27-28 marzo: Dante come lo vorrei. Giornate di Studio e Concorso per le Scuole Superiori

Lunedì, 20 Febbraio, 2017 - 13:00

BANDO DI CONCORSO per partecipare alle Giornate di Studio: Dante, come lo vorrei che si terranno a Siena il prossimo 27 e 28 marzo.

Il concorso è rivolto agli studenti delle Scuole di Istruzione Secondaria di Secondo Grado di tutta Italia e rientra nell’ambito del progetto “Tre motivi per dire Novecento. Compita 2.0” con il quale l’Università La Sapienza di Roma ha vinto il bando MIUR riguardante il sostegno dell’insegnamento dell’Italiano nella Scuola Secondaria di secondo grado

Il Bando è pubblicato dalla Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema - MIUR, l’Università La Sapienza di Roma, l'Università degli studi di Siena (Dipartimento di Filologia e Critica delle Letterature Antiche e Moderne), l’Università per Stranieri di Siena, l’Orientamento Università degli studi di Siena, il Dottorato internazionale in Filologia e Critica, l’ADI, Compìta 2.0, l’ADI-sd e la sua sede di Siena

 

La richiesta di iscrizione al concorso da parte delle scuole dovrà avvenire entro il 20 febbraio 2017 tramite e-mail all’indirizzo mail: danteasiena@gmail.com

I lavori dovranno essere inviati con raccomandata A/R o consegnati a mano entro il 4 marzo 2017 al seguente indirizzo:
- prof.ssa Natascia Tonelli, c/o DFCLAM, Palazzo San Niccolò – IV piano, Via Roma 56, 53100 Siena
oppure
- con invio telematico all’indirizzo mail danteasiena@gmail.com
Sarà costituita una commissione giudicatrice dei lavori prodotti dagli studenti.

 

PROGRAMMA delle giornate di Studio

27 marzo 2017 sede: Università degli Studi di Siena, Palazzo San Niccolò, Via Roma 56
MATTINA
ore 10.30 Registrazione dei partecipanti
ore 11.00 Saluti istituzionali
Natascia Tonelli, Introduzione alle giornate di studio
ore 11.15 Stefano Carrai, Limiti didattici della lettura antologica della Commedia
ore 12.15 Inizio presentazione dei lavori degli studenti, con Paolo Corbucci
ore 13.00 pausa

POMERIGGIO
Ore 15.00 Tavola rotonda Commentare la Divina Commedia
Coordina Alberto Casadei
Intervengono Saverio Bellomo, Giorgio Inglese, Giuseppe Ledda, Simone Marchesi
Ore 17.00 Tavola rotonda Dante fra scuola e università.
Coordina Natascia Tonelli
Intervengono: Erminia Ardissino, Sulla didattica del Paradiso, Andrea Mazzucchi, Praticabilità scolastica delle opere ‘minori’ di Dante, Carlo Albarello, Tu se’ lo mio maestro, Enrico Rebuffat, Dante a scuola nel biennio
Discussione su entrambe le tavole rotonde
Gli studenti (nella seconda parte della giornata) saranno accompagnati da guide locali nel giro “Ricordati di me, che son la Pia” attraverso i luoghi danteschi di Siena (per organizzare questa visita è necessaria la prenotazione da parte delle scuole con l’indicazione del numero degli studenti)

Ore 19.30 chiusura lavori della giornata

28 marzo 2017 sede: Università per Stranieri di Siena, Aula Magna, Piazzale Fratelli Rosselli
MATTINA
Ore 9.00 – 11.00 Tavola rotonda Strumenti per l’insegnamento.
Coordina Pietro Cataldi
Intervengono Giuseppe Marrani, Laura Pasquini, Giovanna Frosini, Anna Piperno, Luca Bragaja e Carmelo Tramontana
Discussione
Breve intervallo
Ore 11.15 – 13.00 Presentazione dei lavori prodotti dagli studenti (oppure Percorsi scolastici), a cura di Rino Caputo e Lucia Olini
Pausa
Ore 14.00 – 16.30 Presentazione dei lavori prodotti dagli studenti, a cura di Simonetta Teucci
Ore 16.30 Premiazione dei vincitori con la presenza di Carmela Palumbo
Ore 17.00 Chiusura dei lavori
 

 

Comitato scientifico e organizzatore: Carlo Albarello, Stefano Carrai, Pietro Cataldi, Giuseppe Marrani, Simonetta Teucci, Natascia Tonelli.

Il convegno è realizzato grazie al sostegno di: Progetto “Tre modi per dire Novecento” - Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema – MIUR, Università La Sapienza di Roma, Università degli Studi di Siena con il DFCLAM, Università per Stranieri di Siena, Orientamento Università degli studi di Siena, Dottorato internazionale in Filologia e Critica, Compìta 2.0, ADI, ADI-sd e la sua sede di Siena.