Castellana Riccardo

ASSOCIATO DI LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA (SSD L-FIL-LET/11)

Riccardo Castellana è stato ricercatore di Letteratura italiana all'Università di Siena dal 2006 al 2016 ed è attualmente professore di seconda fascia di Letteratura italiana contemporanea, Fa parte del collegio docenti del dottorato di ricerca in “Studi italianistici” delle università di Pisa, Firenze e Siena. Conseguito nel 2000 il titolo di Dottore di ricerca in Italianistica presso l’Università di Trieste, tra il 2000 e il 2004 ha svolto attività di ricerca presso il Dipartimento di filologia e critica della letteratura di Siena come assegnista e borsista post-dottorato. Dal 2002 a oggi ha insegnato Letteratura italiana, Filologia italiana, Letteratura italiana contemporanea e Teoria della letteratura. La sua attività di ricerca si rivolge prevalentemente alla letteratura del Novecento (Tozzi, Pirandello, Montale), alla filologia d’autore, alla letteratura comparata e a questioni di teoria e storiografia letteraria (Erich Auerbach, René Girard). Ha collaborato attivamente a numerosi programmi di ricerca di interesse nazionale (PRIN).

 

PRINCIPALI AMBITI DI RICERCA
Linee di ricerca attuali:
  • Realismo modernista: Pirandello, Tozzi, Svevo e il romanzo del primo Novecento.
  • La Grande guerra e la letteratura: Pirandello dopo il 1915, il genere della novella di guerra, il trauma bellico e la perdita della memoria.
  • Letteratura e antropologia: il tema del changeling dal folklore alla letteratura.
  • Direzione dell’edizione critica delle opere di F. Tozzi.
  • Biofiction: biografie finzionali nel Novecento

 

PUBBLICAZIONI PRINCIPALI

Di Tozzi ha curato, nell’ambito di un progetto del CNR, l’edizione critico-genetica dei "Ricordi di un giovane impiegato" (Cadmo, 1999), seguita negli anni da due volumi monografici  ("Tozzi",  Palumbo, 2002 e "Parole cose persone. Il realismo modernista di Tozzi", Serra, 2009). Di Montale ha invece studiato le prose narrative e le poesie della vecchiaia, curando per Mondadori l’edizione integrale commentata di "Satura" (2009).  Ad Auerbach ha dedicato due volumi: "Romanticismo e realismo" (Edizioni della Normale, 2010) e "La teoria letteraria di Erich Auerbach: una introduzione a Mimesis" (Artemide, 2013). Il suo ultimo libro è uno studio comparatistico sul tema del changeling nella letteratura e nel folklore europei (“Storie di figli cambiati,” Pacini, 2014). Suoi saggi sono apparsi sulle riviste "Allegoria", "Belfagor", "Intersezioni", "Italianistica" e "Rivista di studi danteschi".