Dottori e dottorandi

XXXVI ciclo - Filologia e Critica

Curriculum Filologia Romanza

 

Caterina BELLENZIER (Tutor: Prof. Claudio Lagomarsini)

E-mail: caterin.bellenzier@student.unisi.it

Titolo della tesi: “Bible anglo-normande e Bible de Jean de Sy”: volgarizzamenti biblici a confronto. Edizione e studio del libro del “Deuteronomio”.

In cotutela con la Sorbonne Université, Paris (prof. Sylvie Lefèvre).

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne nel dicembre 2019 presso l’Università degli Studi di Siena, con una tesi in Filologia romanza dal titolo La Penitence Adam e la tradizione antico-francese della Vita Adae et Evae (con un saggio di edizione da Robert de Blois) (relatore: prof. Claudio Lagomarsini, correlatore: prof. A. Schoysman).

Il suo progetto di ricerca è dedicato all’edizione del libro del Deuteronomio della Bible anglo-normande e della Bible de Jean de Sy e allo studio del rapporto tra i due volgarizzamenti.

Pubblicazioni:

  1. C. Bellenzier, ‘La penitence Adam’ e la tradizione antico-francese della ‘Vita Adae et Evae’, in «Medioevo romanzo», in corso di stampa.

 

Carolina BORRELLI (Tutor: Prof. Luca Barbieri)

e-mail: c.borrelli@student.unisi.it

Titolo della tesi: Il canzoniere occitano T. Studio codicologico, linguistico, ecdotico.

In cotutela con l'École Pratique des Hautes Études (EPHE) di Parigi (prof. Fabio Zinelli).

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia moderna nel luglio 2020 presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”, con una tesi in Filologia romanza dal titolo Elementi di natura secolare nella lirica religiosa medievale (relatore: prof. Paolo Di Luca).

Il suo progetto di ricerca consiste nello studio codicologico, linguistico ed ecdotico del canzoniere occitano T (Paris, Bibliothèque nationale de France, fr. 15211).

Altre attività

  • È cultore della materia per l’insegnamento di Filologia e linguistica romanza presso l’Università degli Studi di Napoli “Federico II”.

 

Matteo CESENA (Tutor: Prof. Roberto Tagliani)

e-mail: m.cesena@student.unisi.it

Titolo della tesi: Il lessico delle istituzioni pubbliche nella cronache cittadine veneziane (fine XIII - fine XIV secolo)

In cotutela con l'università di Losanna (prof. Lorenzo Tomasin)

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne nel luglio 2020 presso l'Università degli Studi di Milano, con una tesi dal titolo " Il Trattato Cataro del ms. Dublin, Trinity College, 269. Edizione e studio linguistico" (relatore: prof. Massimiliano Gaggero; correlatore: prof. Stefano Resconi).
Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio del lessico delle istituzioni pubbliche nel corpus delle cronache veneziane redatte tra la fine del XIII e la fine del XIV secolo.

 

Flavia GUIDI (Tutor: Prof. Paolo Squillacioti)

e-mail: f.guidi3@student.unisi.it

Titolo della tesi: Giordano Ruffo a Pisa (e altrove): studio dei più antichi volgarizzamenti toscani della “Mascalcia” 

In cotutela con l'Università di Losanna (prof. Lorenzo Tomasin).

Ha conseguito la laurea magistrale in Italianistica nel maggio 2020 presso il dipartimento di Filologia, Letteratura e Linguistica dell’Università degli Studi di Pisa, con una tesi in Linguistica romanza dal titolo “Due manoscritti veneti inediti del XIV secolo di argomento medico. Analisi comparativa ed edizioni della Lettera di Ippocrate a Cesare e delle ricette del Thesaurus Pauperum” (relatori: Prof.ssa Maria Sofia Corradini Bozzi e Prof. Fabrizio Cigni; correlatrice: Prof.ssa Maria Cristina Cabani), dedicata all'edizione interpretativa, con analisi linguistica e glossario, delle ricette appartenenti alla Lettera di Ippocrate a Cesare e al Thesaurus Pauperum contenute nei codici Ital. Quart. 62 della Biblioteca Jagellonica di Cracovia e VIII G. 67 della Biblioteca Nazionale di Napoli. 

Il suo progetto di ricerca è dedicato all’edizione della Mascalcia di Giordano Ruffo secondo il codice 78C15 del Kupferstichkabinett di Berlino.

 

Tommaso INTRECCIALAGLI (Tutor:  Dott. Pär Larson )

E-mail: t.intreccialagli@student.uisi.it

Titolo della tesi: “Il Libro del sapere di astronomia” di Guerruccio di Cione Federighi (Vat. Lat. 8174). Volgarizzamento fiorentino dal “Libro del saber de astrología”.

In cotutela con l'Università di Zurigo (prof. Michele Loporcaro).

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia moderna nel gennaio 2020 presso l'Università degli Studi di Roma La Sapienza con una tesi in Filologia romanza dal titolo Le novelle del ms. Magliabechiano Cl. XXXVIII 121. Saggio di edizione, relatore: prof. Stefano Asperti, correlatore: prof. Marco Grimaldi. 

Il suo progetto di ricerca è dedicato all'edizione e allo studio linguistico del volgarizzamento fiorentino dei Libros del saber de astronomia, contenuto nel codice Vat. Lat. 8174.

Pubblicazioni

  1. T. Intreccialagli, Le novelle diaboliche del ms. Magliabechiano XXXVIII 121, in «Medioevo letterario d'Italia», 17 (2020), pp. 163-186.

 

Giandomenico TRIPODI (Tutor: Prof. Francesco Vincenzo Stella)

e-mail: g.tripodi1@student.unisi.it

Titolo della tesi: Il commento di Benvenuto da Imola alle Georgiche (edizione critica) e la tradizione esegetica bassomedievale del poema virgiliano

In cotutela con l'École Pratique des Hautes Études - Paris (prof. Virginie Leroux)

Ha compiuto il suo percorso universitario presso l'Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano sotto la guida della professoressa Mirella Ferrari e del professor Marco Petoletti; ha conseguito la laurea magistrale in Filologia moderna nell'aprile 2020 con una tesi dal titolo Il commento di Benvenuto da Imola alle Georgiche di Virgilio (relatore: prof. Marco Petoletti; correlatrice: prof.ssa Carla Maria Monti). Si è inoltre diplomato presso la Scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica presso l'Archivio di Stato di Milano.

Il suo progetto di ricerca mira all'edizione critica del commento di Benvenuto da Imola alle Georgiche e ad un ampio studio relativo alla tradizione esegetica del poema virgiliano nel corso del basso Medioevo, con particolare attenzione all'esegesi francese del XII secolo (Ilario d'Orléans) e all'esegesi italiana del XIV secolo (Zono de Magnalis).

Convegni

  1. Il commento di Benvenuto a Virgilio, in ‘III Giornata di Studi del Centro di Studi su Benvenuto da Imola (CeSBI)’, Università di Bologna, 28/11/2019.

 

Mario SARACA (Tutor: Prof.ssa Speranza Cerullo)

E-mail: m.saraca@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia Moderna nel marzo 2018, presso il dipartimento di Scienze Umanistiche, della Comunicazione e del Turismo all’Università degli Studi di Viterbo, con una tesi in Filologia Romanza dal titolo Un’edizione critica di Richart de Semilli (relatrice: prof.ssa Giovanna Santini; correlatore: prof. Francesco Maria Cardarelli), dedicata all’edizione critica dell’intero corpus di testi del troviero (10 componimenti di sicura attribuzione e il famoso torneo di dame attribuitogli).
Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio dei contrafacta di ambito trobadorico.  

 

 

Curriculum Letterature moderne

 

Edoardo BASSETTI (Tutor: Prof.ssa Tiziana De Rogatis)

e-mail: e.bassetti@student.unisi.it

Titolo della tesi: Artemisia, oggi. Genealogia di un "mito" del nostro tempo

In cotutela con Sorbonne Université (Prof.ssa Frédérique Dubard de Gaillarbois).

Si è laureato con lode in Italianistica all’Università di Bologna nel 2020 sotto la supervisione del Prof. Marco Antonio Bazzocchi e del Prof. Filippo Milani.

Il suo progetto di ricerca analizza le riscritture letterarie e le trasposizioni multimediali ispirate ad Artemisia Gentileschi, con particolare attenzione all’opera di Anna Banti in quanto propedeutica a un approccio critico e consapevole rispetto all’attuale processo di "mitizzazione" relativo alla pittrice barocca.

Nella sua produzione scientifica si è occupato dell'influenza che Longhi e Gadda esercitarono su Pasolini, delle prime lettrici di Leopardi, dell'opera di Anna Banti e Virginia Woolf.

 Pubblicazioni:

  1. E. Bassetti, "Un personaggio forse troppo diletto". La rappresentazione dell’artista nell’opera di Anna Banti, in «Elephant & Castle», 25, giugno 2021, pp. 4-29.
  2. E. Bassetti, Scrivere (e dipingere) l’Altrove. Anna Banti, Artemisia e Lily Briscoe: per un’arte “di memoria, non di maniera”, in «Allegoria», XXXIII, 82, luglio/dicembre 2020, pp. 186-201.
  3. E. Bassetti, Leopardi e le lettrici del suo tempo. Tre esempi per delineare un pubblico femminile contemporaneo, in «Marca/Marche», vol. 13, 2019, pp. 275- 287.
  4. E. Bassetti, Barocco postmoderno. Pasolini e la lezione di Longhi, riletta attraverso l’opera di Gadda, in «Poetiche», vol. 20, n. 48 (1-2 2018), pp. 45-66.

Convegni

  1. Artemisia 2020: dal Barocco romano al Doodle di Google, Graduate conference: Leggere, (ri)scrivere e condividere: vecchie e nuove pratiche di significazione, Università di Bologna, Dipartimento di lingue, letterature e culture moderne, Bologna, 16-17 giugno 2021.
  2. From a double trauma to a 'double destiny'. Traumatic analogies in Anna Banti's Artemisia, between rape and ww2, Conference: Trauma narratives in Italian and transnational women's writing, American Association for Italian Studies, 04-05/06/2021.

 

Serena CIANCIOTTO (Tutor: Prof.ssa Ida Campeggiani)

e-mail: s.cianciotto@student.unisi.it

Titolo della tesi: Saghe familiari al cambio del secolo: un confronto di casi europei fra i secoli XIX-XX e XX-XXI

In cotutela con l'Università di Leipzig (prof. Jobst Welge)

Si è laureata in Filologie e Letterature Euroamericane presso l'Università di Pisa nel 2020, con una tesi in Letterature Comparate dal titolo Il personaggio dietro la maschera. Figurae del teatro portoghese e tedesco (1961-1975) alla prova della scheda Stara. Relatore: Prof. Alessandro Fambrini, correlatore: Prof.ssa Valeria Tocco.

Il suo progetto di dottorato mira a proporre una definizione di saga familiare e a fornire un'analisi in prospettiva comparata di casi europei, in particolare nelle letterature italiana, portoghese e tedesca, intorno al cambio del secolo XIX-XX e XX-XXI.

Pubblicazioni:

  1. Traduzione dal portoghese: Carlos Reis, Figure in movimento: José Saramago e il personaggio come rifigurazione, «Enthymema» XXV, 2020, pp. 89-99.
  2. Serena Cianciotto, In viaggio con il Marchese Faria, «Estudos Italianos em Portugal», Nova Série, N. 14, 2019, pp. 149-161.

 

Tommaso LOMBARDI (Tutor: Prof.ssa Natascia Tonelli)

e-mail: tommaso.lombardi1@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne" presso l'Università degli Studi di Siena nel 2020, con una tesi in Letteratura Italiana dal titolo: Per una lettura dell’Epistola XIII di Giovanni Boccaccio. Relatrice: prof.ssa Natascia Tonelli; Controrelatrice: prof.ssa Fiammetta Papi.

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio dell’opera di Giovanni Boccaccio e del suo contesto storico-politico e culturale. È volto, in particolare, ad un’indagine sul rapporto della produzione boccacciana con la tradizione culturale di ascendenza cortese e alla ricostruzione dello sviluppo del pensiero dell’autore intorno alla questione della nobiltà.  

Pubblicazioni:

  1. T. Lombardi, Dante e la canzone ‘montanina’, tra il ‘Convivio’ e l’’Inferno’, tra Enea e Didone, Tenzone 20, 2019, pp. 123-163.
  2. T. Lombardi, Il dissidio tra sembianti e qualità del cuore : lo smarrimento ermeneutico di Madonna Fiammetta (e di altri personaggi delle opere di Boccaccio, Arzanà 21, 2020, pp. 26-37.
  3. T. Lombardi, ‘L’Uomo è antiquato’ e ‘Le particelle elementari’: simmetrie e differenze tra le prospettive, in «Annali di studi umanistici», Università di Siena (di prossima pubblicazione)

Recensioni:

  1. T. Lombardi, recensione a «Dante, Paradiso I-XVII ; Paradiso XVIII-XXXIII.  Edizione critica alla luce del più antico codice di sicura fiorentinità, a cura di Eleonisia Mandola. Premessa di Federico Sanguineti» in «Per Leggere» n. 37, Lecce, Pensa Multimedia, 2019, pp. 219-223.
  2. T. Lombardi, recensione a «Dante Alighieri, Vita Nuova, a cura di Raffaele Pinto, Firenze, Edimedia, 2019» in «Per Leggere» n. 38, Lecce, Pensa Multimedia, 2020, pp. 155-159.

 

Davide MAGONI (Tutor: Prof. Niccolò Scaffai)

e-mail: davide.magoni@student.unisi.it

Titolo della tesi: La rappresentazione dello spazio e le sue riformulazioni in letteratura contemporanea

In cotutela con l’Università di Lisbona (Prof. Ângela Fernandes).

Ha conseguito la laurea magistrale in letterature comparate nel maggio 2018 presso l’Università Sorbonne-Nouvelle (Parigi), con una tesi dal titolo La condition du sujet dans les espaces narratifs de William Faulkner – analyse de deux romans, relatore: prof. Philippe Daros.

Il suo progetto di ricerca si dedica allo studio della rappresentazione dello spazio e dei luoghi in letteratura contemporanea.

Pubblicazioni

  1. D. Magoni, L’umanesimo etnografico nelle anomalie collettive, TRANS - Revue de littérature générale et comparée.

Convegni

  1. D. Magoni, Geografie del vissuto. Rappresentazione digitale dello spazio nella letteratura contemporanea, Università degli studi di Firenze, 13-14 maggio 2021.

