Guastella Giovanni

Ordinario di Lingua e Letteratura Latina (SSD: L-FIL-LET/04)

Laureato in Lettere nel novembre 1979 presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Pisa.

Dal giugno 1983 all'ottobre 1992 ricercatore di Letteratura Latina presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Venezia.

Dal novembre 1992 all'aprile 2001 professore associato, e dal maggio 2001 professore ordinario prima nel settore disciplinare di Filologia Classica e poi nel settore di Lingua e Letteratura Latina presso la Facoltà di Lettere dell'Università di Siena.

Dall'ottobre 2001 all'ottobre 2004 è stato preside della stessa Facoltà.

Dal gennaio 2002 al novembre 2004 è stato Presidente della Conferenza nazionale dei Presidi delle Facoltà di Lettere.

Dal 2002 al 2008 ha fatto parte della redazione della rivista "Dioniso".

Dal 2010 al 2018 ha fatto parte della redazione della rivista "Dionysus ex machina".

Dal dicembre 2003 al 2008 ha diretto il Centro Studi "Fabrizio De André" istituito presso la Facoltà di Lettere dell'Università di Siena.

La sua attività scientifica si è concentrata sulla commedia romana, sulla tragedia greca e latina, sulla biografia e sull'opera di Svetonio, sulla metrica arcaica latina, sulla parentela romana, sulla comunicazione nel mondo classico, sulla storia della tradizione e degli studi classici.

Principali ambiti di ricerca
  • Il teatro romano e la fortuna dei suoi testi
  • Lo studio della metrica di Plauto e di Terenzio in età moderna
  • La comunicazione nel mondo antico
  • Le "scienze umane" nei contesti culturali e comunicativi contemporanei
Pubblicazioni Principali
  • La contaminazione e il parassita : due studi su teatro e cultura romana, Pisa, Giardini, 1988
  • Gaio Svetonio Tranquillo, La vita di Caligola (a cura di G. Guastella), Roma, La Nuova Italia Scientifica 1992
  • Gaio Svetonio Tranquillo, L' imperatore Claudio (a cura di G, Guastella) Venezia, Marsilio, 1999
  • L'ira e l'onore : forme della vendetta nel teatro senecano e nella sua tradizione, [Palermo],  Palumbo, 2001
  • Le rinascite della tragedia: origini classiche e tradizioni europee, Roma, Carocci, 2006
  • Da Carlo Martello al Nome della Rosa. Musica e Letteratura in un Medioevo immaginario (a cura di G. Guastella e M. Marrucci), numero monografico di “Semicerchio” 44, 2011, Pisa, Pacini
  • Menestrelli e giullari. Il Medioevo fantastico di Fabrizio De André e l'immaginario medievale nel Novecento Italiano (a cura di G. Guastella e P. Pirillo), Firenze, Edifir 2012
  • Menaecmi e Menechini: Plauto ritorna sulla scena, in R. Raffaelli, A. Tontini (a cura di), Lecturae Plautinae Sarsinates. X. Menaechmi, QuattroVenti, Urbino 2007, pp. 69-150.
  • L'invenzione dell'anacrusi, Quaderni Urbinati di Cultura Classica  98, 2 (2011), pp. 101-117
  • La personificazione della Fama: da Virgilio ai Trionfi di Petrarca, in Gabriella Moretti e Alice Bonandini (a cura di), Persona ficta. La personificazione allegorica nella cultura antica fra letteratura, retorica e iconografia, Trento, Università degli Studi di Trento, Dipartimento di Studi Letterari, Linguistici e Filologici 2012, pp. 249-282.
  • «Come cangia fortuna ordine et stile»: Edipo re nel teatro italiano del Cinquecento, in Francesco Citti, Alessandro Iannucci (a cura di), Edipo classico e contemporaneo, Hildesheim-Zürich-New York, Olms 2012, pp. 137-164.
  • Fama e Gloria nell’Iconologia di Cesare Ripa, in Mino Gabriele, Cristina Galassi, Roberto Guerrini (a cura di), L’Iconologia di Cesare Ripa. Fonti letterarie e figurative dall’Antichità al Rinascimento. Atti del Convegno Internazionale di studi (Certosa di Pontignano, 3-4 maggio 2012), Firenze, Olschki 2013, pp. 117-128.
  • Tradurre per la scena: Plauto in volgare a Ferrara (1486-1487), in Gilberto Marconi (a cura di), Riscritture. La traduzione nelle arti e nelle lettere, Milano-Torino, Bruno Mondadori 2013, pp. 36-63.
  • Ornatu prologi: Terence’s Prologues on the Stage/on the Page, in Andrew J. Turner, Giulia Torello-Hill (Eds.), Terence between Late Antiquity and the Age of Printing, Leiden-Boston, Brill 2015, pp.200-218.
  • Seneca Rediscovered: Recovery of Texts, Reinvention of a Genre, in Eric Dodson-Robinson (ed.), Brill’s Companion to the Reception of Senecan Tragedy. Scholarly, Theatrical and Literary Receptions, Leiden-Boston, Brill 2016, pp. 77-100.
  • Pictures of Virgilian Fama, in Stratis Kyriakidis (ed.), Libera Fama. An Endless Journey, Cambridge, Cambridge Scholars Publishing 2016, pp. 193-205.
  • Word of Mouth. Fama and Its Personifications in Art and Literature from Ancient Rome to the Middle Ages, Oxford, Oxford University Press 2017.
  • Fata si poscent: la costruzione dell’intreccio nelle Troades di Seneca, in F. Citti, A. Iannucci, A. Ziosi (a cura di), Troiane classiche e contemporanee, Hildesheim, Olms 2017, pp. 107-129.
  • Plauto e Terenzio in volgare (1486-1530), in M.C. Figorilli, D. Vianello (a cura di), La commedia italiana. Tradizione e storia, Bari, Edizioni di Pagina 2018, pp. 36-47.
  • L’Agamennone di Evangelista Fossa e i primi volgarizzamenti delle tragedie senecane, in “Paideia” 73, 2018, pp. 1353-1372.