA (Tutor: Prof.ssa Daniela Brogi)

e-mail: giuseppe.carrara@outlook.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne nel luglio 2016 presso l'Università degli Studi di Milani, con una tesi dal titolo «Un virtuoso discorso». Ideologia, linguaggio e avanguardia in «Triperuno» di Edoardo Sanguineti»; relatore: prof.ssa Laura Neri; controrelatore: prof. Stefano Ghidinelli, ottenendo la valutazione di 110/110 con lode.

Il suo progetto di ricerca è dedicato alla narrativa degli anni Duemila, in una prospettiva comparata, in relazione alle recenti teorie della comunicazione e dell’informazione; tutor: prof.ssa Daniela Brogi, in cotutela con l’Université Paris Nanterre, sotto la supervisione della prof.ssa Silvia Contarini.

Pubblicazioni:

Volumi

  1. Il chierico rosso e l’avanguardia. Poesia e ideologia in Triperuno di Edoardo Sanguineti, Ledizioni, Milano 2018 (in corso di stampa).

Articoli

  1. Ricostruire l’io, il corpo, la lingua. Ideologia e mitopoiesi in "Laborintus”, «Enthymema», 15, dicembre 2016, pp. 1-27,
  2. Soggetti frattali. L’autofiction nella poesia di Ben Lerner, «L’Ulisse» 20, 2017, pp. 85-108.
  3. Per una fenomenologia dell'iconotesto narrativo ipercontemporaneo, «Comparatismi», 2, 2017, pp. 26-55.
  4. Edoardo Sanguineti: il critico, la poesia e il materialismo storico, in L. Neri (a cura di), Un’idea di poesia. L’officina dei poeti in Italia nel secondo Novecento, Mimesis, Milano 2018.
  5. Performance identitarie in Brevi interviste con uomini schifosi, «Nuova Corrente» 160 (in corso di stampa)

Convegni e seminari

  1. La letteratura dell’interregno: nuove prospettive sulla narrativa italiana contemporanea, Seminario “Littérature italienne hyper-contemporaine: tendances, inspirations, influences”, Université Paris Nanterre, 22 febbraio 2018.
  2. Ben Lerner: fine di un mondo e mondi possibili, Convegno internazionale “Il futuro della fine”, Varsavia, 4-6 dicembre 2017.
  3. Come costruire se stessi. Foster Wallace e il racconto biografico. Giornata di studi “Racconti di una vita”, Bergamo 30 ottobre 2017.
  4. “Pretend it’s fiction”. La questione della verità nella narrativa di Dave Eggers, Graduate Conference, Napoli L’Orientale, 19-20 ottobre 2017.
  5. Fotografia, realtà e irrealtà: il reportage di viaggio di Giorgio Vasta, Convegno MOD, Bologna 22-24 giugno 2017
  6. L'autofiction. Una proposta teorica. Università degli Studi di Milano, Seminario di Filosofia della Letteratura, 2 maggio 2017.

 

Ludovica DEL CASTILLO (Tutor: Prof. Guido Mazzoni)

e-mail: ludovica.delcastillo@gmail.com

Ha conseguito la Laurea magistrale in Italianistica nel marzo 2015 presso l’Università Roma Tre, con una tesi dal titolo I «Sillabari» di Goffredo Parise: dal giornale al libro (relatore: prof. Andrea Cortellessa; controrelatore: prof. Gabriele Pedullà), ottenendo la valutazione di 110/110 e lode. Ha conseguito un Master universitario in Marketing e organizzazione degli eventi presso l’Università L.U.M.S.A. di Roma, ottenendo la votazione di 110/110 e lode (a.a. 2016-17). Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio del reportage di scrittore nel secondo Novecento italiano. Tutor: prof. Guido Mazzoni, in cotutela con l’Université Paris-Sorbonne (École doctorale IV “Civilisations, Cultures, Littératures et Sociétés”) sotto la supervisione del prof. Davide Luglio.

 Pubblicazioni

  1. «Il Padrone» di Goffredo Parise (titolo provvisorio), in «L’ospite ingrato» (Rivista online del Centro interdipartimentale di ricerca Franco Fortini) (in preparazione);
  2. Franco Fortini: «Metrica e biografia», in Un’idea di poesia. L’officina dei poeti in Italia nel secondo Novecento, a cura di Laura Neri, Milano, Mimesis (in corso di stampa);
  3. La strada della letteratura olivettiana, in Almanacco 2018. La rivoluzione turistica, a cura di Nanni Balestrini, Maria Teresa Carbone e Andrea Cortellessa, Milano, alfabeta edizioni-DeriveApprodi, 2017, pp. 209-11;
  4. Tristissimi Giardini: un percorso che resiste all’evidenza, «il verri», n. 65, ottobre 2017, pp. 99-112;
  5. Goffredo Parise: una questione di vita, in «il verri», n. 64, giugno 2017, pp. 108-21;
  6. John Coltrane allo specchio, in Almanacco 2017. L’invasione aliena, a cura di Nanni Balestrini, Maria Teresa Carbone e Andrea Cortellessa, Milano, alfabeta edizioni-DeriveApprodi, 2016, pp. 295-8;
  7. Nota al testo a Tre voci escluse dai «Sillabari» (1971-78), in «Riga» (Goffredo Parise), n. 36 (2016), p. 53;
  8. Sillabari/2, in «Riga» (Goffredo Parise), n. 36 (2016), pp. 513-21;
  9. Goffredo Parise: una città di papi e topi che insegna a vivere, «Avanguardia: rivista di letteratura contemporanea», XX, n. 60 (2015), pp. 19-30; poi in Roma punto a capo, a cura di Silvana Cirillo, Roma, Ponte Sisto, 2017, pp. 227-42.

Recensioni

  1. Il Giappone di Parise, in «alfabeta2», 25 febbraio 2017 (https://www.alfabeta2.it/2017/02/25/speciale-giappone/);
  2. Anni di lotta o anni di latta?, in «alfabeta2», 22 gennaio 2017 (https://www.alfabeta2.it/2017/01/22/anni-lotta-anni-latta/);
  3. Per una «funzione Olivetti» nella Letteratura di secondo Novecento, in «alfabeta2», 05 dicembre 2015 (https://www.alfabeta2.it/2015/12/05/le-memorie-di-adriano-dalla-galassia...).

Attività correlate alla ricerca

  1. Dicembre 2015-oggi: cultore della materia in Letteratura italiana contemporanea presso la Facoltà di Filosofia Comunicazione e Spettacolo dell’Università Roma Tre;
  2. Novembre 2017: due conferenze d’approfondimento (di tre ore ciascuna) sul paesaggio nella narrativa e nel reportage Viaggio in Italia di Guido Piovene, nell’ambito del corso “Paesaggio e memoria” – Letteratura italiana contemporanea (Laurea magistrale, L-FIL-LET/11, 12 CFU), tenuto dal prof. Andrea Cortellessa presso la facoltà di Filosofia Comunicazione e Spettacolo dell’Università Roma Tre;
  3. Giugno-novembre 2017: collaboratrice alla curatela della mostra Je voudrais savoir (su Franco Fortini e la delegazione italiana in Cina del 1955), novembre 2017-gennaio 2018, Santa Maria della Scala (Siena).

Convegni, Colloqui, Giornate di Studi ecc.

  1. Il reportage come fotografia in scrittura: la Cina di Barthes, Fortini e Parise, relazione presentata al convegno annuale COMPALIT, Schermi. Rappresentazioni, immagini, transmedialità (Verona, 18-20 dicembre 2017);
  2. Gli «Artisti» di Goffredo Parise, relazione presentata al convegno annuale MOD, La modernità letteraria e le declinazioni del visivo (Bologna, 22-24 giugno 2017).

 

Maria Chiara MORIGHI (Tutor: Prof.ssa Simona Micali)

e-mail: mariachiara.mor@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia Moderna (curr. Teoria e Critica Letteraria) nel marzo 2014 presso l'Università degli Studi di Padova, con una tesi dal titolo Da Schmitz a Svevo: la mediazione della critica francese. Edizione commentata del carteggio Svevo-Larbaud-Crémieux-Comnène (relatore: prof. Emanuele Zinato; controrelatore: prof. Attilio Motta) ottenendo la valutazione di 110/110 e lode.

Il suo progetto di ricerca è dedicato alla realizzazione di un’edizione commentata di ulteriori carteggi appartenenti alla corrispondenza epistolare di Italo Svevo; tutor: professoressa Simona Micali, in cotutela con l’Université François Rabelais di Tours, sotto la supervisione della professoressa Maria Cristina Terrile.

Pubblicazioni

In rivista:

Valery Larbaud mediatore intellettuale nella fortuna postuma di Italo Svevo. Lettere di Livia Veneziani a Valery Larbaud, in «Studi Francesi», settembre-dicembre, fascicolo 177, 2015, pp. 510-514.

Convegni e seminari

- Convegno Internazionale Canone Culturale. Canone Letterario. Canone Linguistico, Comunicazione e cultura nella Romània europea (VIa edizione) tenutosi a Timișoara (Romania) dal 16 al 17 giugno 2017 ed organizzato dal Centro di Studi Romanzi di Timisoara (CSRT) della Facoltà di Lettere, Storia e Teologia dell'Università di Ovest di Timisoara, in collaborazione con l'Università di Szeged (Ungheria). Partecipazione con il contributo dal titolo «Non esiste un’unanimità più perfetta del silenzio». Dalle lettere di Svevo, la prospettiva di un escluso. In corso la pubblicazione degli Atti.

- Convegno Il personaggio nella letteratura italiana del Novecento, tenutosi a Spalato (Croazia) il 26-27 ottobre 2017. Partecipazione con il contributo dal titolo Il dialogo impossibile: l’isolamento del personaggio tra fraintendimento e silenzio.

Recensioni

Recensione a Mario Sechi, Una saggezza selvaggia. Italo Svevo e la cultura europea nel vortice della Krisis (Carocci, 2016), «Oblio-Osservatorio bibliografico della letteratura italiana otto-novecentesca», n. 25/2017.

Attività didattica

Quattro ore di didattica integrativa tenute agli studenti di Letteratura italiana A/LS (Università di Siena), dedicate all’attività epistolare e novellistica di Italo Svevo.

XXXI ciclo - Filologia e Critica

Curriculum Filologia romanza

 

Vittoria BRANCATO (Tutor: Prof. Lino Leonardi)

e-mail: vittismog@hotmail.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia romanza nel luglio 2015 presso l’Università degli Studi di Siena con una tesi dal titolo Copisti e revisori. Un manoscritto problematico del Perceval di Chrétien de Troyes; relatore il prof. Claudio Lagomarsini, controrelatrice la prof.ssa Anne Schoysman.

Il suo progetto di dottorato è dedicato ad edizione critica e commento delle Canzoni morali di Guittone d’Arezzo; tutor: prof. Lino Leonardi, in cotutela con l’École Pratique des Hautes Études di Parigi, sotto la supervisione del prof. Fabio Zinelli.

Pubblicazioni:

1. V. Brancato, Un’edizione da rifare: la vita di Santa Elisabetta in volgare, in «BOVI» (Bollettino dell’Opera del Vocabolario Italiano), in corso di stampa.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

1. V. Brancato, Per una nuova edizione delle canzoni morali – Convegno Guittone morale. Tradizione e interpretazione, Sapienza, Università di Roma, 28-29 novembre 2016.

Altre attività:

Dal 1 febbraio al 30 giugno 2016 è stata redattrice del TLIO: Tesoro della Lingua Italiana delle Origini, presso l’OVI (Opera del Vocabolario Italiano).

Dal dicembre 2012 partecipa al gruppo di ricerca LAI (Legenda aurea in Italiano).

 

Andrea TONDI (Tutor: Prof.ssa Maria Luisa Meneghetti)

e-mail: tondi.andrea@alice.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia Moderna nel 2015 presso l’Università degli Studi di Padova con una tesi dal titolo Metamorfosi di avventure: esempi di riscrittura nelle Continuazioni di Perceval; relatore: prof. Alvaro Barbieri, correlatore: prof. Fabio Zinelli (Ecole Pratique des Hautes Etudes).

Il suo progetto di dottorato è dedicato alla mise en prose L della Chanson de la croisade contre les albigeois. L'obiettivo della ricerca è quello di proporre un'edizione critica del testo, accompagnata da uno studio comparativo con l'originale in versi e da un approfondimento linguistico del testo visto lo status incerto in cui l'opera versa; tutor: prof.ssa Maria Luisa Meneghetti, in cotutela con l’École Pratique des Hautes Études di Parigi, sotto la supervisione del prof. Fabio Zinelli.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

1. A. Tondi, La tour et l'aventure: matiére arthurienne, romanesque et décor médiéval en Stephen King, Roberto Recchioni et Hermann – Convegno Jouer à la flamme bien moyenâgeuse: médiévisme dans la culture populaire contemporaine, Albi, 25-26 novembre 2016.

2. A. Tondi, Metamorfosi di avventure: un caso di riscrittura nelle Continuations di Perceval – Seminario di Filologia Romanza, Fondazione Ezio Franceschini, Firenze, 7 giugno 2016.

Altre attività:

Nel mese di settembre 2016 ha partecipato alla Sommerschule di Critica Testuale dell'Università di Klagenfurt come collaboratore alla futura edizione di una lauda.

Da gennaio a giugno 2016 ha partecipato al progetto DEMM.