 

Giulia MELA (Tutor: Prof. Pierluigi Pellini)

e-mail: giulia.mela@student.unisi.it

Titolo della tesi: «C’est l’ordure, encore l’ordure, et toujours l’ordure»: il disgusto da Zola a Céline

In cotutela con l’Université Sorbonne Nouvelle – Paris 3 (tutor: Prof. Paolo Tortonese)

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne nel giugno 2020 presso l’Università degli Studi di Siena con una tesi in Letteratura francese dal titolo «Il senso quasi insopportabile della vita»: gli odori in Zola (relatore: prof. Pierluigi Pellini; controrelatrice: prof.ssa Anne Angèle Schoysman). La tesi magistrale è risultata vincitrice del premio «Paolo Zanotti per gli studi letterari» (edizione 2020), patrocinato dall’Associazione per gli Studi di Teoria e Storia comparata della Letteratura (Compalit).

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio del disgusto dal naturalismo al modernismo.  

  

Elisa SANTORO (Tutor: Prof.ssa Elena Spandri)

e-mail: elisa.santoro@student.unisi.it

Titolo della tesi: "The BrexLit Phenomenon: the Narration of a Divided Nation" .. 

Visiting Scholar presso University of Portsmouth, in collaborazione con Prof.ssa Berberich.

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne nel 2019 presso l'Università degli Studi di Siena con una tesi in Letteratura Inglese dal titolo "A stranger on earth": alienazione e alterità nelle opere di Hanif Kureishi, relatrice: prof.ssa Elena Anna Spandri, controrelatrice: prof.ssa Carla Francellini. 

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio del nuovo sottogenere della BrexLit e in particolare i romanzi della Brexit, cercando di tracciare i confini di questa nuova tendenza letteraria, che si può ascrivere alla tradizione, radicata nella letteratura inglese, del romanzo della nazione. 

 

XXXV ciclo - Filologia e Critica

Curriculum Filologia Romanza

 

Francesca CRESCI (Tutor: Prof. Stefano Asperti)

E-mail: francesca.cresci@student.unisi.it

Titolo della tesi: Dalfi d'Alvernhe, edizione critica e commento

In cotutela con l'Università di Liegi (prof. Nadine Henrard)

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia moderna nel febbraio 2018 presso l’Università degli Studi di Pavia con una tesi in Filologia romanza dal titolo Il ms. Aldini 219 della Biblioteca Universitaria di Pavia: edizione e commento degli unica, relatore: prof. Alberto Conte, correlatrice: prof.ssa Luigina Morini.

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio e all’edizione dei componimenti del trovatore Dalfi d’Alvernhe.

Convegni, seminari e lezioni:

  1. F. Cresci, Le enumerazioni nel corpus di Dalfi d’Alvernhe, presentazione all'interno del Séminaire de recherche en langue et littérature médiévales I : L'ordre du multiple, L'énumération dans la culture textuelle en langue romane di Nicola Morato, Università di Liegi, 9 dicembre 2020.
  2. F. Cresci, Quelques réflexions sur authenticité et « autorialité » dans le corpus du troubadour Dauphin d’Auvergne (XIIe–XIIIe siècles), seminario 2021 dell'unità di ricerca Transitions dell'Università di Liegi, « Du fantasme de l’œuvre originelle à la reconstruction illusoire : Que reste-t-il des authenticités ? », 21 aprile 2021.
  3. F. Cresci, La cour de Dauphin d’Auvergne et les autres lieux de production de la lyrique occitane entre XIIe et XIIIe siècles, lezione all'interno del Séminaire de recherche en langue et littérature médiévales II : Espace, lieux et décors dans la littérature du Moyen Âge di Nadine Henrard, Università di Liegi, 5 maggio 2021.
  4. F. Cresci, Itinerario nella Francia tra XII e XIII secolo: il trovatore Dalfi d'Alvernhe e la sua corte, tra relazioni politiche e produzione poetica, Convegno dottorale internazionale «La sintassi del mondo». La mappa e il testo, Università degli studi di Firenze, 13-14 maggio 2021.

Pubblicazioni:

  1. Redazione di 31 voci del Tesoro della lingua italiana delle origini (TLIO), pubblicate o in corso di pubblicazione online all’indirizzo http://tlio.ovi.cnr.it/TLIO/

Altre attività:

  • Da gennaio a marzo 2020 è stata redattrice del Tesoro della Lingua Italiana delle Origini (TLIO) presso l’Opera del Vocabolario Italiano (OVI).
  • Dal 2020 è membro di Transitions, unità di ricerca per il Medioevo e la Prima Modernità dell’Università di Liegi.
  • Membro del comitato organizzatore del seminario dottorale 2021 dell'unità di ricerca Transitions dell'Università di Liegi, « Du fantasme de l’œuvre originelle à la reconstruction illusoire : Que reste-t-il des authenticités ? », in cinque sessioni: 24 marzo, 31 marzo, 21 aprile, 28 aprile, 3 maggio 2021.
  • Da marzo 2021 è membro della Société Internationale de Littérature Courtoise, sezione belga.

 

Luciano DE SANTIS (Tutor: Prof.ssa Maria Sofia Lannutti)

e-mail: luciano.desantis@student.unisi.it

Titolo della tesi: Le poesie di Jehan Erart

In cotutela con l'Université de Namur (prof. Giovanni Battista Palumbo).

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia moderna nel novembre 2018, presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II, con una tesi in Filologia romanza dal titolo Il sirventese di argomento storico-politico nella lirica oitanica (relatore: prof. Paolo Di Luca).

Il suo progetto di dottorato consiste nello studio e nell’edizione dell’opera del troviero arrageois Jehan Erart.

Pubblicazioni

  1. Voci inspaurito agg., intimela s.f., oreto s.m., rammuòvere v., rastrìngere v., ripercossa s.f., ripercosso agg., ripercotimento s.m., ripercuòtere v., ripercussione s.f., ripercussivo agg. del Tesoro della Lingua Italiana delle Origini (TLIO), pubblicate online all’indirizzo http://tlio.ovi.cnr.it/TLIO/ – ISSN 2240-5216.
  2. «I sirventesi di Hue de la Ferté», Carte romanze, 9/1, 2021, pp. 7-57.

Altre attività

  • Da gennaio a marzo 2020 è stato Redattore del Tesoro della Lingua Italiana delle Origini (TLIO) presso l’Opera del Vocabolario Italiano (OVI).
  • Dal mese di gennaio 2020 è Redattore del Repertorio informatizzato dell’antica letteratura trobadorica e occitana (Rialto). Dall’ottobre dello stesso anno è inoltre iscritto alla Società italiana di Filologia Romanza (SIFR).
  • È cultore della materia per l’insegnamento di Filologia e linguistica romanza presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

 

Chiara FRAGOMELI (Tutor: Prof. Pär Gunnar Larson)

e-mail: chiara.fragomeli@student.unisi.it

Titolo della tesi: Quanto contava far di conto? Sul lessico matematico nei “libri d’abaco” dei secoli XIII-XIV

In cotutela con l'Università di Barcellona (prof. Lluis Cifuentes i Comamala).

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne nel dicembre 2017 presso l'Università degli Studi di Milano, con una tesi dal titolo La Paternostre di Maestro Silvestre: saggio di edizione critica (relatore: prof. Roberto Tagliani; correlatore: prof. Massimiliano Gaggero).

Nell’ambito del dottorato (in cotutela con la Universitat de Barcelona) la sua ricerca è incentrata sullo studio del lessico matematico nei libri d'abaco dei secoli XIII e XIV.

Pubblicazioni

  1. C. Fragomeli, Per un'edizione della «Paternostre» di Maestro Silvestre, in «Carte romanze», 7/1 (2019): 63-91.

 

Barbara FRANCIONI (Tutor: Prof. Fabrizio Cigni)

email: barbara.francioni@student.unisi.it

Titolo della tesi: Sistemi linguistici a contatto nel canzoniere estense. Indagini stratigrafiche e filologiche delle componenti occitaniche e oitaniche

In cotutela con l’Université de Lorraine / ATILF (prof. Yan Greub).

Ha conseguito la laurea magistrale in Traduzione Specialistica nel febbraio 2019, presso il dipartimento di Lettere Lingue Arti. Italianistica e culture comparate dell’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”, con una tesi in Filologia Romanza dal titolo “Il trovatore Blacasset” (relatore: Prof. Riccardo Viel; correlatrice: Prof.ssa Barbara Sasse), dedicata all'edizione critica del corpus del trovatore, con rielaborazione in lingua tedesca.

Il suo progetto di ricerca dal titolo “Sistemi linguistici a contatto nel canzoniere estense. Indagini stratigrafiche e filologiche delle componenti occitaniche e oitaniche” consiste in uno studio linguistico sulle interferenze lessicali, morfologiche e fonetiche nelle liriche in lingua d’oc e in lingua d’oïl contenute nel canzoniere estense α.R.4.4 (D-Da provenzale, H francese). Lavora in co-tutela con l’Université de Lorraine, laboratorio ATILF (Analyse et Traitement Informatique de la Langue Française), sotto la guida del Prof. Yan Greub (co-tutor).

Pubblicazioni

  1. 42 voci del TLIO (Tesoro della Lingua Italiana delle Origini - pubblicazione periodica online – ISSN 2240-5216; http://tlio.ovi.cnr.it) redatte tra settembre e novembre 2020.
  2. Il trovatore Blacasset, edizione critica in corso di pubblicazione in volume per “Carte Romanze”.

Seminari

  1. 30 marzo 2021: “Questioni di contaminazione trobadorica: il caso di Si·m fai Amors ab fizel cor amar di Blacasset (BdT 96,11)” in videoconferenza, nel quadro del ciclo di Seminari di Filologia Romanza della FEF (Fondazione Ezio Franceschini), Firenze.

Altre attività

  • Da ottobre 2019: socia non strutturata della SIFR (Società Italiana di Filologia Romanza).
  • Da novembre 2020: cultrice della materia per il SSD L-FIL-LET/09 nei CdL in Lingue L11, L12, LM37 e in Lettere L10, LM14 presso l’Università degli Studi di Bari “Aldo Moro”.

 

Chiara MARTIGNANO (Tutor: Prof.ssa Maria Sofia Lannutti)

e-mail: chiara.martignano@student.unisi.it

Ha conseguito la laura magistrale in Informatica Umanistica presso l’Università di Pisa, con una tesi in filologia digitale intitolata Progettazione e sviluppo di un apparato critico modellato sulla tradizione a stampa in EVT (relatore: prof. Roberto Rosselli Del Turco). Dopo due anni di esperienza lavorativa, durante i quali ha avuto modo di affinare le proprie competenze di sviluppo e progettazione web, ha deciso di approfondire le proprie conoscenze in campo umanistico mediante un dottorato in Lessicografia web-based dell’italiano antico. Il suo progetto di ricerca consiste nell’elaborazione di uno standard per la realizzazione di edizioni critiche digitali, affiancata dall’implementazione di un’applicazione che consenta di consultare come edizioni digitali i testi ospitati su GattoWeb.

 

Davide PETTINARI (Tutor: Prof. Lino Leonardi)

E-mail: davide.pettinari@student.unisi.it

Titolo della tesi: Iacopone da Todi, «Laude». Saggio di edizione critica

In cotutela con l'Università di Losanna (prof. Lorenzo Tomasin).

Si è laureato in Filologia moderna nel settembre del 2018 alla Sapienza - Università di Roma con una tesi in Filologia italiana dal titolo Rime trecentesche sulla povertà. Saggio di edizione critica con commento (relatore: Marco Grimaldi; correlatore: Stefano Asperti); quindi ha conseguito un master in Digital Humanities presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia (settembre 2019).

Il suo progetto di ricerca consiste in un saggio di edizione critica del laudario di Iacopone da Todi.

Pubblicazioni

Articoli

  1. Una canzone sulla povertà attribuibile a Fazio degli Uberti, «Nuova Rivista di Letteratura Italiana», i.c.s.

Voci

  1. militatore (s.m.), in Tesoro della Lingua Italiana delle Origini (TLIO), diretto da Paolo Squillacioti, in rete all’indirizzo http://tlio.ovi.cnr.it/TLIO/, in corso di pubblicazione.
  2. paramento (s.m.), ibidem.
  3. Zoppo, Polo, in Dizionario biografico degli italiani, vol. 100, Roma, Istituto della Enciclopedia Italiana, i.c.s.

Schede

  1. Esercizi di lettura per Marco Santagata, a cura di Annalisa Andreoni, Claudio Giunta, Mirko Tavoni, Bologna, Il Mulino, 2017, «Rivista di studi danteschi», a. XVIII 2018, fasc. 1, pp. 210b-213b.
  2. Marco Veglia, Dante leggero. Dal priorato alla «Commedia», Roma, Carocci, 2017, «Rivista di studi danteschi», a. XIX 2019, fasc. 1, pp. 217b-219b.
  3. Silvia Diacciati, Dante a Campaldino, «Le Tre Corone», a. XIX 2019, pp. 11-27, «Rivista di studi danteschi», a. XIX 2019, fasc. 2, i.c.s.
  4. Lectura Dantis Lupiensis. Vol. 5-2016, a cura di Valerio Marucci, Valter Leonardo Puccetti, Ravenna, Longo, 2018, «Rivista di studi danteschi», a. XIX 2019, fasc. 2, i.c.s.
  5. Gianfranco Maglio, Il mondo di Dante e la povertà evangelica, prefazione di Alessandro Ghisalberti, Milano, CEDAM, 2018, «Rivista di studi danteschi», a. XIX 2019, fasc. 2, i.c.s.
  6. Laura Banella, La «Vita Nuova» del Boccaccio. Fortuna e tradizione, Roma-Padova, Editrice Antenore, 2017, «Rivista di studi danteschi», a. XIX 2019, fasc. 2, i.c.s.

Convegni

  1. La Didone dantesca in Fazio degli Uberti, in Dante e la tradizione lirica / 2, Congresso Dantesco Internazionale “Alma Dante 2019”, Ravenna, 29-31 maggio 2019.

 

 

Curriculum Letterature moderne

 

Fabiano BELLINA (Tutor: Prof. Stefano Dal Bianco)

Email: fabiano.bellina@student.unisi.it

Titolo della tesi: Ossian in Italia. Studio sull'influenza della traduzione cesarottiana nelle opere di V. Alfieri, V. Monti, D. Saluzzo, I. Pindemonte, U. Foscolo e G. Leopardi

In cotutela con l'Université de Fribourg (Prof. Paolo Borsa)

Ha conseguito la laurea magistrale in "Lettere moderne" presso l'Università degli Studi di Siena il 10 Luglio 2019, con una tesi in italianistica dal titolo: "I ben architettati versi". Studio sull'Ossian di Cesarotti. Relatore: Natascia Tonelli; Controrelatore: Stefano Dal Bianco.

Progetto di ricerca: Il progetto di ricerca, partendo dallo studio già effettuato in sede di tesi di laurea magistrale, si pone l'obiettivo di fornire un'analisi dettagliata e filologicamente supportata sia dell'influenza che Ossian ebbe nelle successive opere del suo traduttore, Melchiorre Cesarotti, sia nelle opere di quegli autori italiani protagonisti della seconda metà del Settecento e della prima metà dell'Ottocento di cui sappiamo con certezza che subirono in profondità l'influsso dell'Ossian cesarottiano. Essi sono: Vittorio Alfieri, Ippolito Pindemonte, Vincenzo Monti, Ugo Foscolo e Giacomo Leopardi. L'ambizione è di realizzare un saggio organico, tuttora mancante, sull'influenza di Ossian in questi autori, anche illustrando, in modo filologicamente appurato e storicamente contestualizzato, quanto importante sia stato il ruolo svolto da Ossian nella nostra letteratura tardosettecentesca e primottocentesca, importanza che ancora risulta gravemente posta in silenzio o minimizzata a causa soprattutto dell'accusa di falsità mossa all'originale inglese.

Convegni

  1. Fabiano Bellina, Ad Arimane. Ermeneutica di una preghiera salmistica leopardiana. Letteratura e Bibbia. Webinar per dottorandi. "Centro studi storico letterari Natalino Sapegno", Morgex de l'Archet (AO), 14-19 Settembre 2020;
  2. Presso il Dottorato di ricerca in Filologia e Critica dell'Università degli Studi di Siena ha organizzato il seminario «Far guerra all'invincibile». Leopardi e Dostoevskij. Il nulla, il male e la filosofia dell'imperdonabile, 14 Dicembre 2020;
  3. Fabiano Bellina, L'Apocalisse del nostro tempo. Rozanov profeta dal Sottosuolo. La fine del mondo, il mo(n)do della fine. Convegno dottorale presso l'Università degli Studi di Siena, 11-12 marzo 2021;
  4. Fabiano Bellina, La genesi e la metamorfosi dell'Ossian italiano. Il metodo di traduzione di Melchiorre Cesarotti. «La sintassi del mondo. La mappa e il testo». I Convegno dottorale internazionale presso l'Università degli Studi di Firenze, 13-14 maggio 2021;
  5. Fabiano Bellina, «T'ho io forse pregato di pormi in quest'universo?». Leopardi e la tribunalizzazione della Natura. «O natura, o natura». Pensiero e poesia della natura in Leopardi. Convegno della Deutsche Leopardi-Gesellschaft. Istituto di Romanistica dell'Università di Heidelberg, 9-11 Dicembre 2021

Pubblicazioni

  1. Fabiano Bellina, Il Cristo e l'Anticristo. Il pensiero teologico di Vladimir Sergeěvič Solov'ëv, Edizioni Feeria, Firenze 2021;
  2. Fabiano Bellina, A Silvia. Una nota ossianica, pp. 397-407 in «Giornale Storico della Letteratura Italiana», Vol. CXCVII, Fasc. 659, 3° trimestre 2020;
  3. Fabiano Bellina, «Esser più fedele allo spirito che alla lettera». Cesarotti traduttore di Ossian, pp. 32-42 in «Semicerchio». Rivista di poesia comparata, LXI, 2019/2;
  4. Fabiano Bellina, Der Furchtmensch und der Mutmensch. Riflessioni sul ruolo della «scelta» e della «responsabilità» nel pensiero e nella poesia di Franco Fortini, pp. 391-418 in Annali di Studi umanistici, Università di Siena, Vol. VI 2018, Cadmo 2019; 
  5. Fabiano Bellina, L'Islandese e l'uomo di Us. Sulla rivisitazione del libro di Giobbe nel "Dialogo della Natura e di un Islandese", in «Sinestesieonline», 26, VIII, Maggio 2019

Collabora con la rivista semestrale «Feeria. Rivista per un dialogo tra esodo e avvento», presso la quale ha pubblicato i seguenti contributi:

  1. Fabiano Bellina, Novalis. Alle soglie dell'eternità (in corso di pubblicazione);
  2. Fabiano Bellina, L'Islandese o dell'innocenza. Giacomo Leopardi lettore di Giobbe, pp. 61-68 in «Feeria. Rivista per un dialogo tra esodo e avvento», Anno XXVI, n. 53,  2018/1;
  3. Fabiano Bellina, La sofferenza e la trascendenza. Sul sodalizio poetico tra Dante e Cavalcanti, pp. 52-56 in «Feeria. Rivista per un dialogo tra esodo e avvento», Anno XXVI, n. 54, 2018/2; 
  4. Fabiano Bellina, Alla ricerca di un'anima russa. Riflessioni sull'Anticristo di Solov'ëv, pp. 24-27 in «Feeria. Rivista per un dialogo tra esodo e avvento», Anno XXV, n. 51, 2017/1

 

Maria DE CAPUA (Tutor: Prof. Alessandro Grilli)

e-mail: maria.decapua@student.unisi.it

Titolo della tesi: Letteratura italiana LGBT+ contemporanea: un profilo storico-culturale

Ha conseguito la laurea magistrale in Italianistica nel giugno 2019 presso l'Università di Pisa con una tesi di critica letteraria dal titolo: Gadda e la ridicola società italiana. Lettura orlandiana della Cognizione e del Pasticciaccio, relatore: prof. Stefano Brugnolo; controrelatore: prof. Sergio Zatti. Il suo progetto di ricerca consiste in un'analisi storico-culturale della letteratura italiana contemporanea di argomento LGBT+ e queer focalizzata sui temi della costruzione dell'identità e del concetto di "realtà".

Convegni

  1. M. De Capua,  La cognizione del dolore, la malattia, la «presenza». Punti di contatto tra Carlo Emilio Gadda ed Ernesto de Martino, Convegno Internazionale "Il racconto della malattia", Università degli Studi dell'Aquila, 19-21 febbraio 2020.
  2. M. De Capua, Resistenze queer nella letteratura italiana: Mieli, Pescatori, Busi, LILEC Graduate Conference "Letteratura e altri mondi: generi, politica, società", Università di Bologna, 1-2 luglio 2020.
  3. M. De Capua, The Poison Belt di Arthur Conan Doyle: far finire il mondo per dare senso al mondo, Convegno Dottorale "La fine del mondo, il mo(n)do della fine",Università degli Studi di Siena, 11-12 marzo 2021.
  4. M. De Capua, Lo scandalo del cross-dressing: la letteratura italiana tra gli anni Settanta e gli anni Ottanta, Convegno "Esclandre / Scandalo", Université Clermont-Auvergne / Università di Macerata, 15-17 aprile 2021.

Pubblicazioni

  1. M. De Capua, Power and Passivity in Vita Sackville-West's All Passion Spent, in "Forum for Modern Language Studies" (di prossima pubblicazione)
  2.  M. De Capua, La cognizione del dolore, la malattia, la «presenza». Punti di contatto tra Carlo Emilio Gadda ed Ernesto de Martino, atti del Convegno Internazionale "Il racconto della malattia"  (di prossima pubblicazione).
  3. M. De Capua, Resistenze queer nella letteratura italiana: Mieli, Pescatori, Busi, atti di LILEC Graduate Conference "Letteratura e altri mondi: generi, politica, società"  (di prossima pubblicazione).

Altre attività:

  • Membro del Comitato Organizzatore del Convegno Dottorale "La fine del mondo, il mo(n)do della fine",Università degli Studi di Siena, 11-12 marzo 2021.

 

Marika INCANDELA (Tutor: Prof.ssa Natascia Tonelli)

e-mail: marika.incandela@student.unisi.it

Titolo della tesi: Per uno studio dell’autocommento tassiano alle rime amorose ed encomiastiche
In cotutela con l'Università di Università di Université Sorbonne Nouvelle - Paris III (prof. Matteo Residori).

Pubblicazioni

  1. Giuntina Zeno: annotazioni tassiane a margine dei versi danteschi, in Oltre la Commedia. Dante e il canone antico della lirica (1450-1600), a cura di Laura Banella e Franco Tomasi, Roma, Carocci, 2020, pp. 157-170.

Recensioni
1. Marika Incandela, Leonis Baptistæ Alberti Momus, édition critique, bibliographie et commentaire par Paolo d’Alessandro et Francesco Furlan in “Filologia e critica”, XLIII, pp. 136-140.
2. M. Incandela, recensione a «Ludovico Ariosto, Satire, a cura di Emilio Russo, Roma, Edizioni di Storia e Letteratura «Biblioteca Italiana Testi e Studi», 2019» in «Per Leggere» n. 39, Lecce, Pensa Multimedia, 2020, pp. 170-173.
Convegni:

  1. Tasso legge Dante: la Giuntina Zeno, sessione parallela Dante e la tradizione lirica Congresso dantesco internazionale, Ravenna, 29 maggio-1 giugno 2019.
  2. Giuntina Zeno: annotazioni tassiane a margine dei versi danteschi, Seminario Internazionale Padova, 3-4 settembre 2020, Coloro che primi il sentiero mostrarono: ‘l’altro Dante’ e il ‘canone antico’ della lirica tra Quattro e Cinquecento.
  3. «Nel dolce tempo de la prima etade»: la canzone petrarchesca nella ricezione tassiana tra gli scritti teorici e il postillato Stamp. Cr. Tass. 14, Laureatus in Urbe 2020 presso l’Università degli studi Roma Tre -6 novembre 2020 -.
  4. Tasso lettore di Petrarca e degli antichi auctores, Convegno Leggere, postillare e commentare nel Rinascimento. I classici in versi della modernità presso l’Università la Sapienza di Roma -4-5 marzo 2021-.

 

Giulia LA ROSA (Tutor: Prof.ssa Natascia Tonelli)

email: giulia.larosa@student.unisi.it

Titolo della tesi: Per un commento alle “Senili” di Petrarca: aspetti micro-testuali e macro-strutturali della raccolta

In cotutela con l'Università Sorbonne Nouvelle - Paris 3 (prof. Philippe Guérin).

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne nel luglio 2019 presso l'Università degli Studi di Siena con una tesi in Letteratura Italiana dal titolo «Nil michi debes nisi amorem»: lettura e analisi della corrispondenza Petrarca-Boccaccio, relatore: prof.ssa Natascia Tonelli, controrelatore: prof. Francesco Vincenzo Stella. Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio macro-strutturale delle Senili di Francesco Petrarca, con specifica attenzione all’individuazione di parametri compositivi e strategie di connessione interna sottesi alla realizzazione della raccolta de senilitate.

Pubblicazioni

  1. G. La Rosa, Osservazioni sul primo libro delle Senili, Atti del convegno Le Senili di Francesco Petrarca. testo, contesti, destinatari, Università di Torino, 5-6 dicembre 2019, in corso di stampa.
  2. G. La Rosa, Appunti sulle epistole I 8 a Lelio e III 17 a Giovanni Boccaccio, in «Arzanà - Cahiers de littérature médiévale italienne», n. 21, 2020, pp. 129-149 https://journals.openedition.org/arzana/2117.
  3. G. La Rosa, Proposte di datazione per l’epistola, I 8 Ad Lelium suum, in Laureatus in Urbe I, a cura di Luca Marcozzi e Paolo Rigo, Roma, Aracne, 2019, pp. 105-115.
  4. G. La Rosa, Francesco Petrarca, Liber sine nomine, a cura di Giovanni Cascio, Firenze, Le Lettere, 2015, in «Per Leggere. I generi della letteratura», a. XVIII, n. 34, primavera 2018, pp. 170-172.

Voci:

assolutoria s.f., assomigliévole agg., astrologicamente avv., attondo agg., avvigorire v., balbàtico agg., conformanza s.f., congiuntivo agg., formezza s.f., fraudoloso agg., generazio s.f., giovincetto agg., glossare v., gramolatore s.m., illuminàbile agg.,imbiasimare v., manizione s.f., medazolo s.m., mercatamento s.m., mestolare v., moscare v.,musetta s.f., nidare v., nocetta s.f., nugare v., numisma s.m., ricrùdine s.f., ricrudo s.m., in Tesoro della Lingua Italiana delle Origini (TLIO), diretto da Paolo Squillacioti, in rete all’indirizzo http://tlio.ovi.cnr.it/TLIO/

Convegni

  1. Le Senili di Francesco Petrarca. testo, contesti, destinatari, Università di Torino, 5-6 dicembre 2019;
  2. Laureatus in Urbe II, Seminario annuale di studi petrarcheschi, Università Roma Tre, Roma, 25/05/2018;
  3. Intorno al Petrarca epistolografo, Università degli studi Alma Mater studiorum, Bologna, 26/02/2018;
  4. Laureatus in Urbe II, Seminario annuale di studi petrarcheschi, Università Roma Tre, Roma, 22/05/2017

 

Giulia MARTINI (Tutor: Prof. Niccolò Scaffai)

e-mail: giuu.martini@gmail.com

Titolo della tesi: Le forme del dialogo nella poesia italiana del secondo Novecento
In cotutela con l'Università di Friburgo (Svizzera) (prof. Christian GENETELLI).

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia moderna nel febbraio, 2019 presso Università degli Studi di Firenze con una tesi in Letteratura italiana moderna e contemporanea dal titolo Commento a «Pigre divinità e pigra sorte» di Patrizia Cavalli, relatore: Anna Dolfi controrelatori: Riccardo Donati, Nicola Turi. Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio delle forme del dialogo nella poesia italiana del secondo Novecento.

A latere, è curatrice di un’antologia poetica generazionale (Poeti italiani nati negli anni ’80 e ’90, Latiano, Interno Poesia, I vol., 2019; II vol., 2020) e promotrice di eventi legati alla poesia italiana contemporanea.

Pubblicazioni

  1. Recensione a Caproni, Giorgio, Il mio Enea, a cura di Filomena Giannotti, prefazione di A. Fo, postfazione di M. Bettini, Milano, Garzanti, 2020, in «Paideia», LXXV, 2020, pp. 743-747.
  2. Recensione a Comparini, Alberto (2018), Un genere letterario in diacronia. Forme e metamorfosi del dialogo nel Novecento, Verona, Edizioni Fiorini, in «Enthymema», XXIV, 2019.
  3. Patrizia Valduga e il teatro. Lo «stil comico» di una Donna di dolori, in Le forme del comico, atti del XXI Congresso dell’ADI – Associazione Degli Italianisti, Firenze, 6-9 settembre 2017, Firenze, Società Editrice Fiorentina, 2019.
  4. La gora e l’abbandono. Il senso di una ricorrenza in Dante, Pascoli, Montale e Luzi, in «Carte nel vento», XVI, 42, febbraio 2019.
  5. Il notturno come problema della vista in «Ora serrata retinae», in Anna Dolfi (a cura di), Notturni e musica nella poesia moderna, atti del Convegno, Firenze, 9-11 ottobre 2018, Firenze, Firenze University Press 2018, pp. 601-608.
  6. ‘Quasi come’ Caproni, in «Per amor di poesia (o di versi)». Seminario su Giorgio Caproni, a cura di Anna Dolfi, Firenze, Firenze University Press 2018, pp. 141-153.
  7. L’inaccettabile reductio ad unum nel Canzoniere dell’assenza, in Bonifacio Vincenzi (a cura di) Sud. I Poeti. Volume Primo. Antonio Spagnuolo e l’assedio della poesia, Francavilla Marittima, Macabor, 2018, pp. 43-45.
  8. Nel breve spazio fra silenzio e testo. Una lettura di Tiara di Piero Bigongiari, in «Oblio» VI, 24, inverno 2016, pp. 69-76.
  9. Anna Maria Chiavacci Leonardi. Le bianche stole. Saggi sul «Paradiso» di Dante, in «Memorie Domenicane», XLVI, 132, 2015, pp. 633-635.