 

 

Curriculum Italianistica e Comparatistica

 

Alessia VALENTI (Tutor: Prof.ssa Natascia Tonelli)

e-mail: alessiavalenti09@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Letteratura Italiana nel 2015 presso l'Università degli Studi di Siena con una tesi dal titolo Petrarca, le Epystole. Proposte per una lettura; relatore: prof.ssa Natascia Tonelli; controrelatore: prof. Stefano Dal Bianco.

Con il suo progetto di ricerca intende proseguire le indagini avviate in sede di tesi magistrale; tutor prof.ssa Natascia Tonelli, in cotutela con l'Université Paris III – Sorbonne Nouvelle sotto la supervisione del prof. Philippe Guérin.

Pubblicazioni:

  1. A. Valenti, recensione a Lessico Critico petrarchesco, a cura di L. Marcozzi e R. Brovia, Roma, Carocci, 2015, in «Per Leggere», 31, 2016, pp. 216-218.
  2. A. Valenti, recensione a C. Lagomarsini, Lais, épîtres et épigraphes en vers dans le cycle de Guiron le Courtois, Paris, Classiques Garnier, 2015, in «Per Leggere», 31, 2016, pp. 215-216.
  3. A. Valenti, recensione a R. degli Albizzi, Rime, a cura di A. Decaria, Firenze, Franco Cesati, 2015, in «Per Leggere», 30, 2016, pp. 139-141.
  4. A. Valenti, recensione a G. Boccaccio, Decameron,a cura di A. Quondam, M. Fiorilla, G. Alfano, Milano, Bur, 2013, in «Per Leggere», 26, 2014, pp. 204-207.
  5. A. Valenti, recensione a R. Apugliese, Rime, a cura di F. Sanguineti, Roma, Salerno, 2013, in «Per Leggere», 26, 2014, pp. 190-191.
  6. A. Valenti, Prime note su Francesco Negri, in «Petrarchesca», V, 2016, in corso di stampa.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

  1. A. Valenti, La traduzione delle Epystole tra riscritture e letture antologiche: primi appunti – Seminario Tradurre Petrarca. Seminario di Filologia moderna, Bologna, 22 novembre 2016.
  2. A. Valenti, Il libro delle Epystole: alcune propostePer il Petrarca latino: opere e traduzioni nel tempo. Seminario conclusivo del Progetto PRIN 2010-2011 (Unità di Siena), «Nuove frontiere della ricerca petrarchesca: ecdotica, stratificazioni culturali, fortuna», Siena, 6-8 aprile 2016.

Altre attività:

6-8 aprile 2016: membro del comitato organizzatore del Seminario Per il Petrarca latino: opere e traduzioni nel tempo.

Nel mese di gennaio 2016 ha collaborato al Progetto PRIN 2010-11 – Nuove frontiere della ricerca petrarchesca: ecdotica, stratificazioni culturali, fortuna, con il ruolo di correttrice di bozze.

Dal mese di gennaio 2015 partecipa al Seminario Petrarca (Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature Antiche e Moderne, Università degli Studi di Siena).

 

Marco VILLA (Tutor: Prof. Stefano Dal Bianco)

e-mail: marco1villa1@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale in Letteratura italiana nel luglio 2015 presso l'Università degli Studi di Siena, con una tesi dal titolo La sintassi di “Somiglianze” di Milo De Angelis (relatore: prof. Stefano Dal Bianco; controrelatore: prof. Guido Mazzoni), ottenendo la valutazione di 110/110 e lode e la dignità di stampa.

La sua tesi di dottorato, che ha come tutor il prof. Stefano Dal Bianco,  è dedicata allo studio della ripetizione lessicale nella poesia italiana del primo Novecento, e sarà svolta in cotutela con l'Université de Lausanne, sotto la supervisione del prof. Niccolò Scaffai.

Pubblicazioni:

  • Strategie argomentative in Quare tristis e nei sonetti di Giovanni Raboni, in «Stilistica e metrica italiana», XVIII (2018), 18 (in corso di stampa).
  • Giovanni Raboni: per un corpo a corpo con la realtà, in L. Neri (a cura di), Un'idea di poesia. L'officina dei poeti in Italia nel secondo Novecento, Mimesis, Milano 2017, pp. 185-206.
  • Da qualche anno cerco di invecchiare. Lettura per un commento a Quare tristis, in «Per Leggere», XVI (autunno 2016), 31, pp. 37-62.
  • L'ordine di Milo De Angelis (Somiglianze). Una lettura, in «Per Leggere», XVI (primavera 2016), 30, pp. 71-88.

Recensioni

  • Il paziente crede di essere di Marco Giovenale, Roma, Gorilla Sapiens, 2016, in «Mosaici. Learned Online Journal of Italian Poetry» (settembre 2016).
  • «Intervallo e fine». Commento a una sezione di Somiglianze (1976) di Milo De Angelis, a cura di F. Jermini, «Quaderni di Per Leggere», Strumenti 16, Lecce, Pensa Multimedia Editore, 2015, in «Per Leggere», XV ( autunno 2015), 29, pp. 187-188.

 

Attività correlate alla ricerca

Dal mese di gennaio 2016 partecipa al seminario di commento collettivo a Quare tristis di Giovanni Raboni, diretto dalla professoressa Natascia Tonelli.

Nell'anno accademico 2015-2016, ha svolto 10 ore di didattica integrativa nell'ambito del corso di Letteratura italiana contemporanea della professoressa Natascia Tonelli.

XXX ciclo - Filologia e Critica

Curriculum Filologia romanza

 

Davide BATTAGLIOLA (Tutor: Prof.ssa Maria Luisa Meneghetti)

e-mail: d.batta@hotmail.it; davide.battagliola@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere nel febbraio 2014 presso l'Università degli Studi di Milano, con una tesi dal titolo La «Bounté des femmes»: edizione critica e commento filologico-letterario di un poemetto filogino medievale; relatore: prof.ssa Maria Luisa Meneghetti; correlatore: dott. Roberto Tagliani.

Il suo progetto di dottorato è dedicato alle traduzioni romanze del compendio di filosofia morale noto col titolo di Moralium dogma philosophorum; particolare attenzione sarà riservata al Libro di Costumanza e alle sue numerose redazioni inedite.; tutor: prof.ssa Maria Luisa Meneghetti, prof. Dominique Boutet e prof.ssa Pilar Lorenzo Gradín.

Pubblicazioni:

  1. D. Battagliola, Processo alle donne: considerazioni lessicali, tematiche e filologiche sulla «Bounté des femmes» anglo-normanna (fine XIII secolo), in «Romania», in corso di stampa.
  2. D. Battagliola, Un nuovo testimone padano-orientale del «Libro di Costumanza», in «Filologia e critica», in corso di stampa.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

  1. D. Battagliola, La tradizione italiana del «Livre de Moralitez» – Seminario di filologia romanza, Fondazione Ezio Franceschini, Firenze, 10 maggio 2016.

Altre attività:

È cultore della materia per gli esami di Filologia Romanza presso l'Università degli Studi di Milano

 

Matteo LUTI (Tutor: Prof. Fabrizio Cigni)

e-mail: matteo.luti@gmail.com; matteo.luti@studenti.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Lingua e Letteratura italiana a maggio 2014 presso l’Università di Pisa, con una tesi dal titolo: Le scritture della Storia nei romanzi antico francesi di materia classica del XII secolo; relatore: prof. Fabrizio Cigni, controrelatore: prof. Marcello Ciccuto.

Il suo progetto di ricerca è dedicato al volgarizzamento dei Trattati morali di Albertano da Brescia secondo Andrea da Grosseto (studio della tradizione e proposta di una nuova edizione critica); tutor: prof. Fabrizio Cigni, sotto la supervisione del prof. Fabio Zinelli.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

  1. M. Luti, «De le questioim de Boecio». La traduzione genovese della Consolacion di Jean de Meun – Convegno internazionale «Agnoscisne me?» Diffusione e fortuna della Consolatio philosophiae in età medievale, Università di Verona, 18-20 gennaio 2016.

Altre attività:

Dal febbraio all’ottobre 2016 è stato Redattore del TLIO: Tesoro della Lingua Italiana delle Origini presso l’OVI (Opera del Vocabolario Italiano).

Nel febbraio 2016 è stato membro del comitato organizzatore del convegno Tradizione e circolazione dei testi di materia arturiana in Europa, Giornate di Studio della Société Internationale Arthurienne, Università di Pisa, 11-12 febbraio 2016.

 

 

Curriculum Italianistica e Comparatistica

 

Chiara LICATA (Tutor: Prof.ssa Gianfranca Balestra)

e-mail: chiaralicata3@gmail.com; chiara.licata@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne nel (luglio 2014) presso l'Università degli Studi di Siena, con una tesi dal titolo alice Munro e la dimensione del racconto (relatore: prof.ssa Gianfranca Balestra; controrelatore: prof.ssa. Daniela Brogi), ottenendo la valutazione di 110/110 e lode. Il suo progetto di ricerca, che ha come tutor la professoressa Gianfranca Balestra, è dedicato allo short story cycle angloamericano, e sarà svolto in cotutela con l’Università di Tolosa, sotto la supervisione della prof.ssa Héliane Ventura.

Pubblicazioni:

  1. I racconti di Alice Munro, in «Allegoria», anno XXVI, gennaio/dicembre 2014, pp. 380-392
  2. From Coast to Coast : identity, memory and geography in Alice Munro’s The View from Castle Rock », Actes du Colloque International « Formes brèves et modernité », Université de Nantes, 26-27 Janvier 2017 (In corso di pubblicazione)

Recensioni

  1. Le forme della brevità, in «Allegoria», anno XXVI, gennaio/dicembre 2014, p.432

Convegni, Colloqui, Giornate di Studi

  1. Alice Munro and the Canadian Short Story Cycle, relazione presentata alla Conferenza Internazionale « Short Fiction: Co-texts and Contexts – Le Récit Bref: Co-textes et Contexts. » Conference internationale European Network for Short Fiction Research (ENSFR) organizzata dal KU Leuven Department of Literary Studies, e dal Leuven Centre for Irish Studies 4/6 Maggio 2017
  2. Reshaping a genre : the short story cycle between unity and fragmentation, relazione presentata alla giornata di studi CAS prganizzata dall’ l’Université de Toulouse 2 Jean Jaurès
  1. From Coast to Coast : identity, memory and geography in Alice Munro’s The View from Castle Rock, relazione presentata al Convegno Internazionale « Formes brèves et modernité », organizzato da Walter Zidaric e Agnès Blandeau, Université de Nantes, 26-27 gennaio 2017

 

Silvia LITTERIO (Tutor: Prof. Stefano Carrai)

e-mail: silvialitt@gmail.com; silvia.litterio@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Lingua e Letteratura italiana nel 2014 presso l’Università di Pisa, con una tesi dal titolo Canti carnascialeschi, ballatette e rispetti, con un testo nenciale, a Firenze tra XV e XVI secolo: una edizione (quasi) ignota della British Library; relatori: prof. Giorgio Masi e prof. Alessio Decaria.

Il suo progetto di ricerca è dedicato all’approfondimento degli argomenti trattati in sede di tesi magistrale.

Pubblicazioni:

  1. S. Litterio, Le ballatette come ludus letterario della brigata laurenziana: i componimenti ‘omocefali’, in corso di pubblicazione negli atti del seminario di studi che si è svolto presso l’Università La Sapienza di Roma dal 22 al 23 febbraio 2017.
  2. S. Litterio, recensione a L. Bellomo, Ritmo, metro e sintassi nella lirica di Lorenzo de’ Medici, Padova, Libreria Universitaria, 2016, in «Italianistica. Rivista di letteratura italiana», II, 2017, in corso di stampa.
  3. S. Litterio, I nomi come serbatoi semantici in «Alla periferia» di Carlo Cassola, in «Nominatio» in Grazia Deledda e in Carlo Cassola. Prove di ricerca, a cura di M.G. Arcamone e L. Pisano, Pisa, ETS, in corso di stampa.
  4. Voci Morina, Morìa, Orticello, Orticino, Ortivo, Orto (1), Ortolana, Ortolano, Pràtica, Pràtico, Ricadìa, Sghignare, Shignazzare, Smanceroso, Smancerìa, Smancévole, Tasca, Taschetta, Taschetto, Tascoccia, Tascoccio, Tascuccia, Trapiantare, Traspiantamento, Traspiantazione, Vagheare, Vagheggerìa, Vagheggiamento, Vagheggiare, Vagheggiatore, Vagheggiatrice, Vagheggio, Vaghetto, Vaghezza del Tesoro della lingua italiana delle origini (TLIO), in corso di pubblicazione online nel sito dell’Istituto CNR Opera del Vocabolario Italiano all’indirizzo http://tlio.ovi.cnr.it/TLIO/ – ISSN: 2240-5216.
  5. Voci Liscente, Lisciamento, Lisciatrice, Lisciatura, Liscio (1), Liscio (2), Pianta, Piantagione, Piantamento, Piantare, Piantato, Piantatore, Piantatura, Pianterella, Pianticella, Piantire del Tesoro della lingua italiana delle origini (TLIO), pubblicate online nel sito dell’Istituto CNR Opera del Vocabolario Italiano all’indirizzo http://tlio.ovi.cnr.it/TLIO/ – ISSN: 2240-5216.
  6. Voci Lisciamento, Lisciatrice, Liscio (1), Liscio (2) del Tesoro della lingua italiana delle origini (TLIO), pubblicate in Scelta di voci del Tesoro della lingua italiana delle origini (diciannovesima serie), in «Bollettino dell’Opera del Vocabolario Italiano», XXI, 2016, pp. 71-72.
  7. S. Litterio, recensione a L. Pulci, Sonetti extravaganti, edizione critica a cura di A. Decaria, Firenze, SEF, 2013, in «Italianistica. Rivista di letteratura italiana», I, 2016, pp. 209-211.
  8. S. Litterio, Una sine notis fiorentina della British Library: una cornice contrastampata ed altri elementi utili per la datazione, in «Italianistica. Rivista di letteratura italiana», III, 2015, pp. 55-60.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

  1. S. Litterio, Le ballatette come ludus letterario della brigata laurenziana – Seminario di studi Dal testo all’opera, Roma, 22-23 febbraio 2017.
  2. S. Litterio, I frontespizi xilografici delle prime raccolte delle rime volgari della cerchia laurenziana – XX Congresso ADI La letteratura italiana e le arti, Napoli, 7-10 settembre 2016.
  3. S. Litterio, L’economicità dei toponimi in «Alla periferia» (1942/1962) di Carlo Cassola – XVIII Convegno Internazionale di Onomastica & Letteratura, Pisa, 14-16 novembre 2013.