 

Miriam MISCOLI (Tutor: Prof. Andrea Landolfi)

e-mail: miriam.miscoli@gmail.com

Titolo della tesi: “Recipĕre”. Il valore poetico e poetologico del “recipiente” (Gefӓß) nell'opera di Paul Celan.

In cotutela con Sorbonne Université - Paris IV (prof. Bernard Banoun)

Ha conseguito il Master in Allgemeine und Vergleichende Literaturwissenschaft nel marzo 2019 presso la Ludwig-Maximilians-Universität di Monaco di Baviera con una tesi in Letteratura tedesca dal titolo “Ci sono vasi comunicanti!” Il vaso come luogo dell’individuazione radicale e del dialogo poetico nell’opera di Paul Celan, relatore: Andreas Trojan, controrelatore: Martin von Koppenfels. Nel 2020 ha svolto attività di tirocinio presso la redazione dell’Istituto Italiano di Studi Germanici.

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio del fenomeno della “ricezione” nell'opera poetica, nella teoria della traduzione e nella prosa di Paul Celan, con particolare attenzione alle immagini di “recipienti” (“brocche”, “vasi”, “urne”, etc.) e al loro valore poetico, poetologico ed estetico-ricettivo.

Pubblicazioni

  1. M. Miscoli, “‘Paul Celan,/ Pariser Elegie’, oder die Suche nach dem Osten durch den Westen. Ein konzeptgenetischer Weg”, in: Atti del convegno Wohin mit der ‚Gabe der Ubiquität‘? Paul Celans europäische Dimension, Konferenz des Instituts für Germanische Sprachen und Literaturen der Universitӓt Bukarest, Bukarest 4-6 November 2020 (in fase di pubblicazione).
  2. M. Miscoli, “Poesie come passaggi: Paul Pesach Antschel (Celan) e il paradosso pasquale”, in: Bibbia e letteratura. Atti delle Rencontres de l'Archet – 2020, Pubblicazioni della Fondazione “Centro di Studi storico-letterari Natalino Sapegno – onlus”, Morgex 14-19 settembre 2020 (in fase di pubblicazione).
  3. M. Miscoli, “Frucht – Rainer Maria Rilke”, in: Lessico Europeo. Sezione tedesca: il movimento, a c. di F. Di Battista, T. Gennaro, M. Iacovella, C. Miglio, G. Puzzo, Studi e ricerche (Philologica) 68, Sapienza Università Editrice, Roma 2018. Pagg. 279-306.

 

Michela ROSSI SEBASTIANO (Tutor: Prof.ssa Daniela Brogi)

E-mail: mi.rossisebastiano@student.unisi.it

Titolo della tesi: Il romanzo italiano degli anni Trenta

In cotutela con l'università di Paris Nanterre ( cotutor: prof.ssa Silvia Contarini)

Ha conseguito la laurea magistrale in Letteratura, Filologia e Linguistica italiana presso l’Università degli Studi di Torino con una tesi sulla narrativa di Vitaliano Brancati. Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio delle forme narrative nel romanzo italiano degli anni Trenta del Novecento.

Pubblicazioni

  1. M. Rossi Sebastiano, Vitaliano Brancati a «Il Convegno», passando per «Quadrivio». Un carteggio inedito con Enzo Ferrieri e Mario Robertazzi, «L’Ellisse. Studi storici di letteratura italiana», XIII, 2018, 2, pp. 113-134, ISSN: 1826-0187.
  2. M. Rossi Sebastiano, Itinerario di una crisi: i racconti di Vitaliano Brancati, 1931-1934 (con alcune lettere inedite), «Scaffale Aperto», Anno II (2020), pp. 73-95, ISSN: 2038-7164.

Recensioni

  1. M. Rossi Sebastiano, recensione a Claudia Carmina, “A noi due”: Bufalino e la sfida al lettore, «Oblio. Osservatorio Bibliografico della Letteratura Italiana Otto-novecentesca», Anno VIII, n. 32, Inverno 2018, pp. 270-271, ISSN: 2039-7917.
  2. M. Rossi Sebastiano, recensione a Mario Ceroti, «Volarono anni corti come giorni». Guida alla lettura di Ossi di seppia, «Oblio. Osservatorio Bibliografico della Letteratura Italiana Otto-novecentesca», Anno X, n. 40, Inverno 2020, pp. 223-225, ISSN: 2039-7917.

 

Antonella RUBINACCI (Tutor: Prof.ssa Tiziana de Rogatis)

Email: antonellarub95@gmail.com

Titolo della tesi:Il mondo salvato dal ragazzini” di Elsa Morante. Ricostruzione del percorso redazionale, analisi critica delle costanti tematiche e studio delle fonti.

In cotutela con l'Università di Paris Nanterre (prof.ssa Silvia Contarini).

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia moderna nel gennaio 2019 presso l’Università degli studi di Roma “La Sapienza” con una tesi in Letteratura italiana dal titolo La copia della Liberata di mano di Orazio Ariosti (N.A.4, Biblioteca Comunale Ariostea di Ferrara), relatore prof. Emilio Russo, correlatore prof. Paolo Procaccioli.

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio del Mondo salvato dai ragazzini di Elsa Morante a partire dall’esame delle carte autografe e dei volumi postillati conservati nella biblioteca personale della scrittrice. La ricostruzione del percorso redazionale dell’opera e l’individuazione delle fonti di riferimento consentiranno di indagare criticamente i principali significati del libro collocandolo, al contempo, nel panorama letterario e nello scenario storico e socioculturale contemporaneo.

Convegni

  1. A. Rubinacci, Il mondo salvato dai ragazzini di Elsa Morante: il ’68 in poesia tra sperimentalismo e tradizione, Seminario annuale di poesia contemporanea, Università degli Studi di Perugia,17-18 novembre 2020.
  2. A. Rubinacci, L’apocalisse dei Felici pochi: declinazioni dell’idea di fine tra Il mondo salvato dai ragazzini e Aracoeli, Convegno dottorale La fine del mondo, il mo(n)do della fine, Università degli Studi di Siena, 11-12 marzo 2021.
  3. A. Rubinacci, La sopravvivenza resiliente dei migranti medio-orientali: Exit west di Mohsin Hamid, Convegno dottorale Vulnerabilità e resilienza: voci e pratiche dai margini, Università degli Studi di Milano, 17-19 marzo 2021.

Altre attività

  • Da gennaio 2021 è cultore della materia per l’insegnamento di Letterature comparate presso l’Università per Stranieri di Siena.
  • Membro del comitato organizzatore del Convegno dottorale La fine del mondo, il mo(n)do della fine, Università degli Studi di Siena, 11-12 marzo 2021.

 

XXXIV Ciclo - Filologia e Critica

Curriculum Filologia Romanza

 

Giulia BARISON (Tutor: Prof. Fabrizio Cigni)

E-mail: giulia.barison@student.unisi.it

Titolo della tesi: Studio della tradizione della Fiorita di Armannino giudice da Bologna.

In cotutela con l'Università di Liegi (prof. Nicola Morato).

Ha conseguito una laurea magistrale in Filologia e Letteratura Italiana presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia nel luglio 2018 con una tesi in Filologia Italiana dal titolo: La Fimerodia; relatore: prof. Eugenio Burgio; correlatrice: prof.ssa Elisa Curti; correlatore: prof. Cristiano Lorenzi.

Ha conseguito il diploma di Collegio Internazionale presso il Collegio Internazionale Ca’ Foscari (CICF) di Venezia nel luglio 2018 con una tesi dal titolo: Ezra Pound in Venice: between art and literature; relatrice: Prof.ssa Francesca Bisutti.

Sta attualmente svolgendo un progetto di ricerca sullo studio della tradizione della Fiorita di Armannino giudice da Bologna; I tutor: prof. Fabrizio Cigni (Università di Pisa); II tutor: prof. Nicola Morato (Università di Liegi); III tutor: prof. Claudio Lagomarsini (Università di Siena).

Pubblicazioni

  1. G. Barison, B. Carmello, A. El Hansali, D. Pratali Maffei, Ngugi wa Thiong’o: an Interview, in «Il Tolomeo», 20 (dicembre 2018), pp. 273-283.
  2. G. Barison, Un modello ignoto della Fimerodia di Jacopo del Pecora da Montepulciano: Le vaghe rime e il dolce dir d’amore di Domenico da Montecchiello, in «Linguistica e Letteratura», XLIV (2019), pp. 51-67.
  3.  Le seguenti voci del TLIO (Tesoro della Lingua Italiana delle Origini): rallegramento s.m., rallegrante agg./s.m., rallegranza s.f., rallegrare v., rallegrativo agg., rallegrato agg., rallegratura s.f., riconciare v., riconciatura s.f., riconcio agg./s.m., troncato agg./s.m.
  4. Compte rendu per la rivista «Le Moyen Age. Revue d’histoire et de philologie» sull’Historia disceptiva tripartita convivalis, ed. critica, traduzione e commento a c. di Fulvio Delle Donne, Teodosio Armignacco e Gian Galeazzo Visconti (†), SISMEL – Edizioni del Galluzzo, Firenze, 2019.
  5. Le seguenti 70 voci del TLIO (Tesoro della Lingua Italiana delle Origini) sono in fase di pubblicazione: desdormenzar v., eternàbile agg., induttore s.m., onnivalente agg., prece s.f./s.m., prega s.f., pregante agg./s.m./s.f., preganza s.f., pregare v., pregarizio s.m., pregato agg./s.m., pregatore s.m., pregatrice s.f./agg., pregherìa s.f., preghiera s.f., prego s.m., priera s.f., prierìa s.f., puledra s.f., puledretto s.m., puledrino s.m., puledro s.m., racconciamento s.m., racconciare v., racconciatore s.m., racconciatura s.f., racconcime s.m., racconcio agg./s.m., raffrenamento s.m., raffrenare v., raffrenatore s.m., raffrenatrice agg., riflessione s.f., riflessivo agg., riflesso agg./s.m., riflèttere v., rifrenamento s.m., rifrenare v., rifrenato agg., rifrenazione s.f., rifrenire v., rinfrenare v., rinfrenato agg., sfecciare v., smerletto s.m., smerlo (1) s.m., smerlo (2) s.m., spezzamento s.m., spezzare v., spezzatamente avv., spezzato agg., spezzatura s.f., spezzo s.m., troncamente avv., troncamento s.m., troncante agg./s.m., troncare v., troncascino agg., troncatamente avv., tronco (1) agg., tronco (2) s.m., troncone s.m., tronconeggiare v.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni

  1. G. Barison, The Fiorita by Armannino: first notes on “group C” - Les sources, de la trace au discours : cadres théoriques, analyse et méthodes. Séminaire des doctorants de Transitions (Université de Liège), Liegi 27 marzo 2019.
  2. G. Barison, Il codice Acquisti e Doni 70 della Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze: un caso di autografia? - Philologie sur mesure. Approches de la stratigraphie du texte et du document médiéval. 41e Rencontre R.M.B.L.F. (Université de Liège), Liegi 13 novembre 2019.
  3. Membro del comitato organizzativo di Marges (XIe-XVIIe siècles), 5es Journées doctorales internationales de Transitions (Université de Liège), Liegi 5-6 febbraio 2020.
  4. G. Barison, Étude de la tradition de la Fiorita d’Armannino giudice da Bologna, Journée des Doctorant.es de l’École doctorale Langues, Lettres et Traductologie (UCLouvain), Louvain-la-Neuve 8 settembre 2020.

Altre attività

  • Dal marzo 2017 è collaboratrice per il progetto Edizione digitale dei Documenti d'Amore di Francesco da Barberino dell’Università Ca’ Foscari di Venezia.
  • Dall’ottobre 2018 è collaboratrice dell’unità di ricerca Transitions dell’Università di Liegi.
  • Dal gennaio al marzo 2019 è stata stagista per l’Istituto Opera del Vocabolario Italiano (OVI) a Firenze.
  • Dal gennaio 2019 è redattrice per la sezione veneziana della rivista dell’associazione Parentesi Storiche.

 

Maria Serena CUTRUZZOLA' (Tutor: Prof. Stefano Asperti)

e-mail: maria.cutruzzola@student.unisi.it

Titolo della tesi: Giraut de Borneil. Saggio di edizione critica 
In cotutela con l'Université de Lausanne (prof. ssa Caterina Menichetti).

Ha conseguito la laurea magistrale in Linguistica nel settembre 2017, presso la facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, con una tesi in Filologia romanza dal titolo Il «Maestre dels trobadors». Il moralismo didattico-cortese di Giraut de Borneil (relatore: prof. Stefano Asperti; correlatrice: prof.ssa Anna Radaelli), dedicata all’approfondimento di temi riflessivi e morali nella produzione del trovatore limosino, al fine di precisare il ruolo e la posizione del «maestro dei trovatori» e il grado di ricezione del suo canzoniere nella tradizione didattica degli ensenhamens.

Il suo progetto di ricerca consiste in un saggio di nuova edizione critica dell’opera di Giraut de Borneil.

Convegni

  1. II Convegno Internazionale dei Dottorandi in Studi Linguistici, Filologici, Letterari «Lo snodo 'e' la svolta. Permanenze, riemersioni e dialettica dei livelli di cultura nel testo» (Macerata, 28-30 ottobre 2019), relazione dal titolo: La pastorella: caratteri innovativi e riemersioni popolari in Giraut de Borneil (BdT 242.44) e in Gavaudan (BdT 174.4 e BdT 174.6), in corso di stampa.

Altre attività

  • Nel 2019-2020 ha collaborato al Progetto PRIN 2015 “CAO – Corpus dell'antico occitano”, coordinato dalla Prof.ssa Maria Careri (Università Gabriele d'Annunzio Chieti-Pescara), lavorando all’dizione interpretativa di 50 componimenti trasmessi dal canzoniere E (E158-E208), sotto la direzione della Prof.ssa Menichetti.

 

Valeria Giovanna NITTI (Tutor: Prof. Francesco Vincenzo Stella)

e-mail: valeriagiovanna.n@student.unisi.it

Titolo della tesi: Edizione della summa  «Cognito...» nel contesto dell'ars dictamiis francese del XII secolo.

In cotutela con l’École Pratique des Hautes Études (co-tutor: Prof.ssa Anne-Marie Turcan-Verkerk)

Ha conseguito  a pieni voti la laurea magistrale in Lettere classiche nel marzo 2018 presso l’Università degli Studi di Siena con una tesi in Filologia latina medievale e umanistica dal titolo I Flores dictandi di Alberto d’Asti. Materiali per un’edizione critica, relatore:  prof. Francesco Vincenzo Stella; controrelatrice: prof.ssa Elisabetta Bartoli.

Nel 2019 ha frequentato il Master in Informatica del Testo presso l’Università degli Studi di Siena e ha svolto un tirocinio presso l’ Institut de Recherche et d’ Histoire des Textes (IRHT-CNRS) di Parigi, collaborando al progetto THECAE.

Il suo progetto di ricerca in cotutela con l’École Pratique des Hautes Études di Parigi è dedicato all’allestimento dell’edizione critica dell’anonima summa «Cognito...» e allo studio dell’ars dictaminis in Francia nel XII secolo.

Pubblicazioni

  1. V. G. Nitti, Gli inediti Flores dictandi di Albertus de Sancto Martino, «Segno e Testo» 18 (2020), pp. 199-122.

Recensioni

  1. V. G. Nitti, recensione a:  Florian Hartmann, Benoît Grévin (Hrsg.), Ars dictaminis – Handbuch der mittelalterlichen Briefstillehre, (Monographien zur Geschichte des Mittelalters), Hiersemann, Stuttgart 2019, 720 p., in «Archivium Latinitatis Medii Aevi», 77, 2019, pp. 453-459.
  2. V.G. Nitti,  recensione a: Gualtiero di Châtillon, Alessandreide, traduzione a cura di Lorenzo Bernardinello, Pacini  Editore, 2019, in «Studi Medievali», 3a serie - anno LXI, I (2020), pp. 310-314.            

 

Paula PÉREZ MILÁN  (Tutor: Prof.ssa Maria Sofia Lannutti)

e-mail: paula.perezmilan@student.unisi.it

Titolo della tesi: L'influsso del sapere scientifico nella lirica italiana dalle Origini al Trecento

In cotutela con l'Università Sorbonne Université-Paris IV (prof. Manuele Gragnolati)

Ha conseguito il Master in Identità Europea Medievale nel luglio 2018 presso l’Universitat de Lleida con una tesi in Filologia Romanza dal titolo Viget amor fervidus. Analisi comparativa dei tópoi nell’elegia latina, la lirica d’amore mediolatina e la cansó trobadorica, relatore María Isabel Grifoll Ávila. 

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio delle immagini di matrice naturalistica nella lirica italiana dalle Origini al Trecento.

Pubblicazioni

  1. P. Pérez Milán, «La influencia del saber científico en la lírica italiana de los orígenes al Trecento», Incipit, 9 (2021), pp. 81-90.
  2. P. Paula Pérez Milán, «Mineralogia biblica e lirica italiana. I lapidari cristiani nella poesia di Giacomo da Lentini, Nicolò de’ Rossi e Petrarca », in Letteratura e Bibbia. Atti delle Rencontres de l’Archet, Morgex, 14-19 settembre 2020. Torino, Fondazione «Centro di Studi storico-letterari Natalino Sapegno». In corso di pubblicazione.
  3.  P. Paula Pérez Milán, «Perch’io non parlassi di quello ond’io ero malato. La malattia d’amore nel Diretano bando», in Letteratura e scienza. Atti delle sessioni parallele del XXIII Congresso dell’ADI – Associazione degli Italianisti (Pisa, 12-14 settembre 2019). Pisa, ADI. In corso di pubblicazione.
  4. P. Pérez Milán, «Viget amor fervidus. Análisis comparativo de tópicos de la lírica amorosa en la elegía latina, la lírica cancioneril mediolatina y la cansó trovadoresca», Lleida: Servei de Publicacions de la Universitat de Lleida, 2019.
  5. P. Pérez Milán, «Análisis comparativo de dos episodios maravillosos del Libro del Caballero Zifar», Tirant. Butlletí informatiu i bibliogràfic de literatura de cavalleries, 21 (2018), pp. 433-456.

 

 

Curriculum Letterature moderne

 

Giulia BASSI (Tutor: Prof. Niccolò Scaffai)

E-mail: giulia.bassi@student.unisi.it

Titolo della tesi: Il lavoro editoriale di Natalia Ginzburg

Visiting presso la University of Cambridge (St. John’s College), Faculty of Medieval and Modern Languages and Linguistics (prof. Robert S.C. Gordon)

Il progetto di dottorato Il lavoro editoriale di Natalia Ginzburg è seguito dal professor Niccolò Scaffai e ricostruisce il ruolo di Natalia Ginzburg all’Einaudi attraverso carteggi editoriali e materiale d’archivio.

E’ cultrice della materia in Critica letteraria e Letterature comparate presso l’Università degli Studi di Siena e nell’a.a. 2020 visiting presso la University of Cambridge, St. John’s College, Faculty of Medieval and Modern Languages and Linguistics (co-tutor: Robert S.C. Gordon). Dal 2019 è rappresentante dei dottorandi per il curriculum di Letterature moderne. Si è laureata alla Sapienza nel luglio 2018 con una tesi dal titolo Il Barone rampante di Italo Calvino. Analisi del dattiloscritto realizzata con una borsa per tesi all’estero presso la University of Oxford (relatrice: L. Di Nicola, correlatore: M. Motolese, relatore esterno: M. McLaughlin). Fa parte del comitato scientifico di «Polisemie: rivista di poesia iper-contemporanea» con cui ha organizzato seminari accademici, il Festival di poesia iper-contemporanea (Sapienza, 24 maggio 2019) e recentemente il convegno internazionale TwentyTwenty Extended Conference: Interpreting 21st Century Poetry (gennaio-maggio 2021) di cui è co-organizzatrice.

Pubblicazioni

  1. Natalia Ginzburg in altre lingue, New Italian Books, 14 maggio 2020
  2. Natalia Ginzburg e Menzogna e sortilegio, in Protagoniste alle origini della Repubblica. Scrittrici, editrici, giornaliste, sceneggiatrici italiane, a cura di Laura Di Nicola, Roma, Carocci, 2020 (in fase di pubblicazione)
  3. Il caso editoriale di Menzogna e sortilegio, Atti del convegno L’altra metà dell’editoria. Le professioniste del libro e della cultura nel Novecento, Fondazione Alberto e Arnoldo Mondadori (23-26 novembre 2020), a cura di Lodovica Braida, Roberta Cesana, Irene Piazzoni (in fase di pubblicazione)

Partecipazione a convegni:

  1. Convegno internazionale «Calvino nel paesaggio delle parole», Sapienza, 18-19 novembre 2019, titolo dell’intervento: «La storia che vien fuori da un paesaggio». Conrad e Stevenson
  2. Official Launch della rivista «Polisemie: rivista di poesia ipercontemporanea», organizzato dalla University of Warwick, 28 maggio 2020
  3. Italian Graduate Conference, University of Cambridge, 12-13 ottobre 2020, titolo dell’intervento: «What the hell is this Proust?» Questions on the first Italian translation of La Recherche.
  4. Convegno «L’altra metà dell’editoria. Le professioniste del libro e della cultura nel Novecento», Fondazione Alberto e Arnoldo Mondadori (23-26 novembre 2020), titolo dell’intervento: Natalia Ginzburg e il caso editoriale di Menzogna e sortilegio

Altri progetti:

  1. “BIBLIC Repertorio bibliografico Italo Calvino” e Laboratorio Calvino del Dipartimento di Scienze Documentarie, Linguistico-Filologiche e Geografiche Università La Sapienza di Roma, coordinato dalla Prof.ssa Laura Di Nicola
  2. INCH (International Network for the Comparative Humanities), Università di Notre Dame e dall’Università di Princeton

 

Erika DE ANGELIS (Tutor: Prof. Guido Mazzoni)

E-mail: deangelis13@student.unisi.it

Titolo della tesi: Bologna 1977 e dintorni letterari

In cotutela con l'Università Sorbonne Université (prof. Davide Luglio).

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere moderne nel luglio 2018 presso l'Università degli Studi di Siena con una tesi in Critica letteraria e Letterature comparate dal titolo Cronotopo tondelliano. Per un'analisi dell'opera narrativa di Pier Vittorio Tondelli; relatore: prof. Guido Mazzoni, controrelatore: prof. Pierluigi Pellini. 

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio dell'opera narrativa degli scrittori che orbitavano intorno all'università bolognese durante il Settantasette e alle influenze che tale produzione ha avuto sulla letteratura dei decenni successivi. 

Pubblicazioni

  1. E. De Angelis, Scontri e incontri del ’77 bolognese. Gianni Celati e i suoi allievi, in Aa. Vv., Le costanti e le varianti. Letteratura e lunga durata, 2 voll., Del Vecchio Editore, 2021, II, pp. 77-96.
  2. E. De Angelis, Pao Pao nelle misteriose e armoniche frequenze della memoria, in Aa.Vv., Le intensità collettive. Scritti per Pier Vittorio Tondelli, Massa, Transeuropa, 2020, pp. 91-101.
  3. E. De Angelis, Sulla strada di Alice. Bologna, 1977, in Le culture del dissenso in Europa nella seconda metà del Novecento, «Between», eds. C. Pieralli – T. Spignoli, X.19 (2020), www.betweenjournal.it.

Convegni

  1. “Arriva la fine e ho tutto da mettermi”. Rimini e un carnevale postmoderno, Convegno dottorale: La fine del mondo, il mo(n)do della fine, Università degli Studi di Siena, 11-12 marzo 2021.
  2. Scontri e incontri del ’77 bolognese. Gianni Celati e i suoi allievi, Convegno Compalit 2019, Università degli studi di Siena, 6 dicembre 2019.
  3. I giovani del ’77 bolognese, XXIII Congresso Adi: Letteratura e scienze, Università di Pisa, 13 Settembre 2019.
  4. Pao Pao nelle misteriose e armoniche frequenze della memoria, Ciclomaggio 2019: Pier Vittorio Tondelli. Le intensità collettive, Università di Siena, 9 Maggio 2019.
  5. Per una riflessione sulla multimedialità nell’opera di Pier Vittorio Tondelli, XVIII Seminario Tondelli, Centro di documentazione “Pier Vittorio Tondelli”, Correggio, 14 Dicembre 2018.

Altre attività:

  • Ha partecipato come membro della segreteria organizzativa al convegno Compalit 2019, Le costanti e le varianti. Letteratura e lunga durata, Università di Siena, 5-7 dicembre 2019.
  • Ha svolto un tirocinio presso la casa editrice Mondadori Education, Firenze, 14 ottobre 2019-14 febbraio 2020.

 

Anna GORINI (Tutor: Prof.ssa Daniela Brogi)

E-mail: anna.gorini@unisi.it

Titolo della tesi: Oriana Fallaci il mito del racconto, il racconto del mito

Mi sono laureata in Lettere classiche, nel 1994, presso l'Università degli Studi di Milano, con una tesi in Grammatica greca, dal titolo “Lessico dei termini dell’irrazionale nelle tragedie di Euripide”, relatore prof. Giulio Guidorizzi, correlatore prof. Giuseppe Zanetto. Dal 1999 sono iscritta all'Ordine dei giornalisti come professionista. Nel 2003 Ho conseguito un master in Comunicazione e informazione nella pubblica amministrazione presso l’Università di Siena, discutendo la tesi intitolata “Comunicare i libri dei piccoli editori”, relatore prof. Maurizio Boldrini.
Il mio progetto di dottorato è dedicato alla ricostruzione della figura letteraria e intellettuale di Oriana Fallaci, che ha incarnato un fenomeno insieme editoriale e mediatico, con l'obiettivo di fare chiarezza su alcuni degli aspetti che più hanno contribuito alla creazione del suo mito. Il lavoro di tesi mette a confronto la dimensione letteraria con il linguaggio, le teorie e le pratiche del giornalismo.

 

Lara MARRAMA SACCENTE (Tutor: Prof. Niccolò Scaffai)

E-mail: la.marramasaccente@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia Moderna presso l’Università degli Studi di Padova nell’ottobre 2018 con una tesi in Metodi linguistici di analisi dei testi dal titolo Questione di stile. Tratti dell’italiano neostandard nel romanzo contemporaneo (relatore prof. Michele Cortelazzo; correlatore: prof. Emanuele Zinato).

Il suo progetto di ricerca è incentrato sullo studio della lingua e dello stile nel romanzo italiano ultracontemporaneo da un punto di vista storico-linguistico.

 

Mirko MONDILLO (Tutor: Prof.ssa Tiziana De Rogatis)

E-mail: mirko.mondillo@student.unisi.it

Titolo della tesi: Dire (l’)io, dire il vero, dire nell’ipermoderno italiano. L’interazione tra scritture dell’esperienza personale e scrittura saggistica nel romanzo ego-saggistico. I casi di Rea, Siti e Wu Ming 2 e Antar Mohamed.

In cotutela con KU Leuven (prof. Bart Van Den Bossche).

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne (curr. Letterature Straniere) nel luglio 2017 presso l’Università di Siena, con una tesi in Critica Letteraria e Letterature Comparate dal titolo “La scrittura saggistica nei romanzi autobiografici contemporanei: Siti, Coetzee, Cercas”, relatore: prof. Guido Mazzoni, controrelatore: prof. Riccardo Castellana. In co-tutela presso la KU Leuven (Belgio), sotto la supervisione di prof. Bart Van den Bossche.
Il suo progetto di ricerca – strutturato su tre casi studio: “Mistero napoletano” di Ermanno Rea, “Troppi paradisi” di Walter Siti, “Timira. Romanzo meticcio” di Wu Ming 2 e Antar Mohamed – è dedicato allo studio dell’interazione tra scrittura saggistica e scritture dell’esperienza personale (autobiografia/autofiction, biografia/biofiction, diario) nell’ipermoderno italiano.

Convegni

  1. “Il ricorso del perturbante: analogie tra The Fall of House of Usher di Edgar Allan Poe e All That di David Foster Wallace”, conferenza “American Studies Now” (AISNA Graduate Forum), Università di Perugia (23/09/2016);
  2. “Wallace tra Freud, Hoffmann e Wittgenstein: la coesistenza di discorsi della certezza e qualità del perturbante in All That”, conferenza internazionale “David Foster Wallace Between Philosophy and Literature”, Università di Chieti-Pescara “Gabriele D’Annunzio” (20/04/2018);
  3. Dry soul e dry soil in Erskine Caldwell. Amoralità e fiducia nella Provvidenza nei deserti di sabbia della Tobacco Road”, conferenza “Deserto e spiritualità nella letteratura americana”, Università di Perugia (Assisi) (08/10/2018);
  4. “Reificare e riscattare. Il corpo di Walter Siti tra Troppi paradisi e Bruciare tutto”, convegno internazionale “Corpus/Corpora tra Materialità e Astrazione” (Dies Romanicus Turicensis, ed. X), Università di Zurigo (14/06/2019);
  5. “La ferocia delle giovani fiere: il moro di Procida e ’o Maraja di Forcella. Un attributo che muta e un modello costante nella rappresentazione dell’adolescente napoletano”, convegno Compalit “Le costanti e le varianti. Letteratura e lunga durata”, Università di Siena (06/12/2019);
  6. “Fine di (un) sé, fine di Tutto. Essere della malattia e dovere della sanità in La veranda (Salvatore Satta) e Il campo di concentrazione (Ottiero Ottieri)”, convegno “La fine del mondo, il mo(n)do della fine”, Università di Siena (11/03/2021);
  7. “Il padre napoletano in due romanzi di memoria: l’epica e Wilhelm, il frammento e Federico. L’isola di Arturo di Elsa Morante e Via Gemito di Domenico Starnone”, convegno GSAIS “Memory and Imagination in Italian Fiction and Non-Fiction”, Università di Toronto (14/03/2021);
  8. “Il Chi, il Perché e il Come del dire nel romanzo ego-saggistico ipermoderno”, convegno internazionale “Celui qui parle, c’est aussi important! Forme e declinazioni della funzione-autore tra linguistica, filologia e letteratura”, Università di Udine (26/03/2021)

Pubblicazioni

  1. M. Mondillo, I prodromi letterari, sociologici e politici di Troppi paradisi. Un romanzo che inizia prima ancora di iniziare, in «Kepos. Semestrale di Letteratura Italiana», I.2018, fasc. II, pp. 106-125;
  2. M. Mondillo, Wallace tra Freud, Hoffmann e Wittgenstein: la coesistenza di discorsi della certezza e qualità del perturbante in All That, in «Riscontri», XLI.2, maggio-agosto, 2019, pp. 159-172;
  3. M. Mondillo, La lunga durata della ‘lotta all’indolenza’. La relazione tra JC in Diary of a Bad Year e le norme censorie degli europei protestanti in Sudafrica, in «Altre Modernità», 2, 2019, pp. 137-149;
  4. M. Mondillo, Dry soul e dry soil in Erskine Caldwell. Amoralità e fiducia nella Provvidenza nei deserti di sabbia della Tobacco Road, in “Deserto e spiritualità nella letteratura americana”, a cura di Giuseppe Nori e Mirella Vallone, I Libri di Emil, Città di Castello, 2020, pp. 109-131;
  5. M. Mondillo, Reificare e riscattare. Il corpo di Walter Siti tra Troppi paradisi e Bruciare tutto, in Atti del convegno “Corpus/Corpora tra materialità e astrazione”, Aracne, Roma, prossima pubblicazione;
  6. M. Mondillo, «Adesso tu mi dici cosa vuoi fare di me». Timira. Romanzo meticcio e l’ipermoderno italiano, in «Palimpsest», V.9, 2020, pp. 135-149;
  7. M. Mondillo, La ferocia delle giovani fiere: il moro di Procida e ’o Maraja di Forcella. Un attributo che muta e un modello costante nella rappresentazione dell’adolescente napoletano, in “Le costanti e le varianti. Letteratura e lunga durata”, a cura di Guido Mazzoni, Simona Micali, Pierluigi Pellini, Niccolò Scaffai, Matteo Tasca, Del Vecchio, Firenze, 2021, pp. 115-138.

Altre attività

  • Membro AISNA (Associazione Italiana di Studi Nord-Americani);
  • membro dell’Advisory Board di JamIt! (Journal of American Studies in Italy);
  • cultore della materia presso la cattedra di Letterature comparate all’Università per Stranieri di Siena;
  • parte del comitato organizzatore del convegno Compalit “Le costanti e le varianti. Letteratura e lunga durata”, Università di Siena (05-07/12/2019);
  • parte del comitato organizzato del convegno “La fine del mondo, il mo(n)do della fine” (11-12/03/2021);
  • dal 2020 impegnato nel progetto di ricerca “The Visions of Italy Project. Mapping Literary Spaces (1931-1934) presso la KU Leuven.

 

Beatrice MONTORFANO (Tutor: Prof.ssa Elena Anna Spandri)

E-mail: beatric.montorfano@student.unisi.it

Titolo della tesi: Shakespeare ai margini 

In cotutela con l'università Sorbonne Nouvelle - Paris 3 (prof. Consolini).

Ha conseguito la laurea magistrale in Letterature e Filologie Europee nel giugno 2015 presso l'Università di Pisa (relatrice: Sara Soncini, controrelatrice: Carla Dente). Nel 2016 ha conseguito il diploma di licenza in Discipline filologiche e linguistiche moderne presso la Scuola Normale Superiore.

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio di traduzioni e riscritture di Shakespeare nel teatro contemporaneo italiano, in particolare in contesti marginali e nel teatro dialettale. Svolge il dottorato in co-tutela con l’Ecole Doctorale Arts et Médias dell’Université Sorbonne Nouvelle – Paris 3 (tutor : prof. Marco Consolini).

Pubblicazioni

  1. Translating Behind Bars. Cultural Passages from Shakespeare to the Italian Dialects, UCL Press - Hermes Consortium for Literary & Cultural Studies Summer School 2019 (in attesa della seconda peer-review).
  2. Sarah Kane in Italia: rappresentazioni, riscritture, metamorfosi. Database online, in collaborazione con Sara Soncini http://www.dislocazioni-transnazionali.it/bd/sarah-kane-in-italia?id=8  (DOI: 10.12871/sarahkane01 | Published: 30 maggio 2019).
  3. Ai confini dello spazio scenico: il Timone d'Atene di Branko Brezovec, in Mediazioni letterarie: itinerari, figure e pratiche, a cura di Enrico Di Pastena, Pisa, PUP, 2019, 567-91 (DOI: 10.12871/978883339257823).
  4. Anna Cetera-Włodarczyk, Jesús Tronch, Pavel Drábek, Boris Gaydin, Vladimir Makarov, Beatrice Montorfano, Sara Soncini, Nikolay Zakharov, National E-resources of Shakespeare Translations in Europe: (Dis)assembling the Black Box, «Cahiers Elisabéthains. A Journal of English Renaissance Studies» 99, 1, 2019, 1-13 (DOI 10.1177/0184767819835567).
  5. Shakespeare, a Basketball Court and Felicità: Collettivo Teatro Metropopolare in La Dogaia Prison, Prato, «Textus» 3, 2018, 139-52 (DOI 10.7370/92491).
  6. Beyond the Walls of the page: Shakespeare in Italian Prison Theatre, in Journeys through Changing Landscape, ed. by Carla Dente and Francesca Fedi, Pisa, PUP, 2017, 411-8.
  7. Gli ultimi esperimenti teatrali di Beppe Fenoglio, «Italianistica» XLIII, 2, 2014, 63-8.

 

 

Borse vincolate OVI / Pegaso

 

Michele COLOMBO (Tutor: Dott. Pär Larson)

E-mail: michele.colombo@student.unisi.it

Titolo della tesi: I volgarizzamenti toscani della Formula vitae honestae di Martino di Braga 

In cotutela con l'Università di Salamanca (prof. Juan Miguel Valero Moreno).

Ha conseguito la laurea magistrale in Italianistica, Culture letterarie europee e Scienze linguistiche presso l’Università di Bologna nel marzo 2018 discutendo una tesi in Filologia romanza dal titolo Benvenuto da Imola, la lettura dei classici e la storia romana: Giulio Cesare nel ‘Romuleon’, relatrice: Prof.ssa Giuseppina Brunetti, correlatore: Prof. Luca Carlo Rossi (Università di Bergamo). Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio dei volgarizzamenti italoromanzi della Formula vitae honestae di Martino di Braga.

 

Flavia GARLINI (Tutor: Prof. Paolo Squillacioti)

E-mail: flavia.garlini@student.unisi.it

Titolo della tesi: I gallicismi nei cantari italiani del XIV e XV secolo

In cotutela con l'École des Chartes di Parigi (prof. Frédéric Duval).

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne nel Luglio 2017 presso l'Università  degli Studi di Milano, con una tesi in Filologia Romanza dal titolo "Ricerche su un settore della tradizione manoscritta di Bernart de Ventadorn (con una nuova edizione di BdT 70,7; 70,8; 70,27; 70,36; 70,41)", relatore: prof. Stefano Resconi, controrelatore: prof. Alfonso D'Agostino. Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio dei gallicismi bei cantari italiani e al rapporto con le loro fonti.

Convegni

II Convegno Internazionale dei Dottorandi in Studi Linguistici, Filologici, Letterari «Lo snodo 'e' la svolta. Permanenze, riemersioni e dialettica dei livelli di cultura nel testo» (Macerata, 28-30 ottobre 2019), relazione dal titolo: "Affioramenti e caratterizzazioni di un personaggio alla luce della varianza geografica: Gui de Nanteuil", in corso di stampa.

Altre attività

  • Da gennaio 2019 è cultrice della materia per l’insegnamento di Filologia Romanza presso l’Università Statale di Milano.
  • Da aprile 2019 a giugno 2019 è stata stagista presso l’Istituto Opera del Vocabolario Italiano (OVI) a Firenze.

 

Noemi PIGINI (Tutor: Prof. Claudio Lagomarsini)

E-mail: noemi.pigini@student.unisi.it

Titolo della tesi : La tradizione manoscritta del Dialogo della divina provvidenza di santa Caterina da Siena. Prolegomeni per l’edizione critica                                                                       

In cotutela con l'Università di Zurigo (prof. Johannes Bartuschat).

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia moderna nel luglio 2018 presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” discutendo una tesi in Filologia romanza dal titolo “Gesta Karoli Magni ad Carcassonam et Narbonam. Studio ed edizione della versione occitana secondo il ms. BnF, fr. 2232”; relatore: prof. Stefano Asperti, controrelatrice: prof.ssa Anna Radaelli.

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio della tradizione manoscritta del Dialogo di santa Caterina da Siena (titolo: "La tradizione manoscritta del Dialogo della divina provvidenza di santa Caterina da Siena. Prolegomeni per l’edizione critica"), in cotutela con l'Università di Zurigo (cotutor: prof. J. Bartuschat).

Pubblicazioni

  1. N. Pigini, «Création et hybridation: le cas du Destret d’emors occitan-catalan», Trans-mission. Création et hybridation dans le domaine d’oc (Nouvelles perspectives de la recherche en domaine occitan), a cura di F. Barberini e C. Talfani, Turnhout, Brepols (in corso stampa).
  2. N. Pigini, «Fonti e rimandi nel Dialogo di Caterina da Siena: il contributo del corpus OVI. Prime riflessioni sul lessico cateriniano», Corpus/Corpora zwischen Materialität und Abstraktion, Atti del X Dies Romanicus Turicensis (Universität Zürich, 13-14 Juni 2019), Roma, Aracne (in corso di stampa).
  3. Edizione diplomatica del canzoniere provenzale Vat. lat. 5232 (cc. 54r-119r), in collaborazione con il progetto Corpus dell'Antico Occitano (in corso di pubblicazione online).
  4. Edizione interpretativa del canzoniere provenzale Vat. lat. 5232 (cc. 54r-119r), in collaborazione con il progetto Corpus dell'Antico Occitano (in corso di pubblicazione online).

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni

  1. N. Pigini, «Création et hybridation: le cas du Destret d’emors occitan-catalan», Journée d'étude Trans-mission: Creacion e ibridacion dins lo domeni d’oc, Université Toulouse – Jean Jaurès, Toulouse, 29 marzo 2019.
  2. N. Pigini, «Fonti e rimandi nel Dialogo di Caterina da Siena: il contributo del corpus OVI. Prime riflessioni sul lessico cateriniano», X Dies Romanicus Turicensis: "Corpus/Corpora zwischen Materialität und Abstraktion", Universität Zürich, 13-14 Juni 2019.
  3. N. Pigini, «Per l'edizione critica del Dialogo di santa Caterina da Siena» (I), presentazione al Colloquium per dottorandi (prof. J. Bartuschat), Universität Zürich, 29 ottobre 2020.
  4. N. Pigini, «Per l'edizione critica del Dialogo di santa Caterina da Siena» (II), presentazione al Colloquium per dottorandi (prof. J. Bartuschat), Universität Zürich, 29 novembre 2020.

 

 

Borsa riservata a laureati stranieri

 

Ahmed Shehata Ibrahim OBEADALLAH (Tutor: Prof.ssa Simona Micali)

E-mail: ahmed.obeadallah@student.unisi.it

Titolo della tesi: Giufà nella tradizione letteraria italiana ed araba: affinità e divergenze (studio comparato-interculturale)

In cotutela con l’Università di Queen's di Belfast (prof. Neil Sadler)

Ha conseguito la laurea magistrale in Italianistica nell’aprile 2017 presso l’Università di Minia, Egitto, con una tesi in Italianistica dal titolo “La letteratura d’impegno in Fausto e Anna e La ragazza di Bube di Carlo Cassola”, relatore: prof. Dr/ Faten El-Ghazouli, controrelatore: Prof. Dr./ Sherif Abu El-Makarem. Il mio progetto di ricerca è dedicato allo studio di Giufà nella tradizione letteraria italiana ed araba: affinità e divergenze (studio comparato-interculturale).

Visiting research associate presso l’università di Queen’s di Belfast dal 01/02/2020 al 01/02/2021

Partecipazioni ai convegni

  1. Le storie di Giufà: Scienza o sciocchezza? 12-14 settembre, XXIII congresso nazionale associazione degli italianisti (Pisa)
  2. Giufà tra Oriente e Occidente: le riscritture di Ali Ahmed Bakatheer e Leonardo Sciascia, convegno intrnzionale 2019, Un itinerario tra “Oriente” e “Occidente”: la Via della Seta dal (e verso il) Mediterraneo Università per Stranieri di Siena 4-5 dicembre 2019
  3. L’immagine di Cleopatara nella letteratura araba: le costanti e le varianti, Atti di compalit.
  4. Giufà tra Oriente e Occidente: le riscritture di Ali Ahmed Bakatheer e Leonardo Sciascia (in corso).

Summer school

  1. Translation and its theories: Theatre, Arts, Philosophy", Dipartimento di scienze umane, Università dell’Aquila, 16 - 20 settembre 2019
  2. XIV Edizione della Summer School, "L'Impresa Culturale nel Mediterraneo", a Orinete, brivario di un altro Mediterraneo, dal 23 al 27 settembre 2019 presso la sede della Scuola di Alta Formazione dell'Unior, Procida.
XXXIII Ciclo - Filologia e Critica

Curriculum Filologia Romanza

 

Matteo ANZANI (Tutor: Prof. Alfonso D'Agostino)

e-mail: matteo.anzani@student.unisi.it

Ha conseguito con pieni voti assoluti e lode la Laurea Magistrale in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Milano nel luglio 2017, discutendo una tesi in filologia romanza dal titolo Attestazioni liriche italiane antiche esterne ai canzonieri. Censimento e studio delle loro particolarità, sotto la direzione del professor Stefano Resconi, con la correlazione del professor Paolo Borsa.

Il suo progetto di dottorato è dedicato allo studio e all’edizione di un curioso prosimetro castigliano di materia troiana noto come Historia troyana polimétrica.

 

Massimo DAL BIANCO (Tutor: Prof. Lino Leonardi)

e-mail: massimo.dalbianco@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia Moderna nel settembre 2016 presso l'Università degli Studi di Padova, con una tesi dal titolo I nani nel romanzo francese medievale; relatrice: prof.ssa Francesca Gambino; controrelatore: prof. Alvaro Barbieri.

Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio e all’edizione parziale della Suite Guiron, terza branche del Ciclo di Guiron le Courtois.

Pubblicazioni:

  1. M. Dal Bianco, Berta e Milon, traduzione di un frammento della Geste Francor, Repertorio Informatizzato dell’Antica Letteratura Franco-Italiana (RIALFrI) [online], marzo 2014, disponibile all’indirizzo: http://www.rialfri.eu/rialfriPHP/public/testo/testo/codice/rialfri%7Cges...

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

  1. Un manoscritto quasi unico: il caso della Suite Guiron, Université de Liège, Philologie sur mesure. Approches de la stratigraphie du texte et du document médiéval. 41e Rencontre du Réseau des Médiévistes belges de Langue française (R.M.B.L.F.), 13-14 novembre 2019.

Altre attività

  • Membro del comitato organizzatore del convegno Confini? Sulla permeabilità degli spazi liminari, Università di Siena, 17-18 settembre 2020.

 

Federica FUSAROLI (Tutor: Prof. Stefano Pietro Luigi Asperti)

e-mail: federica.fusaroli@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia moderna presso l’Università degli Studi di Roma 'La Sapienza' nel settembre 2017 con una tesi in Filologia romanza dal titolo Saggio di lessico morale guittoniano, relatore prof. Stefano Asperti, correlatore prof. Marco Grimaldi.

Il suo progetto di ricerca propone l'edizione critica dell'inedito Libre de vicis et de vertutz, versione occitana della Somme le roi

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

  1. F. Fusaroli, Sulla prima redazione della 'Vita nuova', sessione parallela Tradizione e interpretazione delle 'Rime' dantesche', Congresso dantesco internazionale, Ravenna, 24-27 maggio 2017.

 

Giuseppina OROBELLO (Tutor: Prof. Lino Leonardi)

e-mail: giuseppin.orobello@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne nel Luglio 2016 presso l’Università degli Studi di Milano, con una tesi dal titolo Il Canzoniere trobadorico N 2. Struttura, fonti, canone; relatore: prof.ssa Maria Luisa Meneghetti; controrelatore: prof. Dario Mantovani. Il suo progetto di ricerca è dedicato all’edizione (parziale) delle Laude di Iacopone da Todi.

Pubblicazioni:

  1. G. Orobello, Nuove ipotesi sulla produzione e circolazione del manoscritto ambrosiano del «Roman de Troie» (D 55 sup.), in «Carte Romanze», 3/2 (2015), pp. 189-205.

 

Gavino SCALA (Tutor: Prof.ssa Anne Angele Schoysman)

e-mail: gavino.scala@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere moderne nel marzo 2016 presso l’Università degli Studi di Siena con una tesi in Filologia romanza dal titolo “Il Traittié du livre de Bruth di Jean Vaillant de Poitiers. Edizione critica e commento”,  relatore: prof. Claudio Lagomarsini, controrelatrice: prof.ssa Anne Schoysman.

Il suo progetto di dottorato è dedicato allo studio della tradizione manoscritta de “Le Livre dou gouvernement des rois et princes” di Henri di Gauchy, traduzione francese del 1282 del “De regimine principum” di Egidio Romano.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

  1. Princes et émotions: quelques remarques philologiques, linguistiques et interprétatives sur les movemenz de courage dans la première traduction française du De regimine principum, Università di Ginevra, « Moyen Âge en émoi. Neuvièmes journées d’études internationales » - Association des Jeunes Chercheurs Médiévistes de l’UNIGE, 4-5 marzo 2019.
  2. La frontière entre l’homme et l’animal: différences entre le droit naturel, le droit des animaux et le droit humain dans la première traduction française du De regimine principum, Università di Praga, XXIIIe Colloque international della Société Internationale Renardienne, 11-14 luglio 2019.

 

Curriculum Letterature moderne

 

Simone BACCHELLI (Tutor: Prof. Pierluigi Pellini)

e-mail: simone.bacchelli@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Letterature e filologie europee presso l’Università di Pisa nel febbraio 2016 discutendo una tesi dal titolo ”Proust e il roman policier. Una lettura di A la recherche du temps perdu” sotto la guida di Gianni Iotti, Stefano Brugnolo e Hélène de Jacquelot. Vincitore del premio per gli studi letterari Paolo Zanotti 2016 patrocinato da COMPALIT è quindi membro dell’Associazione di teoria e storia comparata della letteratura.

Il suo progetto di ricerca  si propone lo studio del tema del denaro e delle transazioni finanziarie nel romanzo modernista francese.

Convegni, Conferenze, Seminari, Presentazioni:

  1. S. Bacchelli, Saint-Loup o la giovinezza di Charlus: una figura di “doppio “funzionale nella Recherche proustiana, Seminario per Francesco Orlando, Dipartimento di Filologia Letteratura e Linguistica, Università di Pisa, 22 Maggio 2017.

 

Carola BORYS (Tutor: Prof. Guido Mazzoni)

e-mail: borys@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Lettere Moderne nel settembre 2016 presso Università degli Studi di Siena con una tesi in Estetica dal titolo Il kitsch: alcune riflessioni a partire da Benjamin, Adorno e Broch; relatore: Clemens-Carl Härle; controrelatore: Guido Mazzoni. Il suo progetto di ricerca è dedicato allo studio del romanzo medio nel campo letterario italiano contemporaneo.

Pubblicazioni:

  1. C. Borys, Lettura del sonetto «Più morti che vivi» di Giovanni Raboni, in «Per leggere», anno XVI, n. 31, autunno 2016, pp. 23-38.

Altre attività:

  • Dal mese di gennaio 2016 partecipa al seminario di commento a Quare Tristis (Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature Antiche e Moderne, Università di Siena).

 

Valentina PANARELLA (Tutor: Prof. Stefano Dal Bianco)

e-mail: valentin.panarella@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia Moderna nel marzo 2016 presso L’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” con una tesi in Letteratura Italiana dal titolo Plurivocità e sistema. Sulla simbiosi folklorico letteraria ne Lo cunto de li cunti; relatore: Giancarlo Alfano; controrelatrice: Paola Zito. Il suo progetto di ricerca si concentra sul fenomeno delle riconfigurazioni d’oralità nelle poetiche ​​contemporanee.

Pubblicazioni:

  1. V. Panarella, Stasi e dinamismo ne “I cavalli bianchi di Aldo Palazzeschi in AA. VV. Stile Euterpe vol. 2 Aldo Palazzeschi: il crepuscolare, l’avanguardista, l’ironico, a cura di L. Spurio, L. P. Carmina, M. Ciano, PoetiKanten Edizioni, Sesto Fiorentino, 2016, pp. 171-175.
  2. V. Panarella, Alfredo Oriani: Vortice, in Il Romanzo in Italia, a cura di G. Alfano, F. De Cristofaro, Carocci, in corso di pubblicazione.
  3. V. Panarella, Ignazio Silone: Fontamara, in Il Romanzo in Italia, a cura di G. Alfano, F. De Cristofaro, Carocci, in corso di pubblicazione.

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

  1. V. Panarella, Umberto Fiori e lantropologia, Seminario Interpoesia, Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, Santa Maria Capua Vetere, 11 novembre 2016.
  2. V. Panarella, Note su una tipologia della metafora letteraria, Seminario del Corso di Laurea in Lettere e del Corso di Laurea Magistrale in Filologia Le figure retoriche tra antico e moderno, Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, Santa Maria Capua Vetere, 18 maggio 2017.

Altre attività:

  • Dall’anno accademico 2016/2017 cura il ciclo seminariale di poesia comparata Interpoesia, coordinando un gruppo di studio composto da studenti, laureati, dottorandi e ricercatori che promuove e approfondisce alcuni aspetti della poesia contemporanea.

 

Nicole SIRI (Tutor: Prof. Guido Mazzoni)

e-mail: nicole.siri@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Letterature e filologie europee nel luglio 2015 presso l’Università di Pisa con una tesi dal titolo “La rappresentazione della maschilità egemone in Alla ricerca del tempo perduto”, relatore prof. Alessandro Grilli, correlatrice prof.ssa Carmen Dell’Aversano. A dicembre dello stesso anno ha conseguito il diploma di licenza in Discipline filologiche e linguistiche moderne presso la Scuola Normale Superiore.

Il suo progetto di ricerca verte sulla nuova letteratura industriale italiana.

Pubblicazioni:

  1. N. Siri, Nota ai vv. 40-44 dellUltimo canto di Saffo, “Italianistica” 2012 (2), pp. 79-81
  2. N. Siri, Per una descrizione del sistema verbale del lurbasco (segue), “L’Italia dialettale” LXXIII, pp. 145-168
  3. N. Siri, Per una descrizione del sistema verbale del lurbasco (continuaz. e fine), “L’Italia dialettale” LXXIV, pp. 149-171
  4. N. Siri, Fenoglio e Faulkner: alcuni riscontri intertestuali, “Italianistica” 2014 (2), pp. 139-143

Convegni:

  1. N. Siri, Le «tournant homosexuel» de Saint-Loup: vers une déconstruction du discours du narrateur autour de la sexualité, Item [online], 1 febbraio 2016, disponibile all’indirizzo: http://www.item.ens.fr/index.php?id=579903

Altre attività:

  • Per l’a.a. 2017-2018 fa parte del gruppo di giovani ricercatori proustiani incaricati di organizzare il Séminaire Proust dell’ITEM (CNRS) presso l’École Normale Supérieure di Parigi.

 

Allegra TAGLIANI (Tutor: Prof.ssa Simona Micali)

e-mail: allegra.tagliani@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Italianistica, Culture letterarie europee, Scienze linguistiche nel marzo 2017 presso Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, con una tesi in critica letteraria dal titolo Danza Macabra. Le Benevole di Jonathan Littell; relatore: prof. Federico Bertoni; controrelatore: prof. Luigi Weber.

Il suo progetto di ricerca si concentra sul fenomeno della ripresa della storia nelle narrazioni contemporanee.

Pubblicazioni:

  1. Tagliani, A., “L’assenza del narratore come dispositivo di validazione del reale nel romanzo di Adelchi Battista. La voce silente di Io sono la guerra, Between, Vol. 9, no. 18, Dec. 2019

Convegni:

  1. “Our-Lady-of-the-Snow”: the tortured body of the victim, Hermes 2018 Summer School, University of London, Roma, 18-22 Giugno 2018
  2. Ibahernando between Genealogy and Nostalgia: Javier Cercas’ pueblo in El monarca de las sombras, ACIS Association of Contemporary Iberian Studies, Lisbona, 4-6 Settembre 2019

Altre attività:

  • Ha partecipato all’iniziativa organizzata dal Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature Antiche e Moderne (DFCLAM) e dal Dipartimento di Scienze della Formazione, Scienze Umane e della Comunicazione Interculturale (DSFUCI) in occasione della Giornata della Memoria 2021 “Voci da Ravensbrück” con un intervento insieme a Simona Micali dal titolo “Raccontare il trauma nel terzo millennio: Sebald e il romanzo della memoria”.

 

Matteo TASCA (Tutor: Prof. Guido Mazzoni)

e-mail: matteo.tasca@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Italianistica nell’Ottobre 2017 presso l’Università di Pisa con una tesi dal titolo “Per altra via, per altri porti. La maturazione poetica di Giorgio Caproni”, relatore prof. Raffaele Donnarumma. Contemporaneamente ha conseguito il diploma di licenza in Letteratura e filologia moderna presso la Scuola Normale Superiore di Pisa.

Il suo progetto di ricerca verte sulla poesia italiana degli anni ‘80.

Pubblicazioni:

  1. Matteo Tasca, Un’ipotesi di salvezza negli Ossi di seppia: guida alla lettura di Casa sul mare , “In Limine” 2015, 11, pp. 25-36.
  2. Matteo Tasca, “Nel centro del buio o la morte del soggetto. Analisi di Biografia sommaria, “Mosaico italiano” 2016, XIII, 149, pp. 15-23.
  3. Matteo Tasca, Sarà una lotta interminabile, sanguinosa e al tempo stesso felice. Intervista a Milo de Angelis, “Mosaico italiano” 2016, XIII, 149, pp. 35-37.

Altre attività

  • Consulenza svolta per la casa editrice Paravia (gruppo Pearson s.r.l.), consistente nella preparazione di un corso di aggiornamento per insegnanti sulla poesia contemporanea.
  • Consulenza svolta per la casa editrice Paravia (gruppo Pearson s.r.l.), consistente nell’individuare brani che permettessero di far dialogare i classici della tradizione italiana con autori del ‘900 estranei alla canonizzazione scolastica.

 

 

Progetto di ricerca a tema vincolato: “Lessicografia web-based dell'italiano antico”

 

Ester BORSATO (Prof. Pär Larson)

e-mail: ester.borsato@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Filologia e Letteratura italiana nel luglio 2017 presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia discutendo una tesi dal titolo: Il lessico navale del Libro di Michele da Rodi. Glossario dei termini marittimi e costruttivi; relatore prof. Daniele Baglioni, correlatrice prof.ssa Serena Fornasiero. Il suo progetto di ricerca mira ad ampliare lo studio del vocabolario marittimo veneziano a partire dall’analisi dei più antichi testi di costruzione navale ad oggi conosciuti.