Altre attività:

Dal mese di febbraio 2016 è redattrice del TLIO: Tesoro della Lingua Italiana delle Origini, presso l’Istituto CNR Opera del Vocabolario Italiano (OVI).

Dal mese di gennaio 2015 collabora in qualità di redattrice a «Italianistica. Rivista di letteratura italiana» Fabrizio Serra editore, Pisa-Roma.

XXIX ciclo - Filologia e Critica

Curriculum Filologia e critica

 

Elda DE SANTIS (Tutor: Prof.ssa Annalisa Nesi)

e-mail: elda.desantis@gmail.com

Si è laureata nel settembre 2013 presso l'Università degli Studi di Siena in Letteratura e filologia moderne (LM-14) con una tesi in Storia della lingua italiana dal titolo Una raccolta di etnotesti sulla corilicoltura a Monteforte Irpino: cultura materiale, dialetto, lingua d’uso; relatrice: prof. Annalisa Nesi, controrelatore: prof. Edgar Radtke.

Il suo progetto di ricerca, svolta in cotutela con l'Università di Heidelberg nell'ambito della Linguistica italiana ha come titolo provvisorio L'italiano di Avellino. Oltre a tratteggiare un quadro sociolinguistico della realtà avellinese, si propone di fornire un'analisi fonetica, morfosintattica e lessicale dell'italiano colloquiale di Avellino. Tale descrizione si fonderà su brani di parlato libero e su dati raccolti sul campo in seguito all'elaborazione di un questionario appositamente ideato, tenendo conto delle caratteristiche specifiche di questo italiano regionale. Tutor: Annalisa Nesi (Università degli Studi di Siena), Edgar Radtke (Università di Heidelberg).

Pubblicazioni:

1. Dal parlato allo scritto: riflessioni sulla trascrizione dell’oralità in area campana, in Dialetto parlato, scritto, trasmesso, a cura di G. Marcato, Padova, Cleup, 2015, pp. 461-468.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

  1. E. De Santis, Il parlante avellinese di fronte alle varietà dell'italiano e al dialetto – I giornata dell'ASLI per i dottorandi, Accademia della Crusca, 26-27 novembre 2015.
  2.  E. De Santis, Lingua e dialetto in due vocabolari dei dialetti irpini – Colloque international de linguistique romane en l'honneur de F.D. Falcucci Lexicographie dialectale et etymologique, Università di Corsica, 28-30 Octobre 2015.
  3. E. De Santis, Dal parlato allo scritto: riflessioni sulla trascrizione dell'oralità in area campana – Convegno internazionale di studio Dialetto: parlato, scritto, trasmesso, indetto dall’Università degli Studi di Padova, Sappada/Plodn, 2-5 luglio 2014.
  4. E. De Santis, Memoria linguistica e memoria antropologica – Seminario dottorale Memoria e oblio nella letteratura occidentale, Siena, 28-29 maggio 2014.
  5. V. Cavalloro, E. De Santis, Incontro con Marco Vichi, autore di La forza del destino – Appuntamento del ciclo di incontri LunedìLibri: autori toscani presentati da giovani letterati. Rassegna culturale organizzata dall’Assessorato alla Cultura del comune di Siena in collaborazione con l’Università degli Studi di Siena, Biblioteca comunale degli Intronati di Siena, 16 aprile 2012.

Altre attività:

È stata visiting Ph.D. candidate per il Michaelmas Term 2014/2015 presso il Dipartimento di italianistica dell’Università di Cambridge (tutor: prof Adam Ledgeway).

Ha preso parte alla 17a e 18a edizione dei corsi estivi di dialettologia e linguistica storica, presso il Centro di studi di dialettologia e etnografia di Bellinzona (Svizzera), diretto dal prof. Franco Lurà.

È schedatrice per BiGLI (Bibliografia generale della Lingua e della Letteratura italiana) - Salerno editrice / Centro Pio Rajna.

Nel periodo di marzo-giugno 2013 ha lavorato presso l’Italienzentrum der Universität Heidelberg - Centro studi italiani.

Nel periodo di settembre 2012-febbraio 2013 ha fatto parte del gruppo di ricerca LinCi – La lingua delle città (PRIN 2008), con il ruolo di elaborazione dei dati relativi alla città di Grosseto.

Nel periodo di ottobre 2010-marzo 2012 ha collaborato con il gruppo di ricerca CaLiTraT – La castanicoltura e i suoi prodotti: lingua e tradizione in Toscana (PAR Progetti 2006), con il ruolo di ricerca di corrispettivi in lingua media e comune per le denominazioni dialettali emerse, e conseguente redazione della lista di parole-chiave d’accesso al database del progetto.

 

Francesco DIACO (Tutor: Prof. Guido Mazzoni)

e-mail: fg.diaco@gmail.com

Si è laureato presso l'Università degli Studi di Siena in Letteratura e Filologia Moderne (LM-14) a settembre 2013 con la tesi Dialettica e speranza. Tempo e poesia in Franco Fortini; relatori: prof. Guido Mazzoni, dott. Luca Lenzini; controrelatore: prof. Stefano Carrai).

Nell’ambito del dottorato (in cotutela con l’Università di Losanna) sta proseguendo e approfondendo gli studi sull’opera dell’intellettuale fiorentino; tutor: prof. Guido Mazzoni e Niccolò Scaffai.

Pubblicazioni:

Volumi

1. F. Diaco, Dialettica e speranza. Sulla poesia di Franco Fortini, Macerata, Quodlibet, 2017, in corso di stampa.

Articoli, recensioni, contributi in volume

  1. F. Diaco, Inediti fortiniani sulla Cina, in «L’ospite ingrato», 6, in corso di stampa.
  2. F. Diaco, Una crisi agli albori della guerra: «Racconto fiorentino» di Franco Fortini. Atti del Convegno Letteratura e crisi, in corso di stampa.
  3.  F. Diaco, Le venature del verbo. Teoria della letteratura e poetica in Valerio Magrelli, in «Italian Poetry Review», 12, 2017, in corso di stampa.
  4. F. Diaco, La dolcezza di Erminia, il coraggio di Clorinda. Sulla poesia di Cristina Alziati, in «Italian Studies», 72, 1, febbraio 2017, in corso di stampa.
  5. F. Diaco, Tra le poesie “scartate” di Franco Fortini, «L’ospite ingrato online», in corso di pubblicazione.
  6. F. Diaco, recensione a F. Fortini, I confini della poesia, a cura di L. Lenzini, in «Allegoria», in corso di stampa.
  7. F. Diaco, Riflessioni sul primo Magrelli, in «Ticontre. Teoria Testo Traduzione», VI, 2016.
  8. F. Diaco, Per una rilettura delle Canzonette del Golfo, in «L’ospite ingrato online», 28 gennaio 2016.
  9.  F. Diaco, Trasformare le Erinni in Eumenidi: Fortini, il Surrealismo e la cultura francese, in Francia e Italia (1956-1967). Lingua, letteratura, cultura, a cura di U. Perolino, L. Martinelli, A. Giacone e M. Maffioletti, Lanciano, Carabba, 2016.
  10.  F. Diaco, Le funzioni dell’intertestualità dantesca nella poesia di Fortini, in «Giornale storico della letteratura italiana», CXXXIII, 193, fasc. 642, 2016.
  11. F. Diaco, recensione a «Come ci siamo allontanati». Ragionamenti su Franco Fortini, a cura di L. Carosso e P. Massari, in «L’ospite ingrato online», 20 settembre 2016.
  12. F. Diaco, La storia in Franco Fortini: l’io e i destini generali, in «Transpostcross», IV, 1, 2014.
  13. F. Diaco, «Soffiando la polvere». Sull’attualità di Franco Fortini, in «il lavoro culturale», 6 dicembre 2014.
  14. F. Diaco, recensione a C. Alziati, Come non piangenti, Milano, Marcos y Marcos, 2011, in «Mosaici. Learned Online Journal of Italian Poetry», 30 November 2014.
  15. 15. F. Diaco, recensione a V. Magrelli, Il sangue amaro, Torino, Einaudi, 2014, in «L’immaginazione», XXX, n. 281, maggio-giugno 2014.
  16. F. Diaco, Autori e intenzioni, recensione a Intenzione e iniziativa di Roberto Talamo, «L’ospite ingrato online», 19 febbraio 2014.
  17. F. Diaco, recensione a Lingua e identità a 150 anni dall’unità d’Italia, a cura di M. Brera e C. Pirozzi, Firenze, Cesati, 2012, in «Rivista di Studi Italiani», XXXI, 1, 2013, pp. 1019-1023.
  18. F. Diaco, Poesia e società. Conversazione con Valerio Magrelli, «Le parole e le cose. Letteratura e realtà», 24 settembre 2012 (poi in «Años diez. Revista de poesia», I, n. 0, giugno 2014, traduz. Juan Carlos Reche).

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

  1. F. Diaco, Dialettica e tragedia nell’opera di Franco Fortini – Convegno annuale Compalit Maschere del tragico, Venezia, 14-16 dicembre 2016.
  2. F. Diaco, Franco Fortini e Dante – Convegno internazionale Varia fortuna di Dante, CUSO, Ascona, Monte Verità, 15-17 ottobre 2015.
  3. F. Diaco, Il carteggio Fortini-Sereni – Giornate dei dottorandi, Unil, Losanna, 30 giugno 2015.
  4. F. Diaco, Il carteggio Fortini-Sereni – AATI Conference, Università per Stranieri di Siena, Siena, 22-26 giugno 2015.
  5. F. Diaco, «E la natura guardai con impazienza» (B. Brecht). Il ruolo del paesaggio nella poesia di Franco Fortini – Convegno annuale MOD Geografie della modernità letteraria, Perugia 10-13 giugno 2015.
  6. F. Diaco, Fortini e Sereni di fronte alla guerra. Utopia e prigionia – Italian Graduate Student Conference La guerra e l’Italia, UCLA, Los Angeles, 23-24 gennaio 2015.
  7. F. Diaco, I cani del Sinai – Appuntamento del ciclo di iniziative Memorie per dopodomani, Centro studi Franco Fortini, Siena, 30 novembre 2014.
  8. F. Diaco, Il ruolo di Franco Fortini nell’ambito delle relazioni tra cultura italiana e cultura francese degli anni ‘50 e ’60 – Convegno France et Italie (1956-1967), Université Stendhal, Grenoble, 27-28 novembre 2014.
  9. F. Diaco, Memorie dantesche in Franco Fortini – Seminario dottorale Memoria e oblio nella letteratura occidentale, Università di Siena, 28-29 maggio 2014.

Altre attività:

È membro del comitato scientifico del Centro Studi Franco Fortini e della redazione della rivista «L’ospite ingrato online».

 

 

Curriculum Filologia romanza

 

Danilo APRIGLIANO (Tutor: Prof.ssa Maria Luisa Meneghetti)

e-mail: danilo.aprigliano@gmail.com

Ha conseguito nel 2013 la laurea magistrale in Lettere moderne, curriculum filologico, presso l’Università degli Studi di Milano con tesi in Filologia romanza dal titolo Memoria scritta e parlata. Stile e modelli nei Ricordi di Loise De Rosa; relatrice: prof.ssa Maria Luisa Meneghetti.

Attualmente è PhD Student presso la Scuola di dottorato in Filologia e critica dell’Università degli Studi di Siena con progetto di ricerca in filologia romanza dal titolo: Watriquet de Couvin poeta e moralizzatore. L’educazione del principe e la filosofia di corte. Con un saggio di edizione critica del «Mireoir aus Princes»; tutor: prof.ssa Maria Luisa Meneghetti.

 

Vicenzo CASSÌ (Tutor: Prof.ssa Monica Longobardi)

e-mail: valensvallensis@gmail.com vincenzo.cassi@unisi.it

Ha conseguito la laurea specialistica in Linguistica italiana e civiltà letterarie (classe 16/S) presso l’Università di Bologna nell'ottobre 2010, con una tesi in Filologia Romanza dal titolo Un nuovo testimone dell’Histoire ancienne jusqu’à César nell’Archivio di Stato di Modena. Saggio di edizione; relatore prof. Luciano Formisano, correlatore prof. Armando Antonelli.

La sua attuale ricerca riguarda lo studio ed edizione del Cantare di Giusto Paladino; tutor: prof.ssa Monica Longobardi (Università degli Studi di Ferrara).

Pubblicazioni:

Articoli, recensioni, contributi in volume

  1. V. Cassì, La storia delle edizioni dei Memoriali: dal «Chartularium» all’edizione integrale del «Memoriale» di Enrichetto delle Querce, in I Memoriali del Comune di Bologna. Storia, diritto, letteratura, a cura di M. Giansante, Bologna, Il Chiostro dei Celestini-Amici dell’ASBo, in corso di stampa.
  2. A. Antonelli, V. Cassì, Documenti non bolognesi prodotti a Bologna alla luce delle riflessioni linguistiche proposte da Dante nel «De vulgari eloquentia» a proposito del volgare bolognese, in «Atti e Memorie, Deputazione di Storia Patria per le Province di Romagna», in corso di stampa.
  3. V. Cassì, Prolegomena all’edizione della «Vita del beato Ugo», testo inedito in volgare pisano, in «Carte Romanze», IV/1, 2016, pp. 111-145.
  4. A. Antonelli, V. Cassì, Brandelli d’epica. II. Il «Foucon de Candie», in «Francigena», II, 2016, pp. 1-34.
  5. M. Bürgel, V. Cassì, C. Dusio, M. Scuderi, E. Stefanelli, I Dieci comandamenti, gli Articoli di fede e i Sette sacramenti: un primo sondaggio sui “Testi paralleli” nelle aree romanze, in De diz comandamenz en la lei. Le décalogue anglo-normand selon le manuscrit BL Cotton Nero A.III : texte, langue et traditions, Heidelberg, Winter, 2015, pp. 121-224.
  6. V. Cassì, Lasso, qual ha di me più avversa sorte ? Una sconosciuta rima di Antonio Fregoso emersa dall’Archivio di Stato di Bologna, in «Letteratura italiana antica», XVI, 2015, pp. 201-210.
  7. V. Cassì, L’estimo di Niccolò Borromei (Bologna, 1296-97), in «Bollettino dell’Opera del Vocabolario Italiano», 2014-2015, pp. 225-244.
  8. V. Cassì, Appunti sulla lingua, in I primi statuti del Monte di pietà di Bologna (1514-1576), a cura di A. Antonelli, Bologna, il Mulino, 2014, pp. 108-116.
  9. A. Antonelli, V. Cassì, Appendice documentaria, in I primi statuti del Monte di pietà di Bologna (1514-1576), a cura di A. Antonelli, Bologna, il Mulino, 2014, pp. 123-152.
  10. V. Cassì, I codici estensi dell’Histoire ancienne jusqu’à César, in «Annali online di Ferrara - Lettere», VIII/1, 2013, pp. 37-141.
  11. V. Cassì, A. Antonelli, Filologia del relitto: nuovi frammenti delle «Genealogie deorum gentilium» di Giovanni Boccaccio, in Boccaccio e i suoi lettori. Una lunga ricezione, Atti del Convegno di Bologna - Ravenna, 7-9 novembre 2012, Bologna, il Mulino, 2013, pp. 279-292.
  12. V. Cassì, A. Antonelli, Primi sondaggi sull’impiego dell’immagine del pegno d'amore nella poesia toscana del XIII e XIV secolo, in In pegno. Oggetti in transito tra valore d’uso e valore di scambio (secc. XIII-XX), a cura di M. Carboni e M.G. Muzzarelli, Bologna, il Mulino, 2012, pp. 21-43.
  13. V. Cassì, A. Antonelli, La Regola delle Clarisse del monastero dei Santi Ludovico e Alessio di Bologna, in «Bollettino dell’Opera del Vocabolario Italiano», XVII, 2012, pp. 161-220.
  14. V. Cassì, Un volgarizzamento inedito della Regola di Santa Chiara recuperato presso l'Archivio di Stato di Forlì, in «Il Carrobbio», XXXVIII, Bologna, Patron, 2012, pp. 41-60.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

  1. V. Cassì, Il Cantare di Giusto Paladino: questioni preliminari – Seminario Il cantare italiano fra folklore e letteratura, Universität Zürich, Romanisches Seminar, 30 settembre 2015.
  2. V. Cassì, Prime indagini sulla tradizione settentrionale del cantare di Giusto Paladino – Seminario internazionale Cantare, poema, ciclo. La definizione di genere nella produzione poetica italiana tra XIV e XV secolo, Milano 21-22 aprile 2015.
  3. A. Antonelli, M. Antonelli, V. Cassì, Relitti di codici medievali perduti riemersi dall’Archivio di Stato di Modena – Modena, Archivio di Stato, 24 febbraio 2015.
  4. V. Cassì, Un nuovo testo in volgare pisano: la «Vita del beato Ugo» – Seminario di Filologia Romanza, Fondazione Ezio Franceschini, Firenze, 17 febbraio 2015.
  5. V. Cassì, La storia delle edizioni dei «Memoriali»: dal «Chartularium» all’edizione integrale del «Memoriale» di Enrichetto delle Querce – Appuntamento del ciclo Storia e memoria della Bologna comunale: i 750 anni dei Memoriali, Festa internazionale della Storia, XI edizione, Archivio di Stato di Bologna, 24 ottobre 2014.
  6. A. Antonelli, V. Cassì, Tracce di volgare nell’Archivio di Stato di Bologna – Seminario di Filologia, Università degli Studi di Firenze, 26 giugno 2014.
  7. V. Cassì – A. Antonelli, Documenti non bolognesi prodotti a Bologna alla luce delle riflessioni linguistiche proposte da Dante nel «De vulgari eloquentia» a proposito del volgare bolognese - Deputazione di storia patria per le province di Romagna, II seduta, Archivio di Stato di Bologna, 2 marzo 2014.
  8. V. Cassì – A. Antonelli, Il volgare bolognese ai tempi di Dante - Conferenze delle 4 tempora | Inverno, Bologna, Archivio di Stato, 31 gennaio 2014.

Altre attività:

Dal 2016 è cultore della materia per l’insegnamento di Filologia Romanza dell’Università di Ferrara.

Dal mese di luglio 2015 al mese di gennaio 2016 è stato in soggiorno estero presso l’Università di Zurigo.

Dal 14 al 19 settembre 2014 ha partecipato alla École d’été. Philologie romane et édition des textes, Alpen-Adria-Universität Klagenfurt, Institut für Romanistik, Scuola estiva finalizzata all’edizione di un testo anglonormanno (De diz comandemenz en la lei, manoscritto BL Cotton Nero A.III).

Dal mese di luglio al mese di dicembre 2013 ha collaborato presso la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna in qualità di archivista.

Dal mese di settembre al mese di ottobre 2011 ha collaborato con l’Università degli studi di Roma “La Sapienza” con i compiti di reperimento, schedatura e riproduzione fotografica digitale di disegni e altre testimonianze grafiche su copertine e registri dei secoli XIII e XIV dell’Archivio di Stato di Bologna.

Nel giugno 2011 consegue il diploma di archivista presso Scuola di archivistica, paleografia e diplomatica presso l’Archivio di Stato di Bologna.

Nel mese di gennaio 2010 ha collaborato presso la Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna per le Trascrizioni collegate all’edizione del Memoriale di Enrichetto delle Querce.

 

Cristina DUSIO (Tutor: Prof. Stefano Pietro Luigi Asperti)

e-mail: cristina.dusio@hotmail.it

Ha conseguito la Laurea magistrale in Filologia Moderna (LM-14) nel 2013 presso l’Università degli Studi di Roma “la Sapienza” con una tesi in Filologia e Linguistica Romanza dal titolo Le Ballettes del canzoniere francese I: proposta di descrizione e analisi, relatore prof. Stefano Asperti, correlatore prof.ssa Anna Radaelli.

Il suo progetto di dottorato, dal titolo Per un’edizione critica della chanson de geste la Battaille Loquifer, si ripropone di analizzare la tradizione manoscritta della Bataille Loquifer, canzone di gesta antico francese del ciclo di Guillaume d’Orange, in vista di una nuova edizione critica del testo. Ci si ripropone, inoltre, di analizzare i rapporti che intercorrono tra le tre canzoni: Aliscans, Battaille Loquifer e Moniage Rainouart,(“secondo nodo” del cilco di Guillaume) nel tentativo di inserire l’opera in un contesto più ampio e articolato; tutor: prof. Stefano Asperti.

Pubblicazioni:

  1. C. Dusio, Un nuovo manoscritto del «Convivio» (Roma, Biblioteca dell’Accademia dei Lincei e Corsiniana, 44 b 5), in «Rivista di Studi Danteschi», XVI, 2016.
  2. M. Buergel, V. Cassì, C. Dusio, M. Scuderi, E. Stefanelli, I Dieci comandamenti, gli Articoli di fede e i Sette sacramenti: un primo sondaggio sui «Testi Paralleli» nelle aree romanze, in De diz comandemenz en la lei. Le décalogue anglo-normand selon le manuscrit BL Cotton Nero A.III: texte, langue et traditions, Heidelberg, Winter, 2015, pp. 121-224.
  3. C. Dusio, M. Robecchi, «Baudelaire» et la littérature médiévale de l’Occident chrétien entre mythe et géographie. Le cas particulier de la «Bataille Loquifer», in «Questes. Revue pluridisciplinaire d’études médiévales», in corso di stampa.
  4. C. Dusio, Il «Convivio» del Corsiniano 44 B 5: scelte testuali e strategie compositive, in Dante Alighieri. In occasione del 750° anniversario della nascita del poeta. Atti delle «Rencontres de l’Archet», Morgex, 14-19 settembre 2015, in corso di stampa.
  5. C. Dusio, «Plaist vos oïr ques dïable ce fut». Chapalu nell’epica romanza, in XXe Congrès International de la Société Rencesvals pour l’étude des épopées romanes. Rome, Université «La Sapienza», 20-25 luglio 2015, in corso di stampa.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

  1. C. Dusio, La «chanson d’Aspremont»: edizione, lingua, manoscritti – Workshop Per l’edizione della «Bataille Loquifer», Università degli Studi di Chieti-Pescara, 28-29 aprile 2016.
  2. C. Dusio, M. Robecchi, «Baudelaire» et la littérature médiévale de l’Occident chrétien entre mythe et géographie. Le cas particulier de la «Bataille Loquifer» - Séminaire organisé par Questes, Cultures de l’autre: rencontre, rejet, échange, Paris, 13 novembre 2015.
  3. C. Dusio, Il codice Corsiniano 44 B 5. Un frammento inedito del «Convivio» di Dante – Seminario delle Recontres de l’Archet: Dante Alighieri. In occasione del 750° anniversario della nascita del poeta, Fondazione Centro di Studi storico-letterari Natalino Sapegno, Morgex, 14-19 settembre 2015.
  4. C. Dusio, «Plaist vos oïr ques dïable ce fut». Chapalu nell’epica romanza – XXe Congrès International de la Société Rencesvals, Roma, 20-25 luglio 2015.

Altre attività:

Dal 2015 è membro della «Société Rencesvals».

Dal mese di novembre 2014 al mese di giugno 2015 ha partecipato alla Scuola storica nazionale per l’edizione delle fonti narrative.

Nell’anno accademico 2014-2015 ha aderito al programma Erasmus Scuola di «Digital Editing of Medieval Manuscripts», in partnership tra la Charles University (Prague), la Queen Mary University of London, l’École des Hautes Études en Sciences Sociales (Lyon), l’Università degli Studi di Siena e la Klostemeuburg Monastery Bibliothek.

Dal 14 al 19 settembre 2014 ha partecipato all’École d’été «Philologie romane et édition des textes» presso la Alpen-Adria-Universität Klagenfurt, Institut für Romanistik.

 

Giovanni ZAGNI (Tutor: Prof. Fabrizio Cigni)

e-mail: giov.zagni@gmail.com

Ha conseguito la laurea magistrale nell'ottobre 2010 presso l'Università di Pisa in Letterature e filologie europee (16/S) con una tesi in Filologia romanza dal titolo La Queste del Saint Graal e l'Italia. Il manoscritto 454 della Biblioteca Classense di Ravenna; relatore: Fabrizio Cigni.

Il suo progetto di ricerca ha come titolo: Modalità della tradizione manoscritta del Lancelot en prose; tutor: prof. Fabrizio Cigni.

Pubblicazioni:

  1. C. Cantalupi, G. Zagni, Linee di ricerca recenti nello studio dei trovatori. Tra strumenti ed edizioni (1999-2013), in «Humanistica. An international journal of early Renaissance studies», in corso di stampa.
  2. G. Zagni, recensione a S. Gaunt, Marco Polo’s «Le Devisement du Monde»: Narrative voice, language and diversity, Cambridge, D.S. Brewer, 2013, pp. 199, in «Medioevi. Rivista di letterature e culture medievali», 1, 2015, pp. 225-228.
  3. G. Zagni, recensione a O. Schiavone, Michelangelo Buonarroti: Forme del sapere tra letteratura e arte nel Rinascimento, Firenze, Polistampa, 2013, pp. 240, in «Italianistica», XLIV, 2, 2015, pp. 258-260.
  4. G. Zagni, recensione a F. Bausi, Umanesimo a Firenze nell'età di Lorenzo e Poliziano: Jacopo Bracciolini, Bartolomeo Fonzio, Francesco da Castiglione, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2011, pp. 556, in «La Rassegna della Letteratura Italiana», gennaio-giugno 2013, pp. 149-150; e, in versione più estesa, in «Albertiana», XVIII, 2015, pp. 279-281.
  5. G. Zagni, La fortuna dei romanzi arturiani francesi in Italia. Rassegna di studi (1992-2011), in «Humanistica. An international journal of early Renaissance studies», VII/1, 2013, pp. 151-165.
  6. G. Zagni, recensione a C. Salutati, De verecundia / Tractatus ex Epistola ad Lucilium prima: Firenze, Biblioteca Medicea Laurenziana, ms. Strozzi 96, Riproduzione del ms., edizione, traduzione a cura di T. De Robertis, S. Fiaschi, G. Martellucci, G. Tanturli, S. Zamponi, Firenze, Mandragora, 2010, pp. 196, in «La Rassegna della Letteratura Italiana», gennaio-giugno 2013, pp. 136-137; e, in versione più estesa, in «Albertiana», pp. 274-276.
  7. G. Zagni, recensione a «My Muse will have a story to paint». Selected prose of Ludovico Ariosto, translated with an introduction by D. Looney, in «Italianistica», XLI, 1, gennaio/aprile 2012, pp. 203-205.
  8. G. Zagni, recensione a M.K. Ray, Writing Gender in Women's Letter Collections of the Italian Renaissance, in «Italianistica», XLI, 1, gennaio/aprile 2012, pp. 207-209.
  9. G. Zagni, Note sulla datazione del «Milione» alla luce della storia dell'Orda d'Oro, in «Studi Mediolatini e Volgari», LVII, 2011, pp. 85-91.
  10. G. Zagni, recensione a F. Giglio, Un'autobiografia di fatti non accaduti. La narrativa di Walter Siti, in «Italianistica», XXXIX, 2, maggio/agosto 2010, pp. 206-208.
  11. G. Zagni, recensione a I. Crotti, Mondi di carta. Immagini del libro nella letteratura italiana del Novecento, in «Italianistica», XXXIX, 2, maggio/agosto 2010, pp. 213-215.
  12. G. Zagni, recensione a W. Siti, Il canto del diavolo, in «Normale. Bollettino dell’Associazione Normalisti», XII, 2, dicembre 2009, p. 35.
  13. G. Zagni, recensione a S. Lazzarin, Fantasmi antichi e moderni. Tecnologia e perturbante in Buzzati e nella letteratura fantastica otto-novecentesca, in «Italianistica», XXXVII, 3, settembre/dicembre 2008, pp. 221-223.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

  1. G. Zagni, La tradizione manoscritta del «Milione» di Marco Polo – lezioni del corso di Filologia romanza del prof. F. Cigni per il corso di laurea triennale in Lettere presso l’Università di Pisa, 18-19 aprile 2011.

Altre attività:

È socio fondatore dell’associazione Artes Renascentes (istituita nel 2015).

A partire dal numero 22 (2014) è direttore responsabile e membro del Comitato di redazione della rivista «QFR» dell’Università di Bologna.

Fa parte della Redazione scientifica della rivista «Humanistica. An international journal of early Renaissance studies».

XXVIII ciclo - Filologia e Critica

Curriculum Filologia e Critica

 

Valeria CAVALLORO (Tutor: Prof. Guido Mazzoni)

e-mail: v.cavalloro@gmail.com

Ha conseguito nel luglio 2012 la Laurea magistrale (classe LM-14) presso l'Università degli Studi di Siena con una tesi in teoria della letteratura dal titolo Riempitivo e realismo. Uno studio sui romanzi di Lev Tolstoj; relatore prof. Guido Mazzoni, controrelatore prof. Giacomo Magrini.

Il suo progetto di dottorato, dal titolo Il ruolo dello sfondo nel romanzo del secondo Ottocento, è dedicato all’analisi della costruzione delle trame nelle opere narrative di George Eliot, Gustave Flaubert e Lev Tolstoj, con particolare attenzione ai concetti di «riempitivo», «arco drammatico», «senso della fine», visti nel contesto generale dell’evoluzione del romanzo negli ultimi due secoli e del suo affrancamento dalle prescrizioni aristoteliche sulla composizione dei racconti, gradualmente abbandonate a favore di strutture narrative più coerenti con le necessità del realismo; tutor prof. Guido Mazzoni.

Attualmente sta svolgendo un progetto di ricerca presso il Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature Antiche e Moderne dell'Università degli Studi di Siena, incentrato sull'approfondimento e la comparazione del concetto di emplotment o messa in intrigo nell'ambito degli studi di teoria letteraria (Ricœur, Brooks, Kermode) e di filosofia della storia (Danto, Gallie, White).

Pubblicazioni:

Volumi

1. V. Cavalloro, Riempitivo e realismo. Uno studio sui romanzi di Lev Tolstoj, Pisa, Pacini, 2016.

2. V. Cavalloro, Leggere storie. Introduzione all’analisi del testo narrativo, Roma, Carocci, 2014.

Articoli, recensioni, contributi in volume

1. V. Cavalloro, Unplotting tragedy. Il fazzoletto rosa e la trama di «Adam Bede», in «Allegoria», 73, 2016, pp. 87-107.

2. V. Cavalloro, recensione a É. Zola, Romanzi, a cura di P. Pellini, Milano, Mondadori («Meridiani»), 2015, in «Allegoria», 73, 2016.

3. V. Cavalloro, Verità dei fatti, verità del potere: storia e politica in Guerra e pace, in «Between», V, 10, 2015.

4. V. Cavalloro, G. Romanin Jacur, E. Russian, E. Stefanelli, M. Tarasco, Atti di Incontrotesto. Seconda edizione, Pisa, Pacini, 2014.

5. V. Cavalloro, recensione a P. Tortonese, L’homme en action. La représentation littéraire d’Aristote à Zola, Paris, Classiques Garnier, 2013, in «Allegoria», 68, 2013.

6. V. Cavalloro, G. Romanin Jacur, E. Russian, E. Stefanelli, M. Tarasco, Un filo di fedeltà. Materiali sereniani dai fondi Fortini e Parronchi, in «Annali della Facoltà di Lettere e Filosofia», Firenze, Cadmo, 2013 (vol. 1), pp. 281-338.

7. V. Cavalloro, recensione a D. Meneghelli, Storie proprio così. Il racconto nell’era della narratività totale, Bologna, Morellini, 2013, in «Allegoria» 67, 2013.

8. V. Cavalloro, Che cos’è un uomo. Levi e la letteratura della reclusione, in Atti di Incontrotesto: ciclo di incontri su e con scrittori del Novecento e contemporanei: Siena, ottobre-novembre 2011, Pisa, Pacini, 2011, pp. 71-76.

9.  V. Cavalloro, La scoperta del mondo. Studiare Tolstoj nel 2010, in Conversazione su Tolstoj, a cura di C. Graziadei e D. Colombo, Roma, Artemide, 2011, pp. 77-82.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

1. V. Cavalloro, Small Group Final Presentation “Anger” – INCH Workshop Anger, Princeton University, February 26-27, 2016.

2. V. Cavalloro, E. De Santis, Incontro con Marco Vichi, autore di La forza del destino - Appuntamento del ciclo Lunedilibri, Sala Storica della Biblioteca Comunale di Siena, 16 aprile 2012.

3. V. Cavalloro, G. Mazzoni, Il dottor Živago. Traduzioni a confronto - Seminario del ciclo I giovedì di traduzione. Dieci incontri a più voci, Siena, 25 ottobre 2012.

4. V. Cavalloro, Memoria e percezione: riflessioni sullo straniamento in Tolstoj - Seminario dottorale di Italianistica e Comparatistica Memoria e oblio nella letteratura occidentale, Siena, 28 maggio 2014.

5. V. Cavalloro, Verità dei fatti, verità del potere: storia e politica in Guerra e pace - Convegno annuale dell'Associazione di Teoria e Storia Comparata della Letteratura (Compalit) L’immaginario politico. Impegno, resistenza, ideologia, Bologna, 17-19 dicembre 2014.

Altre attività:

Dal 2016 è membro della redazione della rivista «L'ospite ingrato online», periodico del Centro Interdipartimentale di Ricerca "Franco Fortini" dell'Università degli Studi di Siena.

Dal 2015 è membro della redazione ed Editorial assistant della rivista «Allegoria».

Nel 2015-2016 ha preso parte al progetto INCH – International Network for Comparative Humanities, promosso dalle Università di Lisbona, Notre Dame, Princeton e Siena (https://inch.princeton.edu/).

Da maggio a ottobre 2014, nell’ambito del programma International Visiting Graduate Student Research Mobility, è stata Visiting Researcher presso l’Università di Toronto (Ontario, Canada).

Dal 2011 è collaboratrice, e dal 2012 membro del comitato direttivo, del progetto Incontrotesto (https://incontrotesto.wordpress.com/), nel cui ambito ha partecipato all’organizzazione di cicli di incontri letterari (19 ottobre-30 novembre 2011, 14-24 novembre 2012, 6-20 novembre 2013), serate di letture (E ascoltami, come sai. Lettura di poesie di Vittorio Sereni, 9 febbraio 2013; Letture per Franco Fortini, 29 novembre 2014; Laconicamente tuo... letture per Italo Calvino, 22 ottobre 2015) e mostre (Un filo di fedeltà. Materiali sereniani dai fondi Fortini e Parronchi della Biblioteca di Lettere, Siena, 9 febbraio-9 marzo 2013; Italo Calvino. Il libro, i libri, 2-17 ottobre 2015).

Nell'ambito delle attività del Dipartimento di Filologia e Critica dell'Università degli Studi di Siena ha partecipato all’organizzazione della giornata di studi Conversazioni attorno all’arcipelago Tolstoj, con Paolo Nori, Antonio Prete, Guido Mazzoni, Giacomo Magrini (23 novembre 2010), all’iniziativa Leggere Gadda ad alta voce, promossa dal gruppo di ricerca “Wiki Gadda” in collaborazione con l’associazione culturale “Nausika”, e coordinata dall’attore Francesco Botti (maggio-giugno 2011), e all'organizzazione (con Maria Borio e Michel Cattaneo) della serata di letture I colloqui, evento delle giornate dedicate a Guido Gozzano nel centenario della scomparsa (21 giugno 2016).

 

Ludovica CESARONI (Tutor: Prof. Stefano Carrai)

e-mail: ludovica.cesaroni@live.it

Ha conseguito presso l’Università degli Studi di Siena la laurea magistrale in Filologia, Lingue e Letterature moderne (Classe delle lauree magistrali in Filologia moderna – LM-14) nel luglio 2012 con una tesi dal titolo Un falso d'autore: Leopardi e l'Inno a Nettuno; relatore Professor Stefano Carrai, controrelatore Professor Antonio Prete. La sua tesi di laurea magistrale riceve il premio speciale “Anna Leopardi”, premio patrocinato dal Centro Nazionale di Studi Leopardiani e ricevuto a Recanati in occasione delle celebrazioni leopardiane il 29 giugno 2015.

Il suo progetto di dottorato, dal titolo Il mito e la mitologia nell’opera leopardiana, è diretto ad approfondire gli aspetti del mito in Leopardi, realizzando un’analisi complessiva sull’aspetto mitologico nell’intera produzione leopardiana – da un punto di vista critico-letterario, filosofico-storico e comparatistico – e arrivando a tracciare un quadro unitario della parabola del pensiero leopardiano riguardo al mito, osservato sia come elemento contenutistico nell’opera del poeta sia come oggetto della riflessione autoriale.

Da marzo a maggio 2015 è stata visiting research student presso University of Birmingham. (Referente e supervisor: Prof. Michael Caesar).

Attualmente è Web editor (redattrice) per il sito Pazienti.it.

Pubblicazioni:

Volumi

1. L. Cesaroni, Dante e le Marche, quel paese che siede tra Romagna e quel di Carlo, Affinità Elettive, Ancona, 2010.

Articoli, recensioni, contributi in volume

1. L. Cesaroni, L’Inno a Nettuno: la costruzione di un falso. Atti del Convegno internazionale Le mythe repensé dans l’œuvre de Giacomo Leopardi - in corso di stampa.

2. L. Cesaroni, La finestra e la siepe come confini: Leopardi e l’oltre. Atti del Convegno annuale MOD Geografie della modernità letteraria (XVII Convegno internazionale di Studi) - in corso di pubblicazione.

3. L. Cesaroni, Mitologie leopardiane: la favola antica di Amore e Psiche. «Otto/Novecento» - in preparazione.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

1. L. Cesaroni, Mitologie leopardiane: la favola antica di Amore e Psiche - I edizione Scuola estiva internazionale in Toscana di Studi leopardiani, pascoliani, e montaliani. Lucca, “Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano”, 4 settembre 2015.

2. L. Cesaroni, La finestra e la siepe come confini: Leopardi e l’oltre - Convegno annuale MOD (Società Italiana per lo Studio della Modernità Letteraria) Geografie della modernità letteraria (XVII Convegno internazionale di Studi) tenutosi a Perugia, nella sessione parallela Territori/Paesaggi/Cronotopi, presieduta dal Professor Mario Barenghi., Perugia, 11 giugno 2015.

3. L. Cesaroni, Il suono dell’Infinito leopardiano - Giornata di studio Finitudine e infinito, “Conversazioni su Giacomo Leopardi”, con la partecipazione del Prof. Antonio Prete. Liceo scientifico Vanini di Casarano, 5 dicembre 2014.

4. L. Cesaroni, La voce di Leopardi. Leopardi poeta del suono - Convegno leopardiano Diritto d’autore e diffusione di massa, fra Giacomo Leopardi e web. Pinacoteca di Palazzo D’Avalos di Vasto, 8 novembre 2014.

5. L. Cesaroni, Leopardi inedito - Istituto Italiano di Cultura a Parigi, 25 giugno 2014.

6. L. Cesaroni, Memoria uditiva in Leopardi - Seminario dottorale di Italianistica e Comparatistica Memoria e oblio nella letteratura occidentale, Siena, 28 maggio 2014.

7. L. Cesaroni, L’Inno a Nettuno: la costruzione di un falso - Convegno internazionale Le mythe repensé dans l’œuvre de Giacomo Leopardi (organizzato dal CAER congiuntamente col Centro Nazionale di Studi Leopardiani di Recanati e con l’Istituto di cultura italiana di Marsiglia), Aix-en- Provence, 6 febbraio 2014.

Altre attività:

Dal 2014 è collaboratrice volontaria con il Centro Nazionale di Studi Leopardiani (C.N.S.L.) in qualità di studiosa inviata per lezioni e presentazioni.

Dal 2013 collabora al progetto del “Lessico Leopardiano” dell’Università “La Sapienza” di Roma, coordinato dai proff. Novella Bellucci, Franco D’Intino e Stefano Gensini.

 

Rossano DE LAURENTIIS (Tutor: Prof.ssa Natascia Tonelli)

e-mail: rosdelau@gmail.com

Ha conseguito il titolo di laurea in Lettere moderne (vecchio ordinamento) presso l’Università degli Studi di Firenze nel 2002 con una tesi dal titolo Catalogo storico della casa editrice Carabba di Lanciano (1877-1950); relatori: prof. C.M. Simonetti, E. Ghidetti, N. Harris.

Ha conseguito un primo titolo di Dottore di ricerca nel 2005 presso l’Università degli Studi di Udine (titolo consorziato con le sedi di Milano Statale e Roma SSAB) con un progetto dal titolo Guido Biagi e la biblioteconomia in Italia tra Otto e Novecento; tutor: prof. M. Guerrini, prof. G. Montecchi. Nel 2016 ha ottenuto un secondo titolo di Dottore di ricerca presso l’Università degli Studi di Siena con un progetto dal titolo Il carteggio Ernesto G. Parodi – Pio Rajna (1886-1922): tra filologia romanza e dantismo; tutor: prof.ssa Natascia Tonelli.

Attualmente ricopre il ruolo di bibliotecario a tempo indeterminato dell’Università di Firenze (dal 1° aprile 1999) e della Biblioteca Umanistica (dal 1° dicembre 2013).

Pubblicazioni:

Volumi

1. R. De Laurentiis, Guido Biagi e la biblioteconomia in Italia tra XIX e XX secolo, in corso di stampa.

2. R. De Laurentiis, Platone e la storia della scienza antica secondo Maria Timpanaro Cardini (per i tipi di Carabba). Platone nel pensiero moderno e contemporaneo (voll. X-XI), in corso di stampa.

Articoli, recensioni, contributi in volume:

1. R. De Laurentiis, Un caso editoriale di letteratura di viaggio: «L’Italia negli scrittori stranieri» (Lanciano, Carabba, 1910), in Old Calabria: Viaggiatori in Italia meridionale e Sicilia tra il XIX e gli inizi del XX secolo. Atti del convegno di Reggio Calabria, 3-4 dicembre 2015, in corso di stampa.

2. R. De Laurentiis, La novella di Andreuccio tra erudizione, critica d’arte e cinema, in Delli aspetti de paesi. Vecchi e nuovi media per l’immagine del paesaggio. Atti del VII convegno internazionale, Napoli, 27-29 ottobre 2016, a cura di F. Capano, M.I. Pescariello, M. Visone, vol. 2.2, ebook CIRICE, pp. 881-891.

3. R. De Laurentiis, P. Navone, Il dantismo nell’Istituto di Studi Superiori di Firenze dal 1865 al 1921. Mostra di libri e documenti dalle collezioni e dall’archivio della Biblioteca Umanistica, brochure, 2015.

4. R. De Laurentiis, Dante e la Sardegna nel 750° anniversario della nascita, in «Theologica & historica», 24, 2015, pp. 185-226.

5. R. De Laurentiis, A. Oppo, Dante e la Sardegna nel 750° anniversario della nascita, intervista, in «Theologica News», 32, 2015, pp. 4-5.

6. R. De Laurentiis, J.W. Wos, Un tipografo polacco al servizio dell’Università di Firenze: Samuel F. Tyszkiewicz (1889-1954). Catalogo della mostra bibliografica e delle carte d’archivio del tipografo polacco, pp. 12-13.

7. R. De Laurentiis, scheda su Mostra bibliografica: Un tipografo polacco al servizio dell’Università di Firenze: Samuel F. Tyszkiewicz (1889-1954), in «Teca», 2014.

8. R. De Laurentiis, Sidney Sonnino: un caso di bibliofilia e dantofilia, in «Rivista di studi danteschi», 14, 2014, pp. 374-418.

9. R. De Laurentiis, recensione a F. Fioretti, Ethos e leggiadria: lo Stilnovo dialogico di Dante, Guido e Cino da Pistoia, Roma, Aracne, 2012, e Id., La profezia perduta di Dante, Roma, Newton Compton, 2013, in «Italica», 91, 2014, pp. 307-310.

10. R. De Laurentiis, CDU e/o CDD, un caso di studio risalente alla prima metà del Novecento: il centro di documentazione delle Officine Galileo, in «Bibliotime», 16, 2013.

11. R. De Laurentiis, Guido Biagi: biblioteche e biblioteconomia nella visione moderna di un precursore, in L’Italia delle biblioteche: scommettendo sul futuro nel 150° anniversario dell’Unità nazionale. Atti del convegno di Milano, 3-4 marzo 2011, Milano, Editrice Bibliografica, 2012, pp. 128-140.

12. R. De Laurentiis, La ricezione di Dante tra Otto e Novecento: sondaggi tra bibliografia e diplomatica, in Culto e mito di Dante dal Risorgimento all’Unità. Atti del convegno di studi, Firenze, Società dantesca italiana, 23-24 novembre 2011, Firenze, Le Lettere, 2012, pp. 443-494.

13. R. De Laurentiis, Batines e le bibliografie speciali, in C. Cavallaro (a cura di) Books seem to me to be pestilent things: studi in onore di Piero Innocenti per i suoi 65 anni, Manziana, Vecchiarelli editore, 2011, pp. 100-120.

14. R. De Laurentiis, Biagi Guido (1855-1925), in Dizionario biografico dei soprintendenti bibliografici (1919-1972), Bologna, BUP, 2011, pp. 73-85.

15. R. De Laurentiis, Un archivio storico d’impresa, scritto introduttivo al Catalogo del Fondo Officine Galileo, 2011, pp. 3-5.

16. R. De Laurentiis, Guido Biagi, un moderno bibliotecario fin-de-siècle, in «Culture del testo e del documento», 10, 2009, pp. 67-92.

17. R. De Laurentiis, Indice analitico, in Guida alla biblioteconomia, a cura di M. Guerrini, con G. Crupi e S. Gambari, in collaborazione con V. Fugaldi, Milano, Editrice bibliografica, 2008.

18. R. De Laurentiis, Mare Magnum di Francesco Marucelli, un catalogo bibliografico e la sua ricezione, in «Navigare nei mari dell’umano sapere»: biblioteche e circolazione libraria nel Trentino e nell’Italia del XVIII secolo. Atti del convegno di Rovereto, 25-27 ottobre 2007, Trento, Provincia Autonoma di Trento, 2008, pp. 101-126.

19. R. De Laurentiis, M. Guerrini, Postfazione, in P.C. de Batines, Bibliografia dantesca, Roma, Salerno, 2008, pp. 269-308.

20. R. De Laurentiis, Il carteggio Donadoni­-Papini: un sodalizio tra arte e critica ovvero tra il giardino e l’erbario, in G. Volpato, A. Tomezzoli (a cura di), Da Bovolone ai palcoscenici del mondo: Mario Donadoni cantore della cultura italiana. Atti del Convegno tenuto in occasione del centenario della nascita (1906-1974), Bovolone 18 novembre 2006, Bovolone, Comune di Bovolone (Verona), 2007, pp. 151­-172.

21. R. De Laurentiis, M. Guerrini, R. Ventura, Barberi intellettuale bibliotecario : riflesioni sulle sue «schede», in Francesco Barberi: l’eredità di un bibliotecario del Novecento. Atti del convegno di Roma, 5-6 giugno 2006, Roma, AIB, 2007, pp. 75-88.

22. R. De Laurentiis, voce Libro – 002 (Dewey), collaborazione alla stesura di Bertolo Fabio Massimo, in M. Guerrini, G. Crupi, Biblioteconomia: guida classificata, Milano, Editrice bibliografica, 2007, pp. 21-32.

23. R. De Laurentiis, recensione a Tesori della Biblioteca universitaria di Bologna: codici, libri rari e altre meraviglie, a cura di B. Antonino, Bologna, Bononia University Press, 2004, in «Bollettino AIB», 46, 2006, p. 284.

24. R. De Laurentiis, recensione a L’agente letterario da Erich Linder a oggi, a cura della Fondazione Arnoldo e Alberto Mondadori, Milano, Sylvestre Bonnard, 2004, in «Bibliotheca», 2006.

25. R. De Laurentiis, Piante eravate, e piante ritornerete, in «Biblioteche oggi», 2006, pp. 68-70.

26. R. De Laurentiis, recensione a Editoria scrigno di cultura. La casa editrice Leo S. Olschki per il 40° anniversario della scomparsa di Aldo Olschki, a cura di A. Castaldini, Firenze, Olschki, 2004, in «Bibliotheca», 2006.

27. R. De Laurentiis, L’opera di Clemente Di Leo come processo editoriale nell’Italia degli anni Sessanta, in «Esperienze letterarie», 31, 2006, pp. 61-91.

28. R. De Laurentiis, M. Guerrini, FRBR e paratesto, in I dintorni del testo: approcci alle periferie del libro. Atti del convegno di Roma e Bologna, 15-19 novembre 2004, Roma-Pisa, Edizioni dell’Ateneo, 2005, pp. 641-653.

29. R. De Laurentiis, I risvolti d’autore: il paratesto che si fa genere, in «Bibliotheca», 4, 2005, pp. 169-186.

30. R. De Laurentiis, recensione a Deus ex machina. Macchine e lavoro nell’«Encyclopédie» di Diderot e d’Alembert, Bologna, Patron, 2004, in «Biblioteche oggi», 23, 2005, pp. 77-78.

31. R. De Laurentiis, recensione a George Thomas Tanselle, Letteratura e manufatti, Firenze, Le Lettere, 2004, in «Bibliotheca», 2005.

32. R. De Laurentiis, recensione a Tipografia, piccola editoria e cultura in Molise dall’Unità alla seconda guerra mondiale. Atti delle giornate di studio, Campobasso, 14-15 dicembre 2000, a cura di G. Palmieri e T. Scimone, in «Bibliotheca», 3, 2004, p. 284.

33. R. De Laurentiis, Canone, fiore, pantheon: gli «Scrittori nostri», classici da antologia?, in «La fabbrica del libro», 2004, pp. 7-12.

34. R. De Laurentiis, recensione a M. Paoli, L’appannato specchio. L’autore e l’editoria italiana nel Settecento, Lucca, Maria Pacini Fazzi Editore, 2004, in «Biblioteche oggi», 22, 2004, p. 78.

35. R. De Laurentiis, recensione a G. Zaganelli, A. Capaccioni, Catalogare l’universo. Approcci semiotici alla bibliografia, con un saggio di R. Atkinson, Torino, Testo & Immagine, 2004, in «Bollettino AIB», 44, 2004, pp. 395-397.

36. R. De Laurentiis, recensione a C.M. Simonetti, Osservazioni sul metodo bibliografico, Milano, Sylvestre Bonnard, 2004, in «Bibliotheca», 3, 2004, p. 286.

37. R. De Laurentiis, Ancora un contributo sugli editori Carabba di Lanciano, in «Rivista abruzzese», 2003, pp. 114-122 e 437-444.

38. R. De Laurentiis, I Carabba: una famiglia di editori nell’Abruzzo fra XIX e XX secolo, in «Bibliotheca», 2, 2003, pp. 126-153.

39. R. De Laurentiis, La “Cultura dell’anima” di Carabba e Papini, in «La fabbrica del libro», 8, 2002, pp. 19-25.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

1. R. De Laurentiis, Il canto XXII del Paradiso – Lectura Dantis, Villatalla, Comune di Prelà (Imperia), 20 luglio 2014.

Altre attività:

Dal 2015 è socio ordinario della Società Dantesca Italiana e iscritto all’Elenco degli Associati AIB (Associazione Italiana Biblioteche).

 

Alessandro LA MONICA (Tutor: Prof. Stefano Carrai)

e-mail: alezu@bluewin.ch

Nel 1998 consegue la Laurea in Lettere Moderne (V.O.: 4 anni) presso l’Università degli Studi di Catania; titolo della tesi: Il personaggio femminile nel Decameron di Boccaccio; relatore: prof. N. Mineo.

Nel 2007 ottiene il Master biennale (I livello) in “Didattica dell’Italiano all’Estero” presso l'Università degli Studi Ca’ Foscari di Venezia e nel 2012 il Perfezionamento in “Discipline Filologiche e Linguistiche Moderne” presso la Scuola Normale Superiore di Pisa (relatore: prof. S.S. Nigro) in cotutela con il Dottorato in Italianistica presso l’Università di Zurigo (relatore: prof. T. Crivelli).

Nel 2016 consegue il titolo di Dottore di ricerca in "Filologia e Critica" presso l'Università degli Studi di Siena (tutor: prof. S. Carrai) in cotutela con l'Université Paris-Sorbonne (Docteur en Civilisations, Cultures, Littératures et Societés; relatore prof. D. Luglio), con una tesi dedicata all'Edizione critica de La guerra a Milano di Franco Fortini.

Pubblicazioni:

Volumi

1. I. Silone, Il seme sotto la neve. Edizione critica a cura di A. La Monica, Firenze, Le Monnier Università, 2015 [recensito da P. Squillacioti in «Per leggere», XVI, 31, autunno 2016, pp. 238-40].

2. A. La Monica, "Graziosissime donne". La figura femminile nel Decameron di Boccaccio, Saarbrücken, Edizioni Accademiche Italiane, 2014.

Articoli, recensioni, contributi in volume (scelta)

1. A. La Monica, Gandhi in Sicilia, ovvero il dialogo incerto fra Sciascia e Dolci alla luce delle carte d’archivio, in «Todomodo», VI, 2016, pp. 169-181.

2. A. La Monica, Foglio di via e altri versi, in “Come ci siamo allontanati". Ragionamenti su Franco Fortini, a cura di L. Carosso e P. Massari, Milano, Arcipelago Edizioni, 2016, pp. 119-145 [recensito da D. Santarone, in «Il manifesto», 1 dic. 2016 e F. Diaco, in «L’ospite ingrato online», 20 sett. 2016].

3. A. La Monica, recensione a G. Parini, Lettere, a cura di Corrado Viola, Pisa-Roma, Fabrizio Serra Editore, 2013, in «PatriaLetteratura. Rivista internazionale di lingua e letteratura», giugno 2016.

4. A. La Monica, recensione a L. Avellini, La giustizia e gli addetti alla legge fra Albert Camus e Leonardo Sciascia, in «Esperienze letterarie», XXXIX (2), 2014, pp. 45-58 in «Todomodo», VI, 2016, p. 371.

5. A. La Monica, Il carteggio inedito Sciascia-Étiemble e la postfazione originale al «Goliath» di Borgese, in «Todomodo», V, 2015, pp. 213-226.

6. A. La Monica, recensione a S. Morgana e P. Bartesaghi (a cura di), Giuseppe Parini, Prose, Scritti Polemici (1756-1760), Fabrizio Serra Editore, Pisa e Roma, 2012, in «Forum Italicum», 49, 1, 2015, pp. 237-239.

7. A. La Monica, recensione a G. Boccaccio (attribuibile a), Libro d’amore, ed. critica a cura di Beatrice Barbiellini Amidei, Firenze, Accademia della Crusca, 2013, pp. 459, in «Annali d'Italianistica», XXXII, 2014.

8. A. La Monica, Le verità nascoste tra parrêsia e “saviezza”. Origini e varianti della parabola dei tre anelli, in «Quaderni di Studi Indo-Mediterranei», VI, 2013 [ma 2014], pp. 87-102 [analisi della varianti medievali del racconto dei tre anelli e ipotesi di una genealogia persiana].

9. A. La Monica, recensione a G. De Marco, Il sorriso di Palinuro. Il visibile parlare nell’invisibile viaggiare di Ungaretti, Roma, Edizioni Studium, 2010, in «Annali d’Italianistica», XXX, 2012, pp. 571-573.

10. A. La Monica, Ignazio Silone: nuove prospettive di studio, in Zurigo per Silone. Le idee. Atti delle giornate siloniane in Svizzera, in «L’Avvenire dei lavoratori», 3-4, 2011, pp. 139-154.

11. A. La Monica, «Il seme sotto la neve» di Ignazio Silone: una proposta di edizione genetica, in Le forme del romanzo italiano e le letterature occidentali dal Sette al Novecento, a cura di S. Costa e M. Venturini, Pisa, ETS, 2010, t. I, pp. 633-644.

12. A. La Monica, recensione a A. Colombo, Società e cultura politica nella formazione di Vincenzo Monti (1779 - 1807), Roma, Edizioni di Storia e Letteratura, 2009, in «Annali d’Italianistica», XXVIII, 2010, pp. 547-549.

13. A. La Monica, recensione a D. Glenn, Dante’s Reforming Mission and the Woman in the Comedy, Leicester, Trobadour, 2008, in «Annali d’Italianistica», 2009, XXVII, pp. 450-452.

14. A. La Monica, Indici e controindici: la polemica di Pier Paolo Vergerio contro la censura ecclesiastica, in «Quaderni d’Italianistica», vol. XXIX, n. 2, 2008, pp. 17-28.

15. A. La Monica, recensione a E. Ardissino – S. Stroppa Tomasi (a cura di), Dialoghi con Dante. Riscritture e ricodificazioni della Commedia, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura 2007, in «Annali d’Italianistica», 2008, XXVI, pp. 470-472.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

1. A. La Monica, Questioni di frontiera: «Foglio di via» e «Sonetto» di Franco Fortini - Convegno internazionale “Pluriverso” italiano: incroci linguistico-culturali e percorsi migratori in lingua italiana, Università di Macerata / Recanati, 10 dicembre 2015.

2. A. La Monica, Versioni orientali predecameroniane della parabola dei tre anelli - Interdisciplinary Conference Boccaccio at 700: Medieval Contexts and Global Intertexts, Center for Medieval and Renaissance Studies (CEMERS), Binghamton University, New York, 26-27 aprile 2013.

3. A. La Monica, Versioni medievali non cristiane della parabola dei tre anelli - Deutsch-italienisches Kolloquium Der Ursprung der arabisch-europäischen Toleranzdebatten: Die Parabel von den drei Ringen, Villa Vigoni, Loveno di Menaggio (Como), 27-29 settembre 2012.

4. A. La Monica, La critica degli scartafacci: un'introduzione alla filologia d'autore attraverso casi esemplari. «Il Seme sotto la neve» di Ignazio Silone - Università di Zurigo, 11 maggio 2011.

5. A. La Monica, Inediti siloniani a Zurigo - Giornata di studi Zurigo per Silone, Zurigo, 23 novembre 2008 (intervista pubblicata in «Corriere del Ticino», 25 novembre 2008: Silone, una vita tra politica e lettere).

6. A. La Monica, Filologia siloniana: prospettiva delle varianti de «Il seme sotto la neve» e confronto con la prima traduzione tedesca - X Convegno Internazionale di Studi Società Italiana per lo Studio della Modernità Letteraria (MOD), Terza Università degli Studi di Roma, 4-7 giugno 2008.

7. A. La Monica, Per un’edizione critica del romanzo «Il seme sotto la neve» di Ignazio Silone - Society for Italian Studies Interim Conference Transmissions and Transformations of Italian Culture. Society for Italian Studies. Institute of Germanic and Romance Studies, University of London, 25-6 April 2008.

8. A. La Monica, Lettere italiane in esilio: Ignazio Silone - Giornata della ProTicino, Bellinzona, 6 ottobre 2007 (intervista pubblicata in «Corriere del Ticino», 8 ottobre 2007: Quando Comologno ospitò Ignazio Silone).

9. A. La Monica, Franco Fortini a Zurigo: «La guerra a Milano» e altri inediti - Congresso annuale ADI Gli Scrittori d’Italia. Il patrimonio e la memoria della tradizione letteraria come risorsa primaria, Napoli, 26-29 settembre 2007.

10. A. La Monica, Su Ignazio Silone, «Il Seme sotto la Neve» - Pro.dott.i, Lavori di dottorato, Università di Zurigo, 1 giugno 2007 (presentazione della ricerca di dottorato aperta al pubblico alla presenza dei proff. O. Besomi, M. Picone, T. Crivelli, S. Prandi).

11. A. La Monica, Indici e controindici: la polemica di Pier Paolo Vergerio il giovane contro la censura - Convegno della Società Canadese per gli Studi d’Italianistica, Trieste, 29 giugno – 3 luglio 2007.

12. A. La Monica, Silone inedito: i brani censurati del romanzo «Il Seme sotto la Neve» - Postgraduate Colloquium, Society for Italian Studies, University of Glasgow, 28 aprile 2007.

13. A. La Monica, Il dattiloscritto con correzioni autografe de «Il Seme sotto la Neve» di Ignazio Silone conservato alla Zentralbibliothek di Zurigo - Congresso annuale ADI La letteratura italiana a congresso. Bilanci e prospettive del decennale, Monopoli (Bari), 13-16 settembre 2006.

Altre attività:

È collaboratore di «Todomodo. Rivista internazionale di studi su Sciascia» e della «Rivista internazionale di lingua e letteratura» (nel Comitato editoriale).

 

 

Curriculum Filologia romanza

 

Andrea BERETTA (Tutor: Prof.ssa Anne Angele Schoysman)

e-mail: andrea.beretta1804@gmail.com

Si laurea in Filologia moderna – Scienze della Letteratura, del Teatro, del Cinema (classe: LM–14) nel 2012 presso l’Università degli Studi di Pavia con una tesi in Linguistica italiana dal titolo: I «Sonetti morali» di Frate Guittone d’Arezzo. Proposte per un’edizione critica e commentata; relatrice: Prof.ssa Silvia Isella; correlatori: Prof. Cesare Segre e Prof. Roberto Leporatti.

Nello stesso anno ottiene il Diploma di licenza IUSS (Istituto Universitario di Studi Superiori/Institute for Advanced Study – Pavia) con una tesi in Filologia romanza dal titolo: Sondaggi linguistici sull’«Aspremont» del ms. Marciano fr. Z 4; relatore: Prof. Cesare Segre; correlatore: Prof. Carlo Beretta.

Ha svolto un progetto di ricerca dal titolo L'«Attila Flagellum Dei» di Nicolò da Casola. Edizione del libro primo e studio della tradizione testuale su Attila in Italia; tutor: prof.ssa Anne Schoysman, prof. Fabio Zinelli (EPHE – École Pratique des Hautes Études), prof. Richard Trachsler (Universität Zürich).

Attualmente è titolare di una borsa di ricerca post-doc della Fondazione Primoli presso l’Université Paris IV-Sorbonne per i mesi di febbraio-giugno 2017; tutor referente: prof.ssa Maria Colombo Timelli.

Pubblicazioni:

1. A. Beretta, Miti fondativi veneziani e tradizione attiliana. Un’indagine di ermeneutica filologica, in Attila in Italia. Dalla letteratura franco-italiana a Verdi (e oltre). Atti del Convegno di studi a cura di G. Peron, in corso di stampa.

2. A. Beretta, Sviluppi plurilingui dell’«Atile en prose». Prolegomeni ad un’edizione, in «Francigena», in p.r.

3. A. Beretta, Frate Guittone d'Arezzo, «Miri, miri catuno a·ccui bisogna», in Il viaggio del testo. Atti del Convegno internazionale di Filologia Italiana e Romanza, Brno, 19-21 giugno 2014, a cura di P. Divizia e L. Pericoli, Firenze, Franco Cesati Editore, 2017 («Filologia e ordinatori»), in corso di stampa.

4. A. Beretta, Per un riesame della scripta del ms. Venezia Biblioteca Nazionale Marciana fr. IV (con nuovi spunti per la localizzazione), in «Francigena», 1, 2015, pp. 215-259.

5. A. Beretta, recensione a R. Tagliani, Il Tristano Corsiniano, edizione critica, Atti della Accademia Nazionale dei Lincei. Classe di Scienze morali, storiche e filologiche. Memorie, serie IX, vol. XXVIII, fasc. I, Roma, Accademia Nazionale dei Lincei, 2011, in «La Lingua italiana», X, 2014, pp. 194-201.

6. A. Beretta, Sinopie macrotestuali nella tradizione dei «Sonetti amorosi» di Guittone d’Arezzo, in «Italica Begradensia», 1, 2014, pp. 7-27.

7. A. Beretta, scheda online Nicolò (o Nicola) da Casola (http://www.rialfri.eu/rialfriWP/autori/niccolo-o-nicola-da-casola) per il sito RIALFrI (Repertorio Informatizzato Antica Letteratura Franco-Italiana; ISSN: 2282-6920) diretto da Francesca Gambino (Università di Padova).

8. A. Beretta, scheda online La guerra d’Attila (http://www.rialfri.eu/rialfriWP/opere/la-guerra-dattila) per il sito RIALFrI (Repertorio Informatizzato Antica Letteratura Franco-Italiana; ISSN: 2282-6920) diretto da Francesca Gambino (Università di Padova).

9. A. Beretta, Le "Metamorfosi" di Giorgio Orelli. Lettura di «Certo d’un merlo il nero», da «Spiracoli», e confronto con una redazione precedente finora inedita, in «Per leggere», n. 23 (autunno 2012), pp. 25-46.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

1. A. Beretta, Novità sull’Esopo veneto – Circolo Filologico Linguistico Padovano, 25 gennaio 2017.

2. A. Beretta, Sviluppi plurilingui dell’«Atile en prose»Seminario sul franco-italiano, Università di Padova, Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari, 24-25 ottobre 2016.

3. A. Beretta, I sonetti morali nella tradizione manoscritta: appunti per una nuova edizione – Convegno Guittone morale. Tradizione e interpretazione, Sapienza Università di Roma, 28-29 novembre 2016.

4. A. Beretta, Il “nemico” come fattore coesivo: la funzione-Attila nella tradizione italiana - International Workshop Christentum und Heidentum: Ideologische Konflikte im Renaissance- Epos, Freie Universität Berlin, 20 aprile 2015.

5. A. Beretta, Sulla tradizione manoscritta dei «Sonetti morali» di Guittone d’Arezzo - Convegno internazionale di Filologia Italiana e Romanza Il viaggio del testo, Brno, 19-21 giugno 2014, a cura di P. Divizia, L. Pericoli; comitato scientifico: M. Bonafin, A. Cadioli, P. Chiesa, C. Del Popolo, P. Divizia, M. L. Meneghetti, L. Pericoli, E. Vincenti, A. V. Brovarone, M. Zaccarello (relatore accolto al convegno, non ha potuto partecipare fisicamente per concomitanti impegni obbligatori di dottorato) – prevista pubblicazione degli atti (2016).

6. A Beretta, La morte di Attila tra storia e leggenda (con cenni ad un recente ritrovamento) - Convegno di studi Attila in Italia: dalla letteratura franco-italiana a Verdi (e oltre), Università degli Studi di Padova; Accademia Galileiana di Scienze Lettere ed Arti, 30 maggio 2014 (prevista pubblicazione degli atti).

7. A. Beretta, Questioni di “filologia delle strutture”: note sulla tradizione manoscritta del corpus in versi di Guittone d’Arezzo - American Association Italian Studies (AAIS) Conference, Universität Zürich, 23 maggio 2014.

8. A. Beretta, Da “Forse” a “Certo”: variantistica d’autore e movenze stilistiche in Giorgio Orelli - Lezione su invito del Dottorato in Scienze del testo letterario e musicale dell'Università degli Studi di Pavia, 15 maggio 2014.

9. A. Beretta, The cultural background to Venice Marciano V4 - Conference Medieval Francophone Literary Culture Outside France, King's College, Cambridge, 11 aprile 2014.

10. A. Beretta, Problemi di filologia delle strutture: sondaggi sulle «Rime» di Dante - Seminario TEXTUS (a cura di A. Beretta e D. Stefanelli), Università di Pavia, 3 marzo 2014.

Altre attività:

Dal 26 al 30 settembre 2016 ha seguito il corso di formazione di base per redattori del Tesoro della Lingua Italiana delle Origini (TLIO), Istituto del CNR Opera del Vocabolario Italiano (OVI) presso l’Accademia della Crusca.

Dal mese di ottobre 2014 al mese di aprile 2015 ha condotto un periodo di ricerca all’estero presso l’Université Paris IV-Sorbonne; tutor referente: prof. Fabio Zinelli.

Dal mese di marzo al mese di maggio 2014 ha curato il Seminario di ricerca TEXTUS presso il Dipartimento di Studi umanistici dell’Università di Pavia, con il patrocinio del Dottorato in Scienze del testo letterario e musicale.

Dal 2014 è cultore della materia per l’insegnamento di Storia della lingua italiana presso l’Università degli Studi di Pavia.

Dal 2012 è collaboratore del progetto di ricerca internazionale RIALFrI (Repertorio Informatizzato dell’Antica Letteratura Franco-Italiana) promosso dall’Università di Padova e coordinato dalla Prof.ssa Francesca Gambino.

Dal mese di settembre 2011 al mese di giugno 2012 ha condotto un periodo di ricerca all’estero presso l’Université de Genève, Faculté des Lettres, Unité d’Italien; referente: prof. Roberto Leporatti.

Nell’anno accademico 2010/2011 (secondo semestre) è stato tutor del corso Alle origini dell’intellettuale: da S. Agostino a Dante (prof. Roberto Antonelli) presso lo IUSS di Pavia.

Dal mese di luglio al mese di agosto 2010 ha seguito un corso di lingua presso la sede del Goethe Institut di Monaco di Baviera come parte del perfezionamento breve presso lo Stiftung Maximilianeum.

Negli anni accademici 2009/2010, 2010/2011, 2013/2014 e 2014/2015 è stato tutor per il corso Linguistica italiana A presso l’Università degli Studi di Pavia.

 

Cesare MASCITELLI (Tutor: Prof.ssa Maria Luisa Meneghetti)

e-mail: cesare.mascitelli@gmail.com

Consegue laurea magistrale in Lettere Moderne, Università degli Studi di Milano, con una tesi in Filologia romanza dal titolo Il canzoniere trobadorico J: fonti, canone e lingua; relatore: prof. Maria Luisa Meneghetti; correlatore: prof. Alfonso D’Agostino.

Ha svolto un progetto di ricerca dal titolo Il codice marciano V13 (Marciana, Venezia, Biblioteca Nazionale, Fr. Z 13 = 256): contestualizzazione storico-sociale e ridefinizione linguistica; tutor: Prof. Maria Luisa Meneghetti.

Pubblicazioni:
1. C. Mascitelli, Il canzoniere trobadorico J e il ms. Conventi Soppressi F IV 776: constitutio codicis e storia esterna, in «Critica del Testo», XVI/1, pp. 85-112.

2. C. Mascitelli, Il «Roi de Sicile» di Adam de la Halle: una nuova proposta di datazione e localizzazione, in «Carte Romanze», II/1, in corso di stampa.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

1. C. Mascitelli, Charlemagne et la Geste Francor de Venise: l’empereur aux cours de Padoue et Mantoue - Symposium de l’IMS (Société Internationale des Médiévistes), Paris, en collaboration avec 11ème LAMOP – Paris I-Sorbonne, 27 giugno 2014.

2. C. Mascitelli, L’eredità poetica di Raimbaut de Vaqueiras nel sonetto provenzale di Paolo Lanfranchi da Pistoia - Seminario di Filologia romanza, Siena, Università degli Studi di Siena, 29 gennaio 2014.

Altre attività:

Nel 2013 si occupa della segreteria e organizzazione logistica del convegno internazionale "Contaminazione/contaminazioni", Università degli Studi di Milano, 11-13 giugno.

Dal 2012 è cultore della materia per gli esami delle cattedre di Filologia romanza, corso triennale – corso avanzato (prof. Maria Luisa Meneghetti, prof. Alfonso D’Agostino, prof. Maria Carla Marinoni, prof. Beatrice Barbiellini Amidei).

 

Elena STEFANELLI (Tutor: Prof. Lino Leonardi)

e-mail: stefanellielena@gmail.com

Ha conseguito la laurea specialistica in Filologia Moderna (classe 16/S) presso l’Università degli Studi di Siena, nel luglio del 2012 con una tesi in Filologia romanza dal titolo: Un canzoniere di frammenti. Rivalutazione di un testimone parigino di lirica italiana antica (ms. Paris, BnF, NAL 1745); relatore: prof. Lino Leonardi; controrelatore: prof. Carlo Caruso.

Ha svolto un progetto di ricerca discusso nell’aprile del 2016 dal titolo: Il «Roman de Guiron». Edizione critica (parziale) con uno studio sulle principali divergenze redazionali; I tutor: prof. Lino Leonardi (Università di Siena); II tutor: prof. Richard Trachsler (Universität Zürich); III tutor: prof. Fabio Zinelli (École Pratique des Hautes Études).

Attualmente è assegnista di ricerca presso la Fondazione Ezio Franceschini per il completamento dell’edizione critica della seconda parte del Roman de Guiron.

Pubblicazioni:

1. E. Stefanelli, Un canzoniere di frammenti: il ms. n.a.lat. 1745 della Bibliothèque nationale de France, in «Studi di filologia italiana», 2016, in corso di stampa.

2. E. Stefanelli, L’édition du Roman de Guiron: choix du manuscrit de surface, in Le cycle de Guiron le Courtois. Les manuscrits, la tradition, le texte. Introduction philologique à une recherche en cours, sous la direction de L. Leonardi et R. Trachsler, édité par L. Cadioli et S. Lecomte, Paris, Garnier, in corso di stampa.

3. L. Cadioli, E. Stefanelli, Pour le choix d’un “manuscrit de surface”: introduction méthodologique, in Le cycle de Guiron le Courtois. Les manuscrits, la tradition, le texte. Introduction philologique à une recherche en cours, sous la direction de L. Leonardi et R. Trachsler, édité par L. Cadioli et S. Lecomte, Paris, Garnier, in corso di stampa.

4. E. Stefanelli,  Lettura dei sonetti CXVI-CXXII del «Fiore» nel quadro degli scarti narrativi rispetto al «Roman de la rose», in Atti del convegno sul «Fiore» (Firenze 22-23 maggio 2014), a cura di N. Tonelli, Firenze, Le Lettere, in corso di stampa.

5. M. Buergel, V. Cassì, C. Dusio, M. Scuderi, E. Stefanelli, I Dieci comandamenti, gli Articoli di fede e i Sette sacramenti: un primo sondaggio sui “Testi Paralleli” nelle aree romanze, in «De diz comandemenz en la lei». Le décalogue anglo-normand selon le manuscrit BL Cotton Nero A.III: texte, langue et traditions, herausgegeben von R. Wilhelm, Heidelberg, Winter, 2015, pp. 121-224 (§§ 2.1, 2.2.2, 2.4).

6. E. Stefanelli, Indici del volume Gianfranco Contini 1912-2012. Attualità di un protagonista del Novecento, a cura di L. Leonardi, Firenze, Edizioni del Galluzzo per la Fondazione Ezio Franceschini, 2014.

7. V. Cavalloro, G. Romanin Jacur, E. Russian, E. Stefanelli, M. Tarasco, Atti di Incontrotesto. Seconda edizione, Pisa, Pacini, 2014.

8. V. Cavalloro, G. Romanin Jacur, E. Russian, E. Stefanelli, M. Tarasco, Un filo di fedeltà: materiali sereniani dai fondi fortini e Parronchi della Biblioteca Umanistica di Lettere, «Annali della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Siena», Firenze, Cadmo, 2013 (vol. 1), pp. 281-338.

9. E. Stefanelli, Schede bibliografiche in Medioevo Latino. Bollettino bibliografico della cultura europea da Boezio a Erasmo (secolo VI-XV), vol. XXXIV, Sismel, Firenze, 2013.

10. G. Romanin Jacur, E. Stefanelli, M. Tarasco, Atti di Incontrotesto: ciclo di incontri su e con scrittori del Novecento e contemporanei: Siena, ottobre-novembre 2011, Pisa, Pacini, 2011.

11. E. Stefanelli, Edizione dei testi di Dante Alighieri pseudo, Solvete i corpi in aqua a tutti dico; Tu, che stanzi ['n] lo colle ombroso e fresco; Voglioso e vago a·nnovellar d’amore e di Zucchero Bencivenni, Zertanamente dico, in LirIO. Corpus della lirica italiana delle origini su CD-ROM. I. Dagli inizi al 1337, a cura di L. Leonardi, A. Decaria, P. Larson, G. Marrani, P. Squillacioti, Firenze, Edizioni del Galluzzo, 2011.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

1. E. Stefanelli, Un canzoniere di frammenti: il ms. n.a.lat. 1745 della Bibliothèque nationale de France - Scuola estiva Polyphonies romanes (Universität Zürich, Romanisches Seminar), Vitzanu 12-15 giugno 2016.

2. E. Stefanelli, Méthodes d’éditionLe «Roman de Guiron» - International Exploratory Workshop Mapping Textual Traditions in the Franch Middle Ages. Guiron – Aspremont – Ovide Moralisé, Università di Zurigo, 2-4 dicembre 2014.

3. E. Stefanelli, «Roman de Guiron»: seconde partie - Congresso IAS (International Arthurian Society (all'interno della Table Ronde: «Guiron le Courtois». État présents et futures), Università di Bucarest, 20-27 luglio 2014.

4. E. Stefanelli, «La malvagia ipocresia» di Falsembiante: lettura dei sonetti CXIII-CXXVII del «Fiore» - Convegno sul Fiore, Società Dantesca Italiana, Firenze, 22-23 maggio 2014.

5. E. Stefanelli, Una tenzone privata tra Antonio degli Alberti e Giovanni Bonafedi (Siena, BCI, I.IX.18) - Seminario di Filologia Romanza, Fondazione Ezio Franceschini di Firenze e Università degli Studi di Siena, 5 maggio 2013.

Altre attività:

Dal settembre 2009 è membro della redazione del progetto LIO (Repertorio della Lirica Italiana delle Origini, <http://www.mirabileweb.it>) presso la Fondazione Ezio Franceschini di Firenze.

Nel settembre del 2014 (14-19) ha partecipato all’École d’été in Philologie romane et édition des textes presso l’Università di Klagenfurt (comitato scientifico: Stephen Dörr, Franz Lebsanft, Richard Trachsler, David Trotter, Raymund Wilhelm, Fabio Zinelli).

È una delle ideatrici e organizzatrici del progetto INCONTROTESTO (http://incontrotesto.wordpress.com), all’interno del quale ha organizzato incontri letterari su e con scrittori e poeti contemporanei (19 ottobre - 30 novembre 2011; 14-24 novembre 2012; 6-20 novembre 2013) e la mostra Un filo di fedeltà (Un filo di fedeltà. Materiali sereniani dai fondi Fortini e Parronchi della Biblioteca di Lettere, Siena, 9 febbraio - 9 marzo 2013).

Documenti allegati: 
Utilità Dottorandi