Nel corso dei suoi studi si è occupata anche di morfologia dell’italiano antico e in particolare del fenomeno della composizione. Nel biennio 2015-2017 ha frequentato la scuola di Archivistica, Paleografia e Diplomatica presso l’Archivio di Stato di Venezia.

Pubblicazioni:

  1. E.Borsato, lacciare v., lacciato agg., lacceto s.m., in «Bollettino  dell’Opera del Vocabolario Italiano»,  XXI (2016), pp. 66-67, consultabili anche alle vv. corrispondenti del TLIO all’indirizzo http://tlio.ovi.cnr.it/TLIO/.

 

Sara Maria FANTINI (Tutor: Prof.ssa Maria Sofia Lannutti)

e-mail: fantini4@student.unisi.it

Ha conseguito la laurea magistrale in Musicologia nel febbraio 2017 presso l'Università degli Studi di Pavia (sede di Cremona), con una tesi dal titolo «Lorenzo da Firenze, Opera completa: edizione critica commentata dei testi intonati e delle musiche»; relatore: prof.ssa Maria Sofia Lannutti; correlatore: prof.ssa Maria Caraci Vela.

Il suo progetto di dottorato è dedicato allo studio del ms. Paris, Bibliothèque Nationale, fonds nouvelle acquisition français 6771 (Reina).

Convegni, conferenze, seminari, presentazioni:

  1. S. M. Fantini, «Stella mi doni lume»: per un'indagine delle relazioni intertestuali tra Nicolò del Preposto e Lorenzo da Firenze. VIII Corso Internazionale di Musica Medievale, Centro Studi Europeo di Musica Medievale “Adolfo Broegg” - Spello (PG), 17-21 luglio 2017.
  2. S. M. Fantini, «Sovra la riva d'un corrente fiume»: Literary and Political References in Lorenzo Masini's Madrigals. 45th Medieval and Reinassance Music Conference 2017, Praga, 3-8 luglio 2017.
  3. S. M. Fantini, «Amor m'indusse ov'i' cantar sentia»: musica e poesia nell'opera di Lorenzo da Firenze. Seminario Internazionale “Ars Nova tra Musica e Letteratura: temi e problemi di filologia e critica”, Certaldo Alto (FI), 16-17 dicembre 2016.
  4. S. M. Fantini, «Diverse voci fanno dolci suoni»: riferimenti musicali nella Divina Commedia. Società Dante Alighieri - Terni, 7 ottobre 2016.

Altre attività:

  • Dal 2016 collabora alla redazione del periodico «Medioevo Musicale. Bollettino bibliografico della musica medievale», Fondazione Ezio Franceschini, Firenze.

 

 

XXXII ciclo - Filologia e Critica

Curriculum Filologia Romanza

 

Valeria CARRIERI e-mail: vrcarrieri@gmail.com

I testi dialogici e di corrispondenza nella poesia dei trovatori

Tesi discussa il 28 febbraio 2020

Tutor: Prof. Stefano Asperti

In cotutela con Université de Lausanne (Prof.ssa Caterina Menichetti)

 

Andrea GIRAUDO e-mail: andreagiraudo@tiscali.it

Il laudario di Iacopone da Todi: edizione critica (parziale)

Tesi discussa il 23 marzo 2020

Tutor: Prof. Lino Leonardi

In cotutela con École Pratique des Hautes Études, Paris (Prof. Fabio Zinelli)

 

Filippo PILATI e-mail: pilati.filippo@gmail.com

 

I Fatti di Cesare nel Veneto e le Zesarie batalie romane del ms. Canon. Ital. 136 di Oxford

Tesi discussa il 24 marzo 2020

Tutor: Prof. Roberto Tagliani

In cotutela con Universität Zürich (Prof. Johannes Bartuschat)

 

Silvia ROZZA e-mail: silvia.rozza@tiscali.it

Il sistema dei generi nella poesia lirica romanza medievale

Tesi discussa il 23 marzo 2020

Tutor: Prof.ssa M. Sofia Lannutti

In cotutela con Universidade de Santiago de Compostela (Prof.ssa Pilar Lorenzo Gradín)

 

Véronique WINAND e-mail: veronique.winand@student.unisi.it

Dynamiques d’intercyclicité dans quelques sommes arthuriennes en moyen français. Un nouvel essai de stemmatologie arthurienne

Tesi discussa il 28 febbraio 2020

Tutor: Prof.ssa Anne Schoysman

In cotutela con Université de Liège (Prof. Nicola Morato)

 

 

Curriculum Italianistica e comparatistica

 

Edoardo CAMASSA e-mail: edoardokappa@hotmail.it

«His majesty the baby». Sovrani scatenati nella letteratura occidentale tra ’800 e ’900

Tesi discussa il 10 marzo 2020

Tutor: Prof.ssa Tiziana De Rogatis

In cotutela con Katholieke Universiteit Leuven (Prof. Bart Van Den Bossche)

 

Marco CAPRIOTTI e-mail: marcocapriotti13@yahoo.it

L’improvvisazione poetica nel Settecento italiano: un catalogo (1690-1800)

Tesi discussa il 19 febbraio 2020

Tutor: Prof.ssa Natascia Tonelli

In cotutela con Sorbonne Université, Paris (Prof. Andrea Fabiano)

 

Giuseppe CARRARA e-mail: giuseppe.carrara@outlook.it

Le parole in bella vista. Retorica e poetica dei fototesti

Tesi discussa il 20 marzo 2020

Tutor: Prof.ssa Daniela Brogi

In cotutela con Université Paris-Nanterre (Prof.ssa Silvia Contarini)

 

Ludovica DEL CASTILLO e-mail: ludovica.delcastillo@gmail.com

 

Reportage di scrittore e politica nel secondo Novecento: Italo Calvino, Franco Fortini e Goffredo Parise

Tesi discussa il 20 marzo 2020

Tutor: Prof. Guido Mazzoni

In cotutela con Sorbonne Université, Paris (Prof. Davide Luglio)

 

Maria Chiara MORIGHI e-mail: mariachiara.mor@gmail.com

Da Schmitz a Svevo (e ritorno). Edizione critica e commentata dei carteggi di I. Svevo con J. Joyce, V. Larbaud, B. Crémieux, M.-A. Comnène, E. Montale e G. Prezzolini

Tesi discussa il 13 marzo 2020

Tutor: Prof.ssa Simona Micali

In cotutela con Université de Tours (Prof.ssa Cristina Terrile)

XXXI ciclo - Filologia e Critica

Curriculum Filologia romanza

 

Vittoria BRANCATO e-mail: vittismog@hotmail.it

Le canzoni morali di Guittone d’Arezzo: edizione critica e commento

Tesi discussa il 5 aprile 2019

Tutor: Prof. Lino Leonardi

In cotutela con École Pratique des Hautes Études, Paris (Prof. Fabio Zinelli)

 

Andrea TONDI e-mail: tondi.andrea@alice.it

Histoire des Albigeois (seconda metà del sec. XV): edizione critica e studio linguistico

Tesi discussa il 5 aprile 2019

Tutor: Prof.ssa M. Meneghetti

In cotutela con École Pratique des Hautes Études, Paris (Prof. Fabio Zinelli)

 

 

 

 

Curriculum Italianistica e Comparatistica

 

Alessia VALENTI e-mail: alessiavalenti09@gmail.com

Petrarca: il libro delle Epystole, le Epystole come libro

Tesi discussa l’8 aprile 2019

Tutor: Prof.ssa Natascia Tonelli

In cotutela con Université Paris 3 – Sorbonne Nouvelle (Prof. Philippe Guérin)

 

Marco VILLA e-mail: marco1villa1@gmail.com

La ripetizione lessicale in D’Annunzio, in Pascoli e nella poesia italiana del primo Novecento

Tesi discussa nel 2019

Tutor: Prof. Stefano Dal Bianco

In cotutela con Université de Lausanne (Prof. Niccolò Scaffai)

XXX ciclo - Filologia e Critica

Curriculum Filologia romanza

 

Davide BATTAGLIOLA e-mail: d.batta@hotmail.it

Tradizione e traduzioni del Livre de Moralitez in Italia. Con un’edizione critica del Libro di Costumanza (redazione δ)

Tesi discussa nel 2018

Tutor: Prof.ssa Maria Luisa Meneghetti

Tutor stranieri: Prof. Dominique Boutet (Université Paris IV-Sorbonne), prof.ssa Pilar Lorenzo Gradín (Universidade de Santiago de Compostela)

 

Matteo LUTI e-mail: matteo.luti@gmail.com

Il volgarizzamento dei Trattati morali di Albertano da Brescia, secondo Andrea da Grosseto. Studio della tradizione e saggio di edizione critica

Tesi discussa il 14 settembre 2018

Tutor: Prof. Fabrizio Cigni

Tutor stranieri: Prof. Fabio Zinelli (École Pratique des Hautes Études), prof. Claudio Galderisi.

 

 

Curriculum Italianistica e Comparatistica

 

Chiara LICATA e-mail: chiaralicata3@gmail.com

Il ciclo di racconti nord-americano: serialità e variazioni nell'opera di Alice Munro

Tesi discussa nel 2019

Tutor: Prof.ssa Gianfranca Balestra

In cotutela con Université de Toulouse (Prof.ssa Héliane Ventura)

 

Silvia LITTERIO e-mail: silvialitt@gmail.com

Una malnota raccolta di rime di ambiente laurenziano. L'edizione sine notis C.8.g.11 della British Library

Tesi discussa nel 2018

Tutor: Prof. Stefano Carrai

XXIX ciclo - Filologia e Critica

Curriculum Filologia e critica

 

Elda DE SANTIS e-mail: elda.desantis@gmail.com

Aspetti dell'italiano parlato ad Avellino. Risultati di un'indagine sul campo

Tesi discussa nel 2017

Tutor: Prof.ssa Annalisa Nesi

In cotutela con Université de Heidelberg (Prof. Edgar Radtke)

 

Francesco DIACO e-mail: fg.diaco@gmail.com

Franco Fortini critico e teorico della letteratura

Tesi discussa nel 2017

Tutor: Prof. Guido Mazzoni

In cotutela con Université de Lausanne (Prof. Niccolò Scaffai)

 

 

Curriculum Filologia romanza

 

Danilo APRIGLIANO e-mail: danilo.aprigliano@gmail.com

Watriquet de Couvin, poeta e moralizzatore. L’educazione del principe e la filosofia di corte. Con un saggio di edizione critica del Mireoir aus princes

Tesi discussa nel 2017

Tutor: Prof.ssa Maria Luisa Meneghetti

Turor stranieri: Prof. Fabio Zinelli (École Pratique des Hautes Études), prof.ssa Pilar Lorenzo Gradín (Universidade de Santiago de Compostela)

 

Vicenzo CASSÌ e-mail: valensvallensis@gmail.com

Il Cantare di Giusto Paladino. Studio dell’opera e edizione secondo la versione del ms. B (Bologna, BUB 2721)

Tesi discussa nel 2017

Tutor : Prof.ssa Monica Longobardi

Tutor stranieri : prof. Johannes Bartuschat (Universität Zürich) ; prof.ssa Merceds Brea (Universidade de Santiago de Compostela)

 

Cristina DUSIO e-mail: cristina.dusio@hotmail.it

La Bataille Loquifer : edizione critica

Tesi discussa nel 2017

Tutor : Prof. Stefano Asperti

Tutor stranieri : Prof. Dominique Boutet (Université Paris IV-Sorbonne), prof. Martin Glessgen (Universität Zürich)

 

Giovanni ZAGNI e-mail: giov.zagni@gmail.com

 

La tradizione del “Lancelot en prose”: L’episodio della Falsa Ginevra

Tesi discussa nel 2017

Tutor : Prof. Fabrizio Cigni

Tutor stranieri : prof. Richard Trachsler (Universität Zürich), prof. Nicola Morato (Université de Liège)

 

XXVIII ciclo - Filologia e Critica

Curriculum Filologia e Critica

 

Valeria CAVALLORO e-mail: v.cavalloro@gmail.com

Il ruolo dello sfondo nel romanzo del secondo Ottocento

Tesi discussa nel 2016

Tutor: Prof. Guido Mazzoni

 

Ludovica CESARONI e-mail: ludovica.cesaroni@live.it

Il mito e la mitologia nell’opera leopardiana

Tesi discussa nel 2016

Tutor: Prof. Stefano Carrai

 

Rossano DE LAURENTIIS e-mail: rosdelau@gmail.com

Il carteggio Ernesto G. Parodi – Pio Rajna (1886-1922): tra filologia romanza e dantismo

Tesi discussa nel 2016

Tutor: Prof.ssa Natascia Tonelli

 

Alessandro LA MONICA e-mail: alezu@bluewin.ch

Edizione critica de La guerra a Milano di Franco Fortini

Tesi discussa nel 2016

Tutor: Prof. Stefano Carrai

In cotutela con Université Paris IV-Sorbonne (Prof. Davide Luglio)

 

 

Curriculum Filologia romanza

 

Andrea BERETTA e-mail: andrea.beretta1804@gmail.com

L'Attila Flagellum Dei di Nicolò da Casola. Edizione del libro primo e studio della tradizione testuale su Attila in Italia

Tesi discussa nel 2016

Tutor: Prof.ssa Anne Schoysman

Tutor stranieri: Prof. Fabio Zinelli (École Pratique des Hautes Études); prof. Richard Trachsler (Universität Zürich)

 

Cesare MASCITELLI e-mail: cesare.mascitelli@gmail.com

Nuove ricerche sur manoscritto Venezia, Biblioteca nazionale marciana, Fr. Z 13 (= 256): stile, tradizione, lingua

Tesi discussa nel 2016

Tutor: Prof.ssa Maria Luisa Meneghetti

Tutor straniero: Prof. Dominique Boutet (Université Paris IV-Sorbonne); prof. Johannes Bartuschat (Universität Zürich)

 

Elena STEFANELLI e-mail: stefanellielena@gmail.com

Il «Roman de Guiron». Edizione critica (parziale) con uno studio sulle principali divergenze redazionali

Tesi discussa nel 2016

Tutor: Prof. Lino Leonardi

Tutor stranieri: Prof. Richard Trachsler (Universität Zürich); prof. Fabio Zinelli (École Pratique des Hautes Études)

Cicli XVII-XXVI - Scuola di Dottorato europea in Filologia romanza

Dal 2001-2002 (ciclo XVII) al 2010-2011 (ciclo XXVI) è stata attiva presso l’Università di Siena la Scuola di Dottorato europea in Filologia romanza, consorziata con: Università i Milano, Università di Pavia, Université Paris IV-Sorbonne, Universität Zürich, Universidade de Santiago de Compostela, IUSS Pavia, Collège de France, Fondazione Ezio Franceschini.

Vedere il sito: http://www3.unisi.it/ricerca/dottorationweb/filologia_romanza/index.htm

Documenti allegati